Vanja Milinkovic-Savic voto 6,5: ora è pronto, ottima alternativa

Vanja Milinkovic-Savic voto 6,5: ora è pronto, ottima alternativa

Il Pagellone di metà stagione / Il secondo portiere granata si è fatto trovare pronto nelle occasioni in cui è stato chiamato in causa. La punizione contro il Carpi e la grandissima gara contro la Roma in Coppa Italia, lo hanno già reso un idolo dei tifosi

di Marco Notaro,

Vanja Milinkovic-Savic è stato uno dei più grandi protagonisti del cammino del Torino in Coppa Italia. Sono stati tanti i suoi interventi decisivi ed aumenta sempre più la sua consapevolezza: infatti, il portiere visto in Coppa può diventare un prospetto importante per il futuro e si sta rivelando azzeccata la strategia che il club granata che ha deciso di affiancargli un giocatore esperto come Sirigu per consentirgli di fare il salto di qualità. Dopo i dubbi iniziali legati al suo acquisto, visto l’esborso di 2,6 milioni di euro per rilevarlo dal Lechia Danzica lo scorso gennaio, Milinkovic-Savic  ha saputo conquistarsi l’affetto e la fiducia dei tifosi con prestazioni di cartello. Acquistato a gennaio, ma per la stagione successiva, il portiere serbo è approdato al Toro lo scorso aprile, con mesi di anticipo rispetto a quello che avrebbe dovuto essere il naturale inizio della sua avventura in granata. L’obiettivo era quello di allenarsi con uno staff italiano, imparando la lingua e le diverse metodologie, confrontandosi con portieri più affermati per affinare le sue qualità.

Milinkovic-Savic è classe 1997, il suo fisico è portentoso: infatti, è il giocatore più alto della Serie A, con i suoi 202 centimetri. Nonostante l’altezza, il portiere serbo riesce comunque si è dimostrato agilissimo fra i pali e il balzo felino sul rigore tirato da Dzeko, non è che una riprova delle sue abilità. Non si può infine non aggiungere qualcosa sulla sua tecnica, Vanja è anche bravissimo con i piedi: non solo la punizione calciata contro il Carpi finita sulla traversa è stata dimostrazione di una tecnica fuori dal comune, ma anche i lanci quasi sempre perfetti nelle tre gare giocate in Coppa hanno testimoniato la sua affidabilità anche coi piedi. Gli scout granata hanno puntato i fari sul fratello del laziale Sergej dopo aver visto alcune sue prestazioni negli Europei Under 19, con la sua nazionale che arrivò terza nella competizione, ma soprattutto dopo la vittoria della Serbia in Under 20 nei mondiali di categoria. Il presidente Cairo lo ribattezzò addirittura come il “Donnarumma serbo”.

270 minuti giocati, 3 presenze in Coppa Italia ed il record di parate effettuate in una sola partita: ben 10 contro la Roma. 3 gol subiti, un clean sheet ed un giocatore che finora ha dimostrato di essere all’altezza di far parte del Torino facendosi sempre trovare pronto nelle occasioni in cui è entrato in campo.

Vanja Milinkovic-Savic Campionato Coppa Italia
Presenze 0 3
Reti subite 0 3
Minuti giocati 0 270′
Cartellini gialli 0 0
Cartellini rossi 0 0
VOTO: 8
6 Commenta qui
  1. JoeBaker - 8 mesi fa

    Del voto di TN importa poco: Vanja ha i numeri e la testa per diventare un grande!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. valex - 8 mesi fa

    Nel titolo è scritto voto: 6,5, poi alla fine dell’articolo, nel tabellino, è scritto voto: 8. Mettetevi d’accordo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. pato - 8 mesi fa

    Darei almeno mezzo voto in più per la traversa presa in Coppa Italia!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. scotland_yard - 8 mesi fa

    Non ricordo quando abbiamo avuto in rosa 2 portieri degni di questo titolo…..

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. rokko110768 - 8 mesi fa

    Ha fatto bene e può crescere ancora tanto. Il futuro della porta è suo se resta sereno ed apprende da Sirigu.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Toro88 - 8 mesi fa

    Il mio idolo. Grande vanja 3333

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy