Torino, esterno o mezzapunta: ecco come può essere utile Parigini

Torino, esterno o mezzapunta: ecco come può essere utile Parigini

Focus on / L’esterno scuola Toro può essere un jolly importante per Mazzarri

di Alberto Giulini,

Ancora una volta, Vittorio Parigini è stato grande protagonista con la maglia dell’Under 21. L’esterno granata ha infatti messo a segno il gol del 3-1 contro l’Albania con un grande destro al volo che non ha lasciato scampo al portiere avversario. Una rete che può essere un messaggio a Mazzarri, un’ulteriore dimostrazione di un grande potenziale che non è certo andato perduto.

CONFERMA SUDATA – Un importante esame di maturità, dunque, in attesa che arrivi anche un’occasione con la maglia granata. Quest’estate il giocatore si è guadagnato la conferma con il lavoro sul campo, dimostrando di potersi adattare ad un ruolo che non è propriamente il suo. Grazie all’aiuto di Mazzarri, Parigini ha infatti lavorato sulla fase difensiva per fare in modo di poter essere impiegato da esterno a tutta fascia. “So che attualmente c’è poco spazio, mi bastano anche i minuti di recupero per dimostrare di poter essere utile al Toro” aveva raccontato il giocatore pochi giorni fa al Corriere di Torino, mostrando grande umiltà ma – al tempo stesso – anche grande voglia di mettersi in gioco.

Under 21, Parigini leader con il Toro nel cuore: “Ho fatto di tutto per restare”

JOLLY SULL’ESTERNO – Da un punto di vista tattico, Parigini potrebbe rivelarsi una pedina molto utile per questo Toro. Oltre ai miglioramenti mostrati in fase difensiva che gli stanno permettendo di candidarsi anche ad esterno di centrocampo, non bisogna dimenticarsi delle qualità offensive del giocatore. Esterno d’attacco in un 3-4-3 e, all’occorrenza, anche seconda punta: Parigini si candida ad essere un jolly per Mazzarri. La concorrenza non manca ed è di tutto rispetto, ma il giocatore scuola Toro potrebbe ad esempio costituire una variante interessante in un 3-5-2 in grado di trasformarsi in 3-4-3 in fase di possesso palla. Una soluzione che potrebbe essere interessante, andando anche a valorizzare le doti di Iago Falque: libero di allargarsi sulla destra in fase di possesso palla ma meno sfiancato dal lavoro in ripiegamento da esterno puro. Insomma, Parigini potrebbe rivelarsi un jolly importante per Mazzarri

 

10 Commenta qui
  1. Kieft - 2 mesi fa

    Mazzarri deve insistere sul 343 per dare un po’ di spazio ad edera e parigini

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Granata in America - 2 mesi fa

    Penso che Mazzari è un ottimo allenatore ma la crescita dei giovani non è il suo forte e mai lo sarà. Paradossalmente, Parigini (ma anche Edera e qualche altro) a questo punto della sua carriera farebbe meglio con uno come Ventura (che ormai è bruciatissimo e farebbe bene a partire dalla serie B).

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Kieft - 2 mesi fa

      Io sarò sempre con Ventura per quello che ha fatto a Torino, comunque il mondiale della Svezia e le prime apparizioni della nazionale di Mancini devono ridimensionare il fallimento di ventura in nazionale…..obiettivamente siamo in una fase dove non ci sono campioni italiani…magari tra un paio di anni sbocceranno bernardeschi, Pellegrini e Cristian te e caldara ma oggi ……

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Il Gallo canta - 2 mesi fa

    Certo un giocatore giovane come lui,avrebbe bisogno di giocare con costanza e non è facile attualmente con la rosa di giocatori che abbiamo,io se fossi il mister(ho giocato tanto tempo,ma non potrei allenare)cercherei di farlo giocare in tutte le partite dove c’è la possibilità…piangerebbe il cuore a molti tifosi se dovesse andare via…Ricordo ancora Verdi,qualcuno non credeva in lui e alla fine lui è diventato un calciatore ottimo quell’altro….FVCG sempre!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. granatadellabassa - 2 mesi fa

    Lì davanti c’è troppa concorrenza. E poi bisogna vedere se Mazzarri lì davanti giocherà con il tridente. Penso però che domenica farà uno spezzone…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Toro71 - 2 mesi fa

    Il vero problema è saper gestire tutti questi giocatori. A mio modesto parere Mazzarri dovrebbe attuare maggior turn over in modo da avere giocatori sempre pronti a subentrare e che accettino di buon grado le decisioni del mister sia che vengano utilizzati dal primo minuto sia che vadano in panchina. Su devono sentire tutti titolari. Forza Toro.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. user-14003131 - 2 mesi fa

    Edera come seconda punta o esterno offensivo fa una bella concorrenza…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. tafazzi - 2 mesi fa

    Al momento,purtroppo per lui come esterno d’attacco nel tridente è la terza/quarta scelta. Considerando che Maazzarri giocherà con 2 punte il campo lo vedrà poco.
    Discorso diverso da esterno puro, in questo caso è la terza scelta, ma considerandola fragilità di Ansaldi, Desi e la concorrenza di Berenguer, potrebbe tornare utile soprattutto se si deve rimontare. Molto dipenderà da lui.
    Io ci spero. Quando si posseggo i mezzi come nel suo caso il salto è spesso una questione di testa.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. PrivilegioGranata - 2 mesi fa

    Nel 3-4-3 i titolari in attacco sarebbero il Gallo, centrale, affiancato a dx da Iago e a sx da Soriano. In seconda battuta ci sono Berenguer e Parigini, ma solo come alternative, senza contare che Edera dovrebbe avere la precedenza per meriti acquisiti e bravura dimostrata già nello scorso campionato.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. da sempre Toro - 2 mesi fa

    Penso che Mazzarri debba assolutamente inserire Parigini tra i 14-15 titolaridel Torino!

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy