Toro, Sirigu è una certezza: il primo compleanno in granata ha un sapore speciale

Toro, Sirigu è una certezza: il primo compleanno in granata ha un sapore speciale

Figurine / Il portiere del Torino compie 31 anni

di Redazione tvvarna

Nato a Nuoro, ma cresciuto nella frazione La Caletta di Siniscola, Sirigu si innamora del calcio sin da bambino. Il classe 1987 però, come spesso accade in questi, dà i primi calci a pallone da attaccante. I gol e le giocate offensive però durano poco. Anche per via di una leggera asma che rendeva difficoltoso il suo impiego come giocatore di movimento, Sirigu retrocede presto tra i pali, divenendo con il tempo un portiere apprezzato. Dopo essere cresciuto nelle giovanili del Posada e del Siniscola, Sirigu si afferma ad alti livelli tra le fila del Palermo. In rosanero il portiere sardo conquista la Nazionale Italiana le attenzioni delle big europee. Nell’estate del 2011, si trasferisce poi al Paris Saint Germain, dove diventa presto protagonista grazie alle sue ottime prestazioni.

In Francia, il portiere nato il 12 gennaio 1987 effettuerà le sue prestazioni migliori. Tra le sue onorificenze più prestigiose, si ricorda il record di imbattibilità (nella storia del PSG) infranto nel 2012-2013, superando il primato di 697 minuti che apparteneva precedentemente a Bernard Lama. Nella capitale francese, Sirigu vincerà tutto: 4 Ligue 1, 2 Coppe di Lega, 2 Coppe di Francia e 2 Supercoppe di Francia. L’amore con Parigi però finisce e, dopo 5 anni intensi e ricchi di soddisfazioni, l’estremo difensore sardo si trasferisce in prestito in Spagna, prima al Siviglia e poi all’Osasuna. La voglia di tornare in patria però è tanta. Ecco allora che 27 giugno 2017 arriva la firma con il Torino. Da quel pomeriggio di giugno, Sirigu ha dimostrato in granata tutto il suo valore e la sua esperienza, salvando in più occasioni i suoi compagni con le sue parate. Esperienza, scelta di tempo, sicurezza e non solo. Dopo anni tribolati tra i pali, ora la squadra di Mazzarri può stare tranquilla: c’è Sirigu a difendere la porta. Tanti auguri Salvatore!

1 Commenta qui
  1. Rock y Toro - 11 mesi fa

    Tanti auguri sì, ma che tu li festeggi sempre al Toro, che un portiere così non lo vedevamo da tempo (molto meglio del sopravvalutato Hart!)

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy