Toro, con Mazzarri le cose peggiorano: poker di sconfitte, non accadeva dal 2014

Toro, con Mazzarri le cose peggiorano: poker di sconfitte, non accadeva dal 2014

Approfondimento / Juventus, Verona, Roma e Fiorentina: il tecnico toscano peggiora anche il record negativo di Mihajlovic

di Nicolò Muggianu

È profondo rosso a Torino. All’Olimpico va in scena un vero e proprio film horror per i circa 15 mila tifosi granata, accorsi allo stadio tra le polemiche. La curva Maratona rimane in silenzio per tutti i 90′, ma decide di farsi sentire tramite gli striscioni: “Noi nostalgici di un Toro che non esiste più! Voi pensate solo ai soldi e in campo non lottate più!“. I tifosi chiamano, ma la squadra non risponde. Il Torino non scende nemmeno in campo e al termine di una prestazione impalpabile arriva l’ennesima sconfitta, la quarta consecutiva, che chiude un mese da incubo.

CRISI – Dal 18 febbraio al 18 marzo: gli ultimi trenta giorni sono stati un incubo per Mazzarri. I numeri parlano chiaro: dopo il derby casalingo perso contro la Juventus qualcosa si è rotto, con il Torino che è rimasto fermo a zero punti raccolti nelle ultime quattro apparizioni. A chiudere il poker di delusioni ci ha pensato la Fiorentina. Dopo Juve, Verona e Roma anche la compagine allenata da Pioli ha passeggiato sul corpo inerme di una squadra che ora dimostra di essere in profonda crisi d’identità. Una situazione che nei numeri è persino più preoccupante di quella vissuta dal peggior Mihajlovic. Il tecnico serbo si era fermato a tre: Sampdoria, Juventus e Napoli nello spezzone di stagione dal 4 al 18 dicembre della scorsa stagione. Anche in quel caso le contestazioni non mancarono, ma il Torino riuscì a farsi perdonare e a ritrovare i tre punti contro il Genoa nel match antecedente alla pausa natalizia.

COME VENTURA – Un risultato tanto negativo non arrivava addirittura da quattro stagioni. Era la 26° giornata dell’annata 2013/2014 quando il Torino targato Giampiero Ventura perdeva consecutivamente contro Juventus (1-0), Sampdoria (0-2), Inter (1-0) e Napoli (0-1). Zero punti e zero gol messi a segno in quattro apparizioni consecutive, che costarono al tecnico genovese più di qualche mugugno proveniente dagli spalti. I granata, anche in quel caso fermi a 36 punti in classifica, riuscirono poi a rialzarsi e, grazie anche al 3-1 contro il Livorno, riuscirono a rilanciarsi verso la cavalcata che avrebbe poi portato alla qualificazione in Europa League. A fine campionato i punti furono 57, ma oggi la situazione sembra essere ben diversa.

6 IN FILA – Attenzione adesso a non peggiorare ancora le cose. Già, perché se quattro sconfitte consecutive non arrivavano da circa quattro anni, un passivo peggiore manca addirittura dalla stagione 2006/2007. Quella fu un’annata disastrosa per il Torino, conclusa al 16° posto a un solo punto dalla retrocessione. Un filotto di ben 6 sconfitte consecutive che costò la panchina a Zaccheroni: Inter (1-3), Parma (1-0), Udinese (2-3), Reggina (1-2), Lazio (2-0) e Chievo (3-0). Toccò poi a De Biasi rimettere assieme i cocci e salvare per il rotto della cuffia una stagione pessima. Erano altri tempi, era un altro Torino. Ma i numeri non lasciano spazio a interpretazioni: la situazione adesso è piuttosto critica.

11 Commenta qui
  1. prawn - 7 mesi fa

    Vediamo che dice Serino

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Bito58 - 7 mesi fa

    Sembra che Mazzarri abbia subito capito come farsi prendere in uggia. Certo che far uscire Berenguer e NON far entrare Edera preferendogli Niang …. è stato veramente un suicidio. Ed anche Adem a poco dalla fine. Ha aspettato che le prendessimo? Gli stava piacendo la partita? Ma porca miseria!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. DARIOGRANATA - 7 mesi fa

    Mazzarri ha mostrato i suoi limiti, d’altronde é stato pescato dalla B inglese, altra scelta assurda (di chi, di nuovo Petrachi alla Amauri, Sanchez Mino, Carlao?) cosa speravano? Forse costa poco.
    Ha colpe gravissime e le sconfitte sono sue: sbaglia tutto: la tattica, i cambi, gravissimo i fatto che non sappia motivare minimamente i giocatori che danno prestazioni indegne della maglia che portano, assurdo che non abbia chiesto di rinforzare il centro campo a gennaio, come in qualsiasi bar sport si era capito.
    Attenti perche mancano 5/6 punti alla salvezza con un ciclo terribile in cui la la fila di sconfitte di fila potrebbe allungarsi con una squadra allo sbando, rischiamo di giocarcela nel recupero con il Crotone, che é una squadra certamente più motivata in questo momento.
    Finché Cairo non si renderà conto che non serve cambiare allenatori con una dirigenza che é nulla e che da anni sbaglia in maniera clamorosa i mercati propinandoci bidoni e giocatori bolliti non c’é speranza.
    E non si dica che la colpa é di Miha, l’allenatore suggerisce i giocatori ma chi decide e sceglie le formule di acquisto é il DS con l’accordo decisivo del Presidente. Comprare con obbligo di riscatto un paracarro finito come Rincons scarto dalla gobba poi, ad una cifra del 50% superiore a Donsah, e un insulso che veniva da due campionati falliti come lo sbadigliante vergognoso Niang a 18 milioni é demenziale, da licenziamento in tronco altro che rinnovo.
    Prepariamoci all’esonero di Mazzarri, altro paravento di dirigenti incapaci, meglio prima del mercato che a campionato in corso, speriamo di A, prossimo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. bertu62 - 7 mesi fa

      Tu o stai scherzando, ma non credo, oppure sei il presidente cairo nascosto dietro ad un nick-name!!! MA COME SAREBBE “LA COLPA E’ DI MAZZARRI”???? Mazzarri CHI lo ha messo in panchina? IO no!!! E gli altri fratelli di tifo NEPPURE!!! CHI è stato a mandare via 4 giovani nella finestra di calciomercato di Gennaio E PRENDERE NESSUNO?? IO no!!! E gli altri fratelli di tifo NEPPURE!!!
      Siamo alle solite, c’è sempre qualcuno che va dietro al caprone: se il caprone dice “è colpa di Miha, IO gli ho preso tutti quelli che voleva Lui” allora c’è sempre chi gli crede (ancora) e si dimentica di ragionare con la Sua testa e vedere che Sinisa aveva chiesto Kucka, e non è arrivato, aveva chiesto il terzino sinistro oltre a Barreca, e NON SOLO non è arrivato ma gli ha anche venduto il terzino destro titolare (Zappacosta), aveva chiesto una punta riserva di Belotti e gli ha preso SADIQ….!!!! Adesso il caprone dice “colpa di Mazzarri, non possiamo andare in Europa con la squadra voluta da Sinisa” e la solita pecorona gli crede!!!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. prawn - 7 mesi fa

      Hey il Watford e’ in premier league, lui era stato assunto per salvarli e ci era riuscito con largo anticipo.

      Sparare su Mazzarri quando la squadra e’ una merda che cammina e non corre da piu’ di due anni mi sembra veramente ridicolo e ingeneroso

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. dennislaw - 7 mesi fa

    …appunto, perchè avrebbero dovuto fare panca? Il modulo a prescindere, direbbe Totò…Allegri insegna che si può camnbiare anche di partita in partita e adattarlo alle aversarie e alla rosa. ma è troppo complicato, vedo, per i mister del Torino . ricordo che persino Ventura, nel primo anno di Cerci, dopo 5 sconfitte cambiò e mise Cerci seconda punta e il Toro si salvò.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. prawn - 7 mesi fa

      me le hai viste le partite del toro di mazzarri?

      abbiamo cambiato piu’ moduli negli ultimi due mesi che in 5 anni di toro, pure a partita in corso

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Shimada - 7 mesi fa

    pavoletti zapata e Simeone nn vengono a fare panca

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Bilancio - 7 mesi fa

    Solo un avaro capisce un avaro. Ed il minimo comun denominatore e’ sempre l’immobilismo. Immobilismo, il non cambiare niente, tenere tutto fermo o mascherarlo cambiando cose marginali ma molto ben calcolate per non cambiare niente. L’adorazione del profitto fine a se stesso e la deprecazione di ogni costo. Basta sentire cosa ha detto Mentana riguardo la mancanza di assunzioni per il suo Tg7 in 7 anni di gestione Cairo. E’ un calcolatore e basta. E per ogni azienda un lauto stipendio (giustamente sono sue). 1 milione annuo dalle casse del toro. Parola d’ordine: risparmio!. Cosi anni fa potevi prendere un Ilicic dalla viola a 5 milioni (guarda cosa sta facendo a bergamo) ma erano troppi suvvia!! Conclusione: perche la scuola calcio del toro, il Filadelfia il futuro Robsldo non vengono trasmormati in un mega istituto per giovani commercialisti/ragionieri cosi da abituare subito le giovani leve???

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Scott - 7 mesi fa

    E’ un percorso natuale, peggiorato solo dal calcio anacronistico di mazzarri. Più entrate che uscite, ergo squadra peggiorata già ad Agosto. Una qualunque S.p.A. non può pensare ad una crescita se non investe. Di più, al Toro zero investimenti da anni e neanche riutilizzo delle valenze. Declino naturale ed inevitabile, non è necessario avere la sfera di cristallo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. dennislaw - 7 mesi fa

    visto il Genoa ieri sera con il Napoli: tanto di cappello ai rossoblu per velocità ,grinta , determinazione che hanno messo in seria dfficoltà i partenopei:addirittura il Genoa crea almeno 4 grandi occasioni da goal. Così si può alla fine anche perdere ( ma anche vincere).Bravo Ballardini e brava la squadra…che paragone con il Toro bollito e il suo allenatore.Noi lasciamo in panchina Ljiajc, per Valdifiori e Berenguer, compriamo Niang a suon di milioni , Sadiq vice Belotti ( quando con meno c’erano Pavoletti, Inglese, e alla stessa cifra Zapata , Simeone…ma dimenticavo non rientravano nel modulo…tutte scuse…chissà che non ci sia altro…). Il difetto ,lo ripeto e nella società.Presidente attento che così ti bruci.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy