Toro in numeri: di testa o di piede, Moretti c’è sempre

Toro in numeri: di testa o di piede, Moretti c’è sempre

Il veterano granata è tra i granata più precisi nei passaggi, mentre sa il fatto suo anche sui duelli aerei

Dopo circa un terzo di campionato, è il momento di qualche numero: su TN tornano le statistiche aggiornate di tutti i calciatori granata alla 12° giornata. Curiosità, eccellenze e aspetti da migliorare: tutto questo è “Toro in numeri”.

Emiliano Moretti è e continuerà ad essere una colonna della difesa del Torino: questo anche se, salvo imprevisti, nelle prossime partite potrebbe vedere ridotto il suo minutaggio, visto l’imminente ritorno di Lyanco, il titolare designato. Nel primo terzo di campionato, intanto, il veterano è stato molto utilizzato da Mihajlovic: 8 presenze su 12 partite, più una in Coppa Italia, per un totale di 720 minuti giocati. E il rendimento è stato, come sempre, all’altezza, pur se in qualche frangente non ha potuto rimediare a tutte le difficoltà di una difesa messa in difficoltà da un modulo troppo ardito – il 4-2-3-1 – con cui Mihajlovic ha impostato la squadra.

Scatto di Chiara Brunero

Moretti si fa apprezzare molto per il senso della posizione e la capacità nelle letture, frutto di un’esperienza di quasi vent’anni sui campi del professionismo. I piedi sono, come sempre, non disprezzabili: raramente si vede l’ex Fiorentina, Genoa e Valencia sbagliare un disimpegno o un lancio e infatti è tra i migliori granata per precisione nei passaggi, con il 85.7% di realizzazione. Meglio di lui solo Ljajic, N’Koulou e, a sorpresa, Afriyie Acquah. La media della lunghezza dei passaggi di Moretti è di 20 metri, il che attesta in misura ancora maggiore la qualità e la precisione del giocatore nel momento in cui ha la palla tra i piedi.

Difensivamente parlando, con 2.4 duelli aerei vinti a partita è il secondo miglior difensore granata, dopo un Lorenzo De Silvestri che vanta una struttura fisica molto più possente. I duelli personali con gli attaccanti sorridono al classe 1981 di Mihajlovic, che ne vince il 64%, alla pari con De Silvestri e dietro solo a Lyanco. L’unica vera e propria macchia del campionato del buon Emiliano resta il mezzo liscio con cui, al primo minuto di Torino-Sampdoria, ha favorito la rete di Duvan Zapata. Di testa o di piede, Moretti c’è sempre: pronto all’uso, il veterano resta una pedina importante per Sinisa Mihajlovic.

Il campionato di Moretti
Presenze 8
Gol 0
Minuti giocati 720
Cartellini gialli 3
Cartellini rossi 0
Percentuale di passaggi riusciti 85.7%
Azioni difensive a partita (media) 6
Percentuale di duelli vinti 64%
Media di lunghezza dei passaggi 20m

0 commenti

Commenta per primo!

Recupera Password

accettazione privacy