Toro, il derby pesa ancora: l’approccio contro il Verona è da incubo

Toro, il derby pesa ancora: l’approccio contro il Verona è da incubo

Approfondimento / Squadra stanca e senza idee, Mazzarri: “Interrompiamo questa cabala negativa post-derby”

di Nicolò Muggianu

Dov’è finito il vero Torino? Le scorie post-derby ancora una volta minano le certezze della squadra granata. Belotti e compagni sbagliano completamente l’approccio al match e il Verona, penultimo in classifica e alla disperata ricerca di punti salvezza, sovrasta la compagine di Mazzarri per atteggiamento e tenacia. “Siamo tutti delusi – ha commentato Belotti dopo il 90′ (LEGGI QUI) – È stato un Toro brutto soprattutto nel primo tempo”. 

REGALO – L’amarezza è tanta. Una sconfitta che inevitabilmente rischia di ridimensionare le ambizioni del Torino che, come accaduto nel girone d’andata, non riesce a mandare giù il boccone amaro della stracittadina persa una settimana prima e arriva deconcentrato al Bentegodi. Da Mihajlovic a Mazzarri, la cabala post-derby è rimasta tale. Sin dal 1′ di gioco i granata dimostrano di non avere il piglio e la grinta giusta: la squadra di Pecchia combatte su tutti i palloni, giocando al 110% e sopperendo alla notevole differenza tecnica con una grande grinta. Ma è il Toro a non giocare da Toro: nel corso della prima frazione la squadra appare stanca e priva di idee, non riuscendo quasi mai a rendersi pericolosa dalle parti di Nicolas“Abbiamo regalato il primo tempo al Verona” ha dichiarato un Walter Mazzarri visibilmente scosso e deluso nel post gara (LEGGI QUI). Ma la verità è che se “regali” 45′ minuti all’avversario, a prescindere dalla sua caratura tecnica, meriti la sconfitta. Dopo tanto tempo infatti i granata sono scesi in campo troppo molli, quasi con la convinzione di aver già vinto la partita ancor prima di giocarla. L’epilogo è inevitabile: il Verona ci crede, il Torino no e alla fine sono i padroni di casa a portare a casa tre punti meritati.

VERONA, ITALY – FEBRUARY 25: Simone Calvano (R) of Hellas Verona competes with M’Baye Niang of Torino FC during the serie A match between Hellas Verona FC and Torino FC at Stadio Marc’Antonio Bentegodi on February 25, 2018 in Verona, Italy. (Photo by Dino Panato/Getty Images)

CABALA-DERBY – “Fino al derby mi sembrava che andasse tutto bene – ha continuato Mazzarri – Abbiamo fatto male quasi tutto oggi. Oggi è la prima volta che ho visto la squadra sbagliare l’approccio totale alla partita. Io non faccio da parafulmine: se loro danno il massimo ci sta, ma se sbagliamo così l’approccio non ci sto e non ho problemi a dirlo”.  Insomma, c’è ben poco da salvare: la squadra di Pecchia ha dimostrato una capacità agonistica superiore a quella del Torino e ha vinto con merito. Una cosa però è certa, le scorie del derby si sono sentite eccome. La squadra è parsa timida e spenta, creando poco contro la seconda peggior difesa di Serie A; nonché la squadra con il maggior numero di tiri subiti.Anche Mazzarri non si nasconde: “Speriamo di interrompere presto questa cabala negativa post-derby”. Adesso servirà una scossa perché, a prescindere dai risultati e dagli obiettivi, il Torino visto in campo al Bentegodi, per spirito e identità non è parso il vero Torino.

 

19 Commenta qui
  1. user-13651922 - 7 mesi fa

     Se la formazione granata ieri ha perso 2-1 contro la penultima della classifica le responsabilità sono di tanti: dal singolo calciatore salendo fino a chi, credendo di aver costruito il Torino più forte degli ultimi 20-30-40 anni, il 31 agosto ha ceduto Davide Zappacosta al Chelsea per 30 milioni e a gennaio non ha investito nemmeno un euro per rinforzare una formazione che avrebbe invece avuto bisogno di nuovi innesti, anche solo per completare numericamente la rosa

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. robertopierobo_206 - 7 mesi fa

    In effetti la storia del derby è cosi umiliante da strappare un sorriso. Capisco fossimo usciti sanguinanti ma non eravamo manco sudati a momenti.
    Suvvia….

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. morassut.maur_615 - 7 mesi fa

    Inconcepibile sbagliare l’approccio alla gara, tra l’altro non è nemmeno la prima volta. L’unica amara verità è che abbiamo una squadra ampiamente sopravvalutata, che non può andare in Europa, al massimo va a !

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. CiccioFVCG - 7 mesi fa

    Approccio sbagliato, anzi, sbagliatissimo. Ok, va bene.
    Nel secondo tempo abbiamo giocato e corso per 20 minuti nei quali abbiamo orchestrato un ottimo contropiede concluso, finalmente, con un goal. Abbiamo pressato,recuperavamo palloni, abbiamo avuto qualche altra buona possibilità, ma…non tirando in porta è assai difficile fare goal. Se poi ci prendiamo goal simili (entrambi regalati) allora diventa tutto più difficile.
    Belotti là davanti da solo in questo momento è completamente inutile. Niang è l’unico in palla e va avvicinato a Belotti. Adem quando è entrato è stato l’unico in grado di saltare l’uomo e mettere dei bellissimi palloni (peccato che abbiamo sbagliato il 99% dei cross). De Silvestri è stato bloccato dietro (dettame tattico) per il 90% della partita. Con il centrocampo “tutto fisico e zero tecnica” di ieri è assurdo andare a mettere le 3 punte così lontane tra loro. Vedremo quanto dovremo ancora aspettare per provare Adem libero di svariare tra il centrocampo e l’attacco e Belotti-Niang davanti. Iago lo farei rifiatare per una giornata o potrebbe riproporlo come “falso centrocampista” in una sorta di 4-2-2-2. Se non c’è uno in grado di mettere in mezzo i palloni perché ci ostiniamo ad andare al cross? Ve lo dico io, perché continuiamo a non avere uno straccio di gioco. Contro i gobbi il dettame era “palla lunga sul Gallo” (e non ne ha tenuta una), poi è entrato Niang ed il dettame è diventato “palla a Niang”. Addirittura non accompagnavano l’azione. Io ero allibito dallo stadio si vedeva benissimo. A verona abbiamo fatto peggio, perché loro sono imbarazzanti. Nei 15-20 minuti in cui abbiamo corso li abbiamo massacrati senza farli uscire dalla loro metacampo (e la prima volta che l’han fatto han segnato).
    Concludo questa serie di pensieri sparsi.
    Fatichiamo a sviluppare un gioco, quindi ci affidiamo alle palle lunghe. Se non mettiamo Niang accanto al Gallo di punti ne faremo ben pochi. Se non facciamo giocare Adem che è l’unico in grado di creare superiorità in mezzo al campo non usciremo più dal tunnel. Iago è forte, Niang è in palla, ma…è inutile saltar l’uomo in fascia se poi non sappiamo crossare e concludere l’azione dalla fascia. Ripartiamo dalle basi, proviamo a sfondare dal centro, così magari ritorneremo a tirare in porta.
    Poi…vabbè…leggo che Mazzarri ha visto un “buon TORO” e allora mi accorgo di non capirci niente di calcio, anzi, mi scuso per questo sproloquio.
    Un’ultima cosa: è brutto farsi prendere per il culo da dei milionari viziati. È frustrante.

    F.V.C.G. (anche se il CUORE GRANATA ed il TREMENDISMO GRANATA al momento stanno riposando a Superga in attesa di essere ridestati…)

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Morris - 7 mesi fa

    E’ da poco che seguo il torino e la causa è mio figlio che da Milano ha deciso di diventare tifoso del Toro.
    Guardando alcune partite ho avuto la sensazione che non ci sia tanta coesione tra i giocatori: tipo uno fa gol e gli altri quasi non esultano. Può essere? Se è così poco potranno fare nuovi allenatori, nuovi padroni e molti soldi.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. VG - 7 mesi fa

      Dammi retta, la faccenda è seria con signor valenza, lascia perdere allenatori, moduli e giocatori.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. robertopierobo_206 - 7 mesi fa

      Grande il bocia!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Filadelfia - 7 mesi fa

    Assurdo come si possa dare la colpa al Derby per aver perso contro il Verona penultimo. Perdere contro la Juve di misura ci stà. Perdere contro il Verona assolutamente NO. Si doveva vincere punto e basta. Cosi come si deve vincere contro il Crotone domenica prossima. Stà storia del Derby NON regge + come attenuante. E’ ennessima stagione nata male con la conferma sbagliata di Mihajlovic, proseguita male perseverando dopo disastro post derby e post Firenze nel girone di andata, compromessa come classifica già da mesi che ora stà andando verso un mesto e triste finale.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. user-13693815 - 7 mesi fa

    Ma quale differenza tecnica? La nostra rosa equivale al verona secondo me: molinaro, ansaldi, burdisso, obi, acquah, belotti sono tanto superiori a kean, valoti, ferrari, petkovic…? La verità è che abbiamo una rosa da salvezza tranquilla, STOP.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. francesco.test_780 - 7 mesi fa

    Basta con sta balla del derby, non frega nulla ai giocatori del derby.
    La realtà è che non corrono dall’inizio dell’anno.
    Gattuso arrivato disse che peggio del milan nella corsa c’era solo il Toro.
    Adesso loro corrono e i risultati si vedono, noi sempre peggio.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. MAgo - 7 mesi fa

      Concordo pienamente ! Basta con gli alibi delle scorie…facciamola semplice che complicata non è : FUORI LE PALLE ! Ma no, è colpa delle valenze, del modulo, dello stress… Qui rubano lo stipendio e gli unici ad incazzarci siamo noi !

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. user-13687521 - 7 mesi fa

    TROPPE PAROLE
    CORRERE E PEDALARE IN SILENZIO. …
    FoRza ToRo

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Filadelfia - 7 mesi fa

      Il problema è che NON corrono. Il Torino è la squadra che corre meno in serie A. Ed è (quasi) tutto detto.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. Scott - 7 mesi fa

    Lo aveva detto pure Nostradamus che dopo il derby….

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. steacs - 7 mesi fa

    Il derby non c’entra nulla, è una squadra mediocre e senza pall3 come la società che l’ha costruita.

    Tempo sprecato, se avessro le pall3 sarebbero da cacciarevin blocco, 4 o 5 da tenere e gli altri via, ma poi bisogna spendere… questo è il problema…

    Per quanto mi riguarda possono giocare in uno stadio vuoto fino a che nn si dimostrerà di avere un obiettivo sportivo e si faranno investimenti.

    Mi sono proprio rotto il ca22o!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. user-13693815 - 7 mesi fa

      Firmiamo una petizione per mandare via braccino e petracca e vedrai!!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. VG - 7 mesi fa

    Sì, diamo la colpa al derby, prima eravamo il Barca AHAHAHAHAHAH! Cosa si fa per non criticare signor valenza.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. MAgo - 7 mesi fa

      Critichiamolo pure, sicuramente ha le sue colpe, ma dai…davanti avevamo proprio una squadretta ( lo conferma anche la classifica) ma ci han messo la voglia. E noi ?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. VG - 7 mesi fa

        Scusa egregio, se il capo della banda, braccino, è il primo a non dimostrare affetto per il colore granata, vuoi che i giocatori diano l’anima in campo? Suvvia dài, diciamo la verità.

        Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy