Toro, finalmente un Niang positivo: al momento è lui il vice-Belotti

Toro, finalmente un Niang positivo: al momento è lui il vice-Belotti

Nello scialbo pareggio contro il Genoa il franco-senegalese è stato tra i migliori in campo per i granata: il classe ’94 ha finalmente risposto nel modo corretto alla fiducia, adesso però ci si aspetta un ulteriore passo in avanti

di Lorenzo Bonansea,

Minuto 15 di Torino-Genoa. Niang prende palla sulla destra, si gira e calcia lontano dalla porta di Perin, ma il pubblico applaude convinto. E’ il primo segnale d’incoraggiamento da parte del tifo granata verso un giocatore che aveva sempre deluso le attese, ma che ieri – per la prima volta – ha fatto vedere, seppur ancora a sprazzi, di che pasta è fatto. E’ mancato il gol, è vero, ma la prestazione di Niang contro i rossoblù è stata di gran lunga la migliore della sua esperienza in granata, e questa non può che essere una lieta nuova per Mihajlovic per l’immediato futuro.

TURIN, ITALY – DECEMBER 30: M Baye Niang of Torino FC looks dejected at the end of the serie A match between Torino FC and Genoa CFC at Stadio Olimpico di Torino on December 30, 2017 in Turin, Italy. (Photo by Valerio Pennicino/Getty Images)

Da prima punta, Niang ha fatto vedere alcuni buoni spunti. Al bel tiro al quarto d’ora ha fatto da eco la grande giocata di qualche minuto dopo sulla sinistra, e i due tiri nel secondo tempo che solamente Izzo sulla linea e un grandissimo Perin han fatto sì che non si tramutassero in gol. Nell’ennesimo pareggio anonimo di un Toro che non sa più vincere in casa (solo due vittorie in questo girone di andata per i granata al Grande Torino), il migliore in campo è stato il giocatore più atteso e più (giustamente) criticato di questa prima metà di campionato.

Questo può e deve essere un punto di partenza importante per l’attaccante con l’undici sulla maglia. La vittoria poteva e doveva arrivare, contro un avversario più che abbordabile e che non ha fatto altro che difendersi strenuamente, ma in mancanza dei tre punti, il Toro può consolarsi con un’altra nota positiva: Niang finalmente pare aver trovato motivazioni e dimensione, e al di là del più che giustificato scoramento finale del pubblico per un’altra occasione buttata al vento, anche i tifosi hanno notato un cambio di passo del franco-senegalese. Un cambio di passo a cui adesso occorre dare continuità, per non fare – anche in questo caso – l’ormai proverbiale “passo del gambero“. Di certo, si è visto che Niang ha le caratteristiche fisiche e tecniche per poter fare il vice-Belotti, magari non in pianta stabile, ma all’occorrenza. Un fattore che potrebbe incidere anche in vista del mercato di gennaio e sarà preso in considerazione nel momento in cui si deciderà se andare o no sul mercato alla ricerca di un attaccante.

9 Commenta qui
  1. peter1 - 10 mesi fa

    Una nota di merito per Niang è data dal fatto che le tante critiche piovutegli sul capo, peraltro quasi tutte legittime, sembra che lo abbiano responsabilizzato strada facendo, piuttosto che abbatterlo. Naturalmente la sua stagione al Toro resta finora molto negativa. Speriamo che i gol mancati contro il Genoa li abbia risparmiati per darli alla juve.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. magnetic00 - 10 mesi fa

    probabilmente prenderò una marea di insulti, ma secondo me adesso è belotti il vice niang. Purtroppo i numeri dicono che mister cento milioni sta fallendo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Torissimo - 10 mesi fa

      No, io la penso come te. Però io li farei giocare tutti e due, con dietro Falque, e Ljajic riserva.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. magnetic00 - 10 mesi fa

        ci può stare

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. maraton - 10 mesi fa

          Ljajic tutta la vita come rifinitore. iago potrebbe giocare più vicino al gallo oppure niang. difesa a 3 centrocampo a 4. mazzarri allenatore. vedi che ci divertiamo 😉

          Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. granata63 - 10 mesi fa

    Dopo tante critiche giuste, ottima partita di Njang. Mi dispiace dirlo ma è stato sicuramente migliore del Belotti visto questo campionato. Dell’allenatore non dirò più niente tanto non serve a nulla. Lo dovremo sopportare almeno per questo campionato, spero non oltre.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. abatta68 - 10 mesi fa

    Per la partita di ieri avevo pronosticato un 1-0 con goal di Njang… ci sono andato vicino… purtroppo è il paradosso di quest’anno, ovvero quello di avere un alto tasso tecnico in attacco con ben 4 giocatori (Iago, Ljaic, Njang e Belotti) e di segnare pochissimo! Il problema è il rendimento dei calciatori, c’è poco da fare, sia dal punto di vista fisico (tanti infortuni, difficoltà ad andare in forma e di giocare con continuità), sia dal punto di vista della concretezza e della “giocata facile”, che quest’anno sembra non arrivare mai…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. renato - 10 mesi fa

    Ho visto ieri un Niang come non lo avevo mai visto e ho capito che è una punta e non un’ala/trequartista/qualcos’altro. Come punta se gioca come ieri ci può fare molto comodo ma per favore non mettiamolo in altre posizioni del campo perchè altrimenti ritorniamo a giocare con un uomo in meno, come abbiamo fatto negli ultimi 4 mesi.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Grande Torino - 10 mesi fa

    Stranamente il ragazzo ha ritrovato voglia e impegno cambiando di ruolo. Cosa avvenuta per emergenza e non per riflessione del tecnico. Io ne ero sicuro, non è un bidone ma va guidato e fatto giocare mettendolo a suo agio in un ruolo diverso. Io lo vedrei bene seconda punta dietro il Gallo, forse è azzardato ma lo proverei.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy