Toro, De Silvestri ripaga la fiducia: la concorrenza con Zappacosta ora è alta

Toro, De Silvestri ripaga la fiducia: la concorrenza con Zappacosta ora è alta

Il terzino ex Sampdoria ha dimostrato di stare bene fisicamente e di poter dire la sua: il Torino ha due titolari per un posto, e questo non può che far bene…

4 commenti

Una scelta per molti inaspettata, quella di Sinisa Mihajlovic contro il Sassuolo, ma che alla fine ha ripagato l’intuizione del tecnico serbo: stiamo parlando dello schieramento di De Silvestri al posto di Zappacosta nel ruolo di terzino destro, dopo la prova non particolarmente brillante dello stesso numero 7 contro il Bologna. Un’occasione che l’esperto difensore ex Sampdoria non si è lasciato sfuggire, fornendo una prestazione maiuscola in entrambe le fasi di gioco contro il Sassuolo. Un chiaro segnale a Mihajlovic, ma anche al compagno e amico Zappacosta: sono due i titolari adesso per quella fascia, ma il posto è solo uno.

Soprattutto nel primo tempo, De Silvestri è stato bravo a sfruttare la poca attenzione difensiva di Gazzola, apparso in costante difficoltà sulle sovrapposizioni del terzino dopo gli scambi con Iago Falque. Le occasioni più rilevanti, infatti, nascono proprio dal settore destro dell’attacco granata, come quando – dopo pochi minuti – proprio un cross di De Silvestri innesca Berenguer ad un metro dalla porta, ma lo spagnolo cicca clamorosamente. La prestazione offensiva di De Silvestri culmina con l’assist per la rovesciata di Belotti, ma anche dietro il difensore – nonostante la velocità di Politano e Berardi – si danna per non far rimpiangere Zappacosta, dimostrando che i problemi fisici della scorsa stagione sono fortunatamente un ricordo lontano.

ECCO LA DATA DEL DERBY DELLA MOLE

Una prestazione, quella contro il Sassuolo, completa per De Silvestri, e che dovrà far andare al doppio della velocità Davide Zappacosta: se prima la titolarità del giocatore col numero 7 sulle spalle era pressoché indiscussa, l’ultima grande prova di De Silvestri potrebbe cambiare qualcosa a livello di gerarchie, mantenendo alta la sana concorrenza interna che non può far bene ad una squadra – come il Toro – che può e deve avere sostituti all’altezza in tutti i reparti. E per quanto riguarda la fascia destra, si direbbe non ci siano problemi.

4 commenti

4 commenti

  1. Brawler Demon - 3 settimane fa

    Incredibile, siamo riusciti a perdere 2 buoni calciatori nel giro della Nazionale maggiore.
    Complimentoni!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Simone - 3 settimane fa

    Domenica De Silvestri ha giocato una buona partita ma Zappa è di un altro pianeta.
    Non c’è proprio partita

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Torogranata - 3 settimane fa

      Concordo,Zappa ha ancora moltissimi margini di miglioramento per diventare uno dei migliori terzini destri in Italia.
      DeSilvestri ha fatto un’ottima partita sperando che sia sempre costante,perché anche Domenica aveva fatto la solita caz…sul rigore concesso al Sassuolo e poi annullato dalla Var per un discutibile fuorigioco.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. FVCG'59 - 3 settimane fa

      La concorrenza è sempre un gran bello stimolo e fa bene a tutti, ma nel rispetto dei ruoli: il titolare (Zappacosta, per non finire in panca e rifiatare quando necessario) e la riserva (De Silvestri, per sfruttare le opportunità quando gli vengono offerte).
      Se per una volta ha fatto quello che ci si aspetta da lui, non è che improvvisamente è diventato un fenomeno (nel secondo tempo non ha più varcato la metà campo)…

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy