Toro, De Silvestri e quella concorrenza interna che può stimolarlo

In granata arriverà sicuramente un altro esterno, e "Lollo" dovrà lottare per guadagnarsi le sue chances

E’ risultato uno dei migliori granata sotto la gestione Mazzarri, con gol e assist importanti: Lorenzo De Silvestri è sicuramente uno dei punti fermi di questo Toro, ma anche nella prossima stagione – come nelle precedenti due – non inizierà il campionato con la certezza della titolarità. L’imminente arrivo di un esterno destro (che dovrebbe essere Bruno Peres) alzerà il livello della competizione interna, una concorrenza a cui De Silvestri è ormai abituato.

Il giocatore sembra essere stimolato da questo tipo di concorrenza. Nella sua prima stagione in granata, De Silvestri era di fatto il secondo di Zappacosta ma questo non gli ha impedito di giocare 18 partite e segnare anche un gol. Lo scorso anno, invece, l’arrivo di Ansaldi per sostituire Zappacosta sembra dover relegare ancora una volta Lollo al ruolo di comprimario, con la coppia Molinaro-Barreca a giocarsi il posto sulla sinistra. La scarsa forma di Barreca e la capacità di Ansaldi di giocare anche a sinistra hanno però permesso a De Silvestri di diventare il titolare inamovibile della corsia destra, diventando un fattore vero e proprio in zona offensiva con il passaggio al 3-5-2 dall’arrivo di Mazzarri.

Nella prossima stagione De Silvestri partirà dai blocchi per un altro campionato dagli stimoli personali enormi, visto che anche questa volta il posto potrebbe non essere assicurato. Non un problema per un giocatore che ha dimostrato di esaltarsi nella competitività e nel modulo che Mazzarri poterà avanti anche nel Toro del futuro.

Outbrain
Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie . Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.