Toro, De Silvestri e quella concorrenza interna che può stimolarlo

Toro, De Silvestri e quella concorrenza interna che può stimolarlo

In granata arriverà sicuramente un altro esterno, e “Lollo” dovrà lottare per guadagnarsi le sue chances

di Redazione tvvarna

E’ risultato uno dei migliori granata sotto la gestione Mazzarri, con gol e assist importanti: Lorenzo De Silvestri è sicuramente uno dei punti fermi di questo Toro, ma anche nella prossima stagione – come nelle precedenti due – non inizierà il campionato con la certezza della titolarità. L’imminente arrivo di un esterno destro (che dovrebbe essere Bruno Peres) alzerà il livello della competizione interna, una concorrenza a cui De Silvestri è ormai abituato.

Il giocatore sembra essere stimolato da questo tipo di concorrenza. Nella sua prima stagione in granata, De Silvestri era di fatto il secondo di Zappacosta ma questo non gli ha impedito di giocare 18 partite e segnare anche un gol. Lo scorso anno, invece, l’arrivo di Ansaldi per sostituire Zappacosta sembra dover relegare ancora una volta Lollo al ruolo di comprimario, con la coppia Molinaro-Barreca a giocarsi il posto sulla sinistra. La scarsa forma di Barreca e la capacità di Ansaldi di giocare anche a sinistra hanno però permesso a De Silvestri di diventare il titolare inamovibile della corsia destra, diventando un fattore vero e proprio in zona offensiva con il passaggio al 3-5-2 dall’arrivo di Mazzarri.

Nella prossima stagione De Silvestri partirà dai blocchi per un altro campionato dagli stimoli personali enormi, visto che anche questa volta il posto potrebbe non essere assicurato. Non un problema per un giocatore che ha dimostrato di esaltarsi nella competitività e nel modulo che Mazzarri poterà avanti anche nel Toro del futuro.

5 Commenta qui
  1. peter1 - 2 mesi fa

    De Silvestri la sua avventura granata l’ha cominciata male, stracciato dalla concorrenza di super Zappacosta. Poi, però, lentamente e progressivamente, è andato amalgamandosi al gioco del Toro, dimostrando volontà e capacità di adattamento a quanto gli chiedevano Mihajlovic prima, e Mazzarri poi. Va confermato, a meno che non arrivi un’offerta pazzesca dalla Premier League.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. user-13657710 - 2 mesi fa

    Madama granata- De Silvestri è ormai una sicurezza, gli altri ipotetici innesti dovranno dimostrarlo! Per loro è tutto da vedere ( Nyang docet…).

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. abatta68 - 2 mesi fa

      certo, ma poi non capisco tanto il discorso… ormai tutte le squadre di livello medio-alto ragionano sul fatto di avere 22 titolari, non 11 come negli anni 70! se stiamo qui ancora a ragionare su chi sarà titolare a tutti gli effetti vuol dire che non si è capito cosa intendeva Mazzarri quando diceva “ne voglio due per ruolo, in modo che nessuno si senta messo ai margini della rosa”… ci sono 38 partite di campionato, più quelle della coppa italia, gli infortuni, le squalifiche… ad oggi, anche se parti come ipotetica riserva, alla fine di una stagione una 15ina di partite le hai giocate di sicuro!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. PatSala58 - 2 mesi fa

        Beh… “Ne voglio 2 per ruolo” stride abbastanza con il “Voglio una rosa ristretta” declamato a Gennaio. 2 x ruolo fanno 22 giocatori pronti per il campionato di serie A. Magari!

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. abatta68 - 2 mesi fa

          per rosa ristretta Mazzarri intendeva proprio 2 giocatori per ruolo, non 26 giocatori di cui 4 esterni e 5 terzini, 9 giocatori per utilizzare 2 esterni nel 3-5-2… abbiamo una rosa che non serve a nulla per questo modulo, questo intendeva Mazzarri, mica avere 11 giocatori e 5 panchinari!

          Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy