Toro, affila le corna: solo un gol su palle inattive a favore, e contro l’Inter…

Toro, affila le corna: solo un gol su palle inattive a favore, e contro l’Inter…

Approfondimento / A San Siro servirà sfruttare ogni occasione: i calci piazzati sono un’arma da sfruttare meglio per Mihajlovic

1 Commento

L’anno scorso erano un bel problema, per il Torino di Mihajlovic: parliamo delle palle inattive, calci d’angolo e punizioni, con la difesa granata che – di questi tempi – veniva spesso infilzata di testa dagli avversari. Tanto che Mihajlovic, dopo un Udinese-Torino dello scorso campionato, con una delle sue ormai proverbiali uscite mediatiche disse di volere “fare la testa come un tamburo” in allenamento ai propri uomini, a suon di allenamenti dedicati al gioco aereo. Problemi derivati da una carenza di chili e centimetri, tra difesa e centrocampo, che è stata una delle carenze del Torino della scorsa stagione.

SOLO UNO – Quest’anno le cose vanno leggermente meglio, là dietro, almeno sui calci da fermo. Spostando il discorso sulle palle inattive a favore, invece, il Torino non fa quanto potrebbe. Sì, perchè dei 16 gol fatti, solo uno è arrivato a seguito di palloni calciati da fermo. E’ l’acuto di De Silvestri a Crotone, arrivato in pieno recupero, che ha permesso ai granata di evitare la sconfitta all’Ezio Scida. Le palle inattive a favore sono dunque un’arma che il Torino sfrutta poco o niente: e dire che le potenzialità per fare meglio ci sono.

MORETTI PER IL BIS? – Gente come Ljajic e Falque sono ottimi battitori, con un piede che permette loro di calciare a rete ma anche di proporre parabole interessanti per i saltatori. Che non mancano, alla rosa granata: da Belotti allo stesso De Silvestri, da N’Koulou e l’oggi infortunato Lyanco al suo sostituto Emiliano Moretti. Uno che a San Siro ricordano bene: proprio su una palla inattiva battuta da El Kaddouri e prolungata da Maxi Lopez, il 25 gennaio 2015 arrivò la rete del centrale granata, che portò una delle più belle vittorie dell’era Ventura.  A San Siro, domenica, si prospetta una partita molto difficile per il Torino, che avrà problemi nel costruire azioni da gol: ecco allora che le palle inattive potrebbero diventare un’arma a favore importante. A Mihajlovic e allo staff preparare a dovere la squadra in settimana.

1 commenti

1 commenti

  1. Junior - 3 settimane fa

    La forza dell’Inter è che hanno anche un allenatore molto preparato e capace di far cambiare modulo adattandolo alla situazione.
    Andiamo ad incontrare una squadra fortissima e in palla, spero Miha prepari bene il gruppo, soprattutto a non prenderle e infoltisca il centrocampo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy