Il Toro di Cairo contro le big? Fuori casa è troppo spesso “vittima sacrificale”

Il Toro di Cairo contro le big? Fuori casa è troppo spesso “vittima sacrificale”

Bilancio / Dal ritorno in Serie A del 2012, ha ottenuto un bottino magro in trasferta contro le squadre di punta del campionato, con proprio l’Inter come eccezione. Incide la forbice dei fatturati, ma troppo ricorrente il complesso di inferiorità

3 commenti

Il Torino sta per affrontare l’Inter in campionato, una delle squadre di punta del calcio nostrano, essendo seconda in classifica con un ruolino di marcia invidiabile e secondo soltanto al Napoli, per ora quasi perfetto. I granata vanno a San Siro con la volontà di non essere la vittima sacrificale sul cammino di una squadra che sembra inarrestabile, ma purtroppo il recente passato ricorda alla squadra di Torino che le partite in casa delle “Big” della Serie A hanno portato sempre pochi punti, soprattutto se si prende in considerazione il bilancio dei match fuori casa.

Da quando il Torino è tornato nella massima serie, con il tecnico Giampiero Ventura, il bilancio complessivo dei match contro le cinque grandi squadre d’Italia lontano dalle mura amiche – ovvero Juventus, Napoli, Milan, Inter e Roma – è di due vittorie, quattro pareggi e ben 19 sconfitte. Il bottino è senza dubbio troppo magro per una squadra ambiziosa come quella granata, che in cinque stagioni ha conquistato solo 10 punti contro le Grandi del campionato Italiano. Le motivazioni? Certamente il divario tecnico con le big c’è e c’è sempre stato, dovuto anche e soprattutto alla maggior potenza economica dovuta a una serie di fattori (in primis, la distribuzione dei diritti televisivi). Ma è possibile che il Toro sia più volte incappato anche in un complesso di inferiorità.

Tra i risultati migliori si contano dei pareggi importanti, ultimo dei quali ottenuto proprio allo Juventus Stadium lo scorso anno, in un match terminato tra le proteste per un’espulsione di Acquah a mezz’ora dalla fine che ha cambiato volto al match, con Higuain che è riuscito a segnare il gol del pareggio nel recupero. Andando a ritroso, invece, è contro l’Inter che il Torino ottenne un pareggio quasi storico: in svantaggio di una, fu Riccardo Meggiorini – nella stagione 2012/2013 –  a salire in cattedra al Meazza, segnando due gol incredibili (pareggiati poi da Cambiasso) regalando al Toro un punto cruciale. Per il Torino, il bilancio più nero è contro la Roma, squadra contro cui – in cinque anni – ha collezionato solo sconfitte fuori casa.

Ed è proprio l’Inter la squadra contro cui, negli ultimi anni di Serie A, il Torino ha avuto il bilancio migliore, tra le “Big” italiane: infatti è proprio contro i nerazzurri che i granata hanno ottenuto le uniche due vittorie contro le migliori squadre in Serie A. Quindi, questo dato può essere dalla parte del Toro, soprattutto per il match di domenica, ma sicuramente deve far creare delle riflessioni: i granata sono stati eccessivamente delle vittime sacrificali tra le mura delle “Big”, e anche quest’anno la tendenza non sembra potersi facilmente invertire, perché la squadra di Sinisa Mihajlovic ha già perso il confronto diretto contro la Juventus 4-0. Per poter ambire a risultati importanti in classifica, il Torino ha senza dubbio bisogno di tornare a vincere contro le Grandi d’Italia fuori casa.

# Juventus-Torino Milan-Torino Inter-Torino Napoli-Torino Roma-Torino
2012/2013 3-0 1-0 2-2 1-1 2-0
2013/2014 1-0 1-1 1-0 2-0 2-1
2014/2015 2-1 3-0 0-1 2-1 3-0
2015/2016 2-1 1-0 1-2 2-1 3-2
2016/2017 1-1 3-2 2-1 5-3 4-1
2017/2018 4-0
3 commenti

3 commenti

  1. Giustoro - 2 settimane fa

    Potrebbe essere la partita della verità.
    Un pareggio o meglio ancora una vittoria darebbe una svolta alla stagione ed alle ambizioni del Toro;
    Oltretutto, a mio modesto parere, l’Inter occupa una posizione in classifica superiore alle sue effettive qualità e prima o poi scenderà più in basso.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. abatta68 - 2 settimane fa

    beh… a ben guardare la tabella, le uniche trasferte che hanno portato qualcosa negli ultimi 6 anni sono proprio quelle a Milano contro l’Inter… non mi faccio illusioni, ma tanto… che abbiamo da perdere?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. [email protected] - 2 settimane fa

    l’esperienza dovrebbe insegnare…..se becchi sempre le sberle 2 a 2 fin quando non diventano dispari dovresti cambiare atteggiamento……oppure a malinquore sappiamo come andrà….o quasi (ben inteso mi gratto le palle e spero di sbagliarmi !!!!)

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy