Torino-Verona 2-2, il film della partita: “Harakiri”

Il grande classico del cinema giapponese firmato Masaki Kobayashi a simboleggiare un pomeriggio da dimenticare per i granata

INIZIO DIFFICILE

TURIN, ITALY – OCTOBER 01: Mirko Valdifiori (L) of Torino FC is challenged by Bioty Moise Kean of Hellas Verona FC during the Serie A match between Torino FC and Hellas Verona FC at Stadio Olimpico di Torino on October 01, 2017 in Turin, Italy. (Photo by Valerio Pennicino/Getty Images)

Il Toro ha bisogno di una vittoria (anche convincente!) contro il Verona per mettere in fretta alle spalle la debacle al derby e arrivare alla sosta nel migliore dei modi. Miha si affida a titolarissimi, con Valdifiori a sostituire lo squalificato Baselli in mediana al fianco di Rincon. L’avvio è di marca granata, ma di occasioni vere e proprie ce ne sono ben poche. Il giro-palla dei granata è troppo orizzontale, e anzi il Verona spaventa i ragazzi di Mihajlovic in un paio di occasioni, mettendo a nudo i difetti difensivi dei granata, soprattutto in marcatura.

QUI LE PAROLE DI MIHA
QUI IL COMMENTO
QUI LE PAGELLE
QUI LE PAROLE DI CERCI

IAGO ALL’IMPROVVISO

TURIN, ITALY – OCTOBER 01: Iago Falque (L) of Torino FC is challenged by Daniel Bessa of Hellas Verona FC during the Serie A match between Torino FC and Hellas Verona FC at Stadio Olimpico di Torino on October 01, 2017 in Turin, Italy. (Photo by Valerio Pennicino/Getty Images)

Intorno al 20′ del primo tempo, il Toro perde De Silvestri per infortunio (probabilmente muscolare), con Miha costretto a spendere il primo cambio inserendo Ansaldi. L’impatto dell’ex Inter è molto positivo, e il Toro – anche grazie al terzino – passa: apertura con il contagiri di Ljajic proprio per Ansaldi, che di prima la ributta dentro dove per Iago Falque è un gioco da ragazzi concludere a rete. Il vantaggio galvanizza i granata che attaccano con maggiore convinzione.

QUI LE PAROLE DI MIHA
QUI IL COMMENTO
QUI LE PAGELLE
QUI LE PAROLE DI CERCI

LA PRIMA DI M’BAYE

TURIN, ITALY – OCTOBER 01: M Baye Niang of Torino FC celebrates a goal during the Serie A match between Torino FC and Hellas Verona FC at Stadio Olimpico di Torino on October 01, 2017 in Turin, Italy. (Photo by Valerio Pennicino/Getty Images)

La rete lancia il Toro, che continua a macinare giocate – ma la sensazione è che il Verona sia ancora in partita. Al 35′ paura per Belotti, che rimane a terra dopo un violento scontro di gioco toccandosi il ginocchio destro. Il Gallo sembra aver assorbito la botta e torna in campo (anche se leggermente claudicante), e al 43′ arriva il gol del raddoppio Toro – il primo squillo in granata di M’Baye Niang: azione personale del francese, che entra in area dalla sinistra e buca Nicholas sul palo più vicino. Tutta la squadra chiama il boato del pubblico per il giocatore classe ’94, pizzicato nelle ultime settimane da tifosi e addetti ai lavori.

QUI LE PAROLE DI MIHA
QUI IL COMMENTO
QUI LE PAGELLE
QUI LE PAROLE DI CERCI

TRA SPRECHI E RISCHI

TURIN, ITALY – OCTOBER 01: Vojnovic Lyanco (R) of Torino FC is pulled by his shirt by Bioty Moise Kean of Hellas Verona FC during the Serie A match between Torino FC and Hellas Verona FC at Stadio Olimpico di Torino on October 01, 2017 in Turin, Italy. (Photo by Valerio Pennicino/Getty Images)

Il secondo tempo inizia con il Toro alla ricerca del tris, e le occasioni sono molte e molto ghiotte: la prima è di Rincon, che calcia centrale, e poi è Ljajic a concludere malamente su grande servizio di Belotti. Proprio il Gallo avrebbe sul destro il pallone del 3-0, ma il portiere gialloblù è fenomenale sul suo tentativo ravvicinato. Il Verona comunque non molla e impensierisce in tante situazione la difesa granata, ancora tutt’altro che perfetta. Si spreca e si rischia.

QUI LE PAROLE DI MIHA
QUI IL COMMENTO
QUI LE PAGELLE
QUI LE PAROLE DI CERCI

LA PAURA

TURIN, ITALY – OCTOBER 01: Andrea Belotti of Torino FC lies injured during the Serie A match between Torino FC and Hellas Verona FC at Stadio Olimpico di Torino on October 01, 2017 in Turin, Italy. (Photo by Valerio Pennicino/Getty Images)

Tra 26′ e 32′, Miha toglie un positivo Niang (in maniera sicuramente affrettata) e uno stanco Iago per Boyé e Gustafson, ed è a questo punto che le cose per i granata si complicano e non poco. Al 35′ ennesimo contrasto duro sul ginocchio Belotti, che rimane a terra con le mani sul volto: arriva la barella che porta via il Gallo, visibilmente preoccupato. Il Toro è in dieci, e non è un dettaglio da poco.

QUI LE PAROLE DI MIHA
QUI IL COMMENTO
QUI LE PAGELLE
QUI LE PAROLE DI CERCI

LA FRITTATA E’ SERVITA

TURIN, ITALY – OCTOBER 01: Cristian Molinaro of Torino FC shows his dejection at the end of the Serie A match between Torino FC and Hellas Verona FC at Stadio Olimpico di Torino on October 01, 2017 in Turin, Italy. (Photo by Valerio Pennicino/Getty Images)

Già, perché gli ultimi 5′ di partita sono da mani nei capelli. I granata sbandano da una parte e dall’altra: davanti non c’è alcun riferimento e il centrocampo è fragile da far paura. All’87’, un tiro cross di Cerci viene deviato fortunosamente da Kean alle spalle di Sirigu: l’arbitro consulta la VAR e convalida il gol al Verona. Il Toro è alle corde, l’Hellas crede nel pareggio ed è di nuovo Cerci (indirettamente) a punire la sua ex squadra: cross in mezzo deviato da Molinaro nettamente con la mano, rigore solare. Pazzini trasforma il 2-2 al 90′ inoltrato, calando il sipario su una partita da “Harakiri” vero per i granata.

QUI LE PAROLE DI MIHA
QUI IL COMMENTO
QUI LE PAGELLE
QUI LE PAROLE DI CERCI

Outbrain
Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie . Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.