Torino-Trapani 7-1, granata scatenati: la prima va in archivio con una goleada

Torino-Trapani 7-1, granata scatenati: la prima va in archivio con una goleada

Coppa Italia / I granata passano il turno grazie ad una grandissima prova offensiva: Belotti e Ljajic sugli scudi, in gol anche Berenguer e Iago Falque

7 commenti

Il Torino passa al quarto turno di Coppa Italia, schiantando il Trapani con un eloquente 7-1. Bella prova quella dei ragazzi di Mihajlovic, in controllo per tutta la partita e con Belotti già in forma campionato e mattatore della serata. Segnali positivi, comunque, da tutto il reparto offensivo – che riesce ad andare in gol con ogni titolare. In gol anche Obi e De Silvestri.

Soprattutto nel primo tempo (qui il commento della prima frazione) i granata hanno mostrato i loro lati migliori dal punto di vista offensivo: la pioggia di gol è frutto sì delle abilità individuali (leggasi “Belotti, Ljajic, Iago Falque e Berenguer”), ma anche della buona riuscita degli schemi provati in questo precampionato. Dal punto di vista dei singoli, non può che essere il Gallo Belotti l’uomo copertina, con due gol segnati e altrettanti propiziati; anche Ljajic ha dato buoni segnali in termini di assist (ben tre), mentre Berenguer e Iago hanno trovato il gol con tocchi di pregevole fattura. L’attacco, dunque, si presenta alla grande, mentre in difesa c’è ancora un po’ da lavorare, soprattutto sui calci piazzati.

Dopo il pokerissimo del primo tempo, con Belotti mattatore assoluto il Toro inizia subito a testa bassa la ripresa – dimostrando di non volersi accontentare del 5-1 maturato nei primi 45′ di gioco. La prima grande occasione è per Berenguer: palla a rimorchio per lo spagnolo intorno al 6′, botta a colpo sicuro ma un miracoloso salvataggio sulla linea di Silvestri nega allo spagnolo la gioia della doppietta personale.

I granata controllano agevolmente la partita senza forzare troppo, e arrivano al 6-1 con un’altra, grandissima, invenzione di Adem Ljajic: imbucata perfetta per Iago, che con la punta fa secco il povero Marcone. Miha cambia qualcosa, inserisce Lukic per Acquah e De Silvestri per un ottimo Zappacosta, ma il Toro continua a spingere – andando vicino all’ennesimo gol con Iago, Belotti e poi Ljajic, di punizione. Nel finale, c’è spazio anche per Edera, e per il gol del definitivo 7-1, firmato da De Silvestri con un bel diagonale.

7 commenti

7 commenti

  1. Carlo - 2 settimane fa

    Forza Toro !!!!!! Sempre dai ragazzi!!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. abatta68 - 2 settimane fa

    Doveva essere una sgambata e cosi è stato, ma la cosa importante era vedere un minimo di condizione fisica, di intesa tra i reparti e di applicazione nella tattica. Mi sembra che ci siamo, il gioco che si intende fare si capisce e i giocatori si muovono con i tempi giusti. Certo che manca un attaccante e sarà meglio trovarlo in fretta, perchè di botte Belotti ne prende sempre, anche sul 6-1 e un cambio andrebbe garantito anche a lui. Per il resto, a centrocampo abbiamo visto quelle che dovrebbero essere le riserve… e questo fà ben sperare.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. maraton - 2 settimane fa

    decisamente una partita godibile, con tanti spunti interessanti per noi tifosi: berenguer, obi, n’koulou. penso che quando vedremo giocare a centrocampo rincon quasi non ci crederemo. se prendiamo ancora chi penso io (3 giocatori) altro che E.L. rompiamo le balle a tutti…in primis ai gobbi.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. catartica94 - 2 settimane fa

    Considerando l’avversario non sogno ma ho visto belle giocate il Toro mi è piaciuto nculu c’è ma è tutto da scoprire davanti siamo forti
    dietro ci aggiorniamo a metà rischio alluvioni però meglio rischio che infischio

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Fb - 2 settimane fa

    Trapani e’ Lega Pro
    Speriamo che sappiamo fare cosi anche domenica a Bologna

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Ospunda - 2 settimane fa

    Prova positiva con un bel punteggio rotondo. Certo va tenuto in considerazione il calibro dell’avversario.
    N’Koulou mi pare il difensore che ci serviva: è apparso sicuro e non ha due ferri da stiro. A centrocampo Obi meglio di Acquah. Se il nigeriano starà bene fisicamente potrebbe essere un elemento importante.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. MartinVasquez - 2 settimane fa

    Buona la prima.Ale’TORO!

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy