Torino-SPAL 2-1, le tre sentenze: i valori morali sono risaltati troppo tardi

Analisi / Ecco cosa ci lascia la vittoria di domenica pomeriggio contro la SPAL

LE TRE SENTENZE

Il Torino vince al Grande Torino, con una grande prova d’orgoglio ribaltando il gol di Grassi del primo tempo. Nel secondotempo Mazzarri è decisivo ed i granata riescono a ribaltare il risultato; colpendo con Belotti e De Silvestri dopo un lungo predominio. Andiamo ad evidenziare le tre verità che questa gara ha lasciato in casa granata, ormai giunti al termine del campionato.

MAZZARRI CAMBIA IL MATCH

Dopo un primo tempo chiuso in svantaggio, il Toro ribalta la gara nella ripresa e lo fa soprattutto grazie alle intuizioni del suo tecnico: Walter Mazzarri. L’allenatore livornese getta nella mischia Berenguer al 62esimo minuto ed è proprio il giovane spagnolo a cambiare la gara. La sostituzione per un Ansaldi spento, segna l’inizio della rimonta. Infatti, dopo sei minuti dal suo ingresso sforna l’assist per il decimo gol di Belotti in campionato ed è lui a dare il via all’azione che porta al 2 a 1 finale di De Silvestri liberando in area il Gallo che, in questa occasione, si trasforma in assist-man. Bene anche l’ingresso di Edera al posto di Baselli: il Toro sposta in avanti il baricentro e trova il gol della vittoria. Mazzarri dunque legge benissimo la gara, vince la partita e fa un punto in più di Mihajlovic con una partita ancora da giocare e con una squadra “non sua”: il futuro è ancora tutto da scrivere ma Walter ha già capito da dove cominciare.

I VALORI DEL TORO

Nonostante un campionato avaro di soddisfazioni ed avendo già visto l’obiettivo stagionale sfumare, c’è da dire che questo Toro ha comunque grandi valori morali. Nelle ultime due gare, due rimonte, prove d’orgoglio che mostrano anche un certo senso di attaccamento al gruppo da parte dei giocatori in un campionato che non ha più nulla da chiedere. Contro Napoli e Spal il Toro ha giocato con amor proprio e dignità, senza regalare nulla a nessuno. Purtroppo, i granata hanno mostrato questi valori troppo tardi, quando ormai non serve più e inevitabilmente i rimpianti aumentano ancora.

LA DOPPIA CIFRA E IL GOL DELLA SPERANZA

Alla 37esima giornata di campionato, Belotti raggiunge finalmente il traguardo minimo, ma importante della doppia cifra. Una stagione sotto le aspettative la sua, tra infortuni, errori, sfortuna e una squadra che non ha girato un granché il Capitano è riuscito comunque a segnare 10 gol. Ora c’è da mettere alle spalle quest’annata, imparare dagli errori commessi e ricominciare a lavorare per tornare ad essere il top player del Torino e della Nazionale.

Outbrain
Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie . Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.