Torino-SPAL 2-1, le tre sentenze: i valori morali sono risaltati troppo tardi

Torino-SPAL 2-1, le tre sentenze: i valori morali sono risaltati troppo tardi

Analisi / Ecco cosa ci lascia la vittoria di domenica pomeriggio contro la SPAL

di Marco Notaro,

LE TRE SENTENZE

Il Torino vince al Grande Torino, con una grande prova d’orgoglio ribaltando il gol di Grassi del primo tempo. Nel secondo tempo Mazzarri è decisivo ed i granata riescono a ribaltare il risultato; colpendo con Belotti e De Silvestri dopo un lungo predominio. Andiamo ad evidenziare le tre verità che questa gara ha lasciato in casa granata, ormai giunti al termine del campionato.

8 Commenta qui
  1. user-13746076 - 6 mesi fa

    L’analisi fondamentalmente è corretta per me. Se avessero giocato con la stessa voglia altre partite, vedi Verona, come le ultime 2… Senza scomodare Superga o Tremendismo etc etc, li parliamo di fantascienza.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Pimpa - 6 mesi fa

    Io ci andrei piano a parlare di valori morali in riferimento a un gruppo di giocatori che da almeno sette anni ha dimostrato di non avere amor proprio,orgoglio e forza di carattere ma solo una manciata di segatura fradicia al posto del cuore e/o del cervello.
    Voglio dire: abbiamo pareggiato contro una squadra svuotata dai risultati della Juve e abbiamo vinto contro la Spal.
    Non è un po’ poco per parlare di valori morali?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. BACIGALUPO1967 - 6 mesi fa

      Ciao Pimpa, secondo me pareggiare con pieno merito in casa della seconda in classifica e vincere contro una squadra in pienissima corsa per non retrocedere e quindi motivatissima, per una compagine come la nostra ormai senza obiettivi (guarda la fiorentina contro il Cagliari o la Samp contro il Napoli o il Bologna contro il Chievo…) è sintomo del fatto che mazzarri sa toccare le corde giuste e forse dopo Superga qualcuno ha capito cosa vuol dire indossare la nostra maglia.
      Credimi Pimpa la negatività non porta a nulla di buono.
      Fvcg

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Athletic - 6 mesi fa

        Concordo, personalmente preferisco non tirare in ballo Superga, ma condivido il tuo pensiero. La Spal aveva grandi motivazioni e se non sbaglio veniva da una striscia positiva, così come il Napoli, pur senza grandi motivazioni, ma è pur sempre la seconda in classifica, e ha dimostrato di voler fare risultato, poi non scordiamoci che giocavano davanti ai loro tifosi. Come abbiamo accusato i nostri giocatori di essere molli in tante partite, bisogna dare atto adesso di non aver fatto mancare l’impegno nonostante il nostro campionato fosse virtualmente finito.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. BACIGALUPO1967 - 6 mesi fa

          La Spal prima della partita contro il Toro ne aveva persa 1 sola contro la Roma.
          Pareggiando anche contro gli infami.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
      2. Luke90 - 6 mesi fa

        aggiungo alla lista anche il Crotone… io trovo cmq singolare il fatto che quando si perda se ne dicano tante e quando si vince si debba “necessariamente” banalizzare … o sminuire … Il Napoli, lo scorso anno, alla terz’ultima di campionato ce ne rifilò 5 a casa nostra (e dimentichiamo l’andata) … ora non ricordo quali fossero le motivazioni allora del Napoli…
        E’ stato un anno veramente strano se si pensa non solo ai punti buttati via ma al modo … con responsabilità un po’ di tutti. Certo che pochi avrebbero ipotizzato un campionato come quello di alcuni giocatori sui quali si faceva molto affidamento.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
      3. Pimpa - 6 mesi fa

        Hai ragione riguardo alla negatività.
        Però capirai che l’andamento societario degli ultimi sette anni non induce all’ottimismo.
        Da chi ha dato prova costante e indefessa di non saper fare niente di quello che annuncia, anzi di saper fare fare solo il contrario, io credo che non ci sia da aspettarsi niente di buono per il futuro,ovverosia ci si possa spettare che continui lungo il sentiero tracciato con tanta costanza, determinazione,inettitudine.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
      4. Marino - 6 mesi fa

        Ci andrei piano con queste motivazioni. In primis se devi impegnarti lo fai tutto l’anno, vogliamo vedere che valori ha toccato Mazzzarri con l’Atalanta? Questi si sono impegnati nemmeno due partite, ma due secondi tempi, perchè nei primi hanno camminato e pure lentamente. Poi che le altre squadre non si siano impegnate per nulla (Fiorentina ecc) è vero, ma non mi venite a parlare di valori morali, che gli unici valori dei calciatori sono i soldi.
        La negatività non porta a nulla di buono, vero. Infatti io sulla Coppa dei gobbi sono sempre positivo. Qui invece è 13 anni che sento raccontare balle e vendere i migliori, quale positività ci sarebbero? Che se ci va tutto ma proprio tutto liscio arriviamo noni? C’è da brindare?

        Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy