Torino-Sassuolo, parla Ventura: “E’ difficile giocare con i fischi che arrivano dagli spalti”

Torino-Sassuolo, parla Ventura: “E’ difficile giocare con i fischi che arrivano dagli spalti”

Zona mista / Parla il tecnico granata: “Siamo ad un bivio adesso, tocca a me attraverso il lavoro condurre la squadra fuori da questo periodo no”

di Gino Strippoli

Al termine della partita contro il Sassuolo, ha parlato in conferenza stampa il tecnico del Torino Giampiero Ventura. Ecco il suo commento sulla gara: “ll rigorista delegato era Quagliarella ma ha voluto dare la palla a Sanchez Mino come gesto per recuperare l’argentino dal punto di vista psicologico. Sul gol preso non eravamo messi bene in campo. In questa partita abbiamo creato moltissimo e il risultato é irreale. Abbiamo subito poco senza nulla togliere al Sassuolo. Questa è stata la miglior partita del campionato.

I fischi? Da da parte dei tifosi non mi hanno sorpreso, più che altro sono stati quelli iniziali già al secondo minuto ad avermi stupito. É importante – ha proseguito il tecnico – che i ragazzi capiscano che bisogna avere sempre personalità. Abbiamo messo molte volte i giocatori davanti alla porta avversaria, sia Peres sia Farnerud ma il problema è che non hanno mai tirato in porta ed è qui che dobbiamo fare le riflessioni opprtune sulla personalità e sulla crescita di alcuni di loro. Barreto é fuori per problemi extracalcistici.

A volte perdere così è una mezza fortuna perchè ti fanno capire dove sei e che cosa devi fare per emergere, se vuoi emergere. Siamo ad un bivio: o mi deprimo e mi demoralizzo, oppure con il lavoro dimostro che le occasioni che abbiamo avuto oggi non sono figlie del caso. Amauari in campo contro il Bruges? Sicuramente, ma dobbiamo ricordarci che ha 34 anni e non può giocare tre partite in una settimana. Stiamo ruotando come è normale che sia quando ci sono tanti impegni.”

Non nascondo che questa potrebbe essere comunque la mia ultima conferenza. Ho visto troppe mie parole travisate“, chiosa infine minaccioso il tecnico.

0 Commenta qui

Recupera Password

accettazione privacy