Torino-Sassuolo 3-0, N’Koulou sfiora la perfezione. Se il buongiorno si vede dal mattino…

Torino-Sassuolo 3-0, N’Koulou sfiora la perfezione. Se il buongiorno si vede dal mattino…

La prova del camerunense è quasi perfetta sia in fase di non possesso che in impostazione. E quel sombrero a Politano…

12 commenti

E’ sicuramente una delle sorprese più piacevoli di questo inizio stagione del Torino: stiamo parlando di Nicolas N’Koulou, difensore centrale arrivato dalla Francia dopo una stagione decisamente difficile, e che si sta prendendo a suon di belle prestazioni la fiducia di tecnico e popolo granata.

QUI LE PAGELLE

Dopo la prova convincente contro il Bologna, la partita del camerunense contro il Sassuolo è di quelle da incorniciare. L’affinità con Moretti appare già ben rodata, nonostante questa sia solamente la terza uscita della coppia considerando anche la Coppa Italia, e – in generale – il possente difensore pare inserirsi quasi alla perfezione nei meccanismi difensivi che chiede Mihajlovic. Difesa alta, personalità nel portare la palla e alzare il baricentro, e quel tempismo perfetto nell’intercettazione che infastidisce l’attacco avversario per tutti i 90 minuti, con il giocatore a sporcare le traiettorie dei tanti cross messi dentro da Politano e compagni.

Oltre ai bei segnali in fase di non possesso, c’è poi da segnalare la grande personalità mostrata in fase offensiva. Paradigmatica, in questo senso, l’azione del gol di Belotti, innescata – quasi a perfetto preludio della fantastica rovesciata del Gallo – da un sombrero dello stesso N’Koulou su Politano, con il difensore granata non solo non teme di perdere il pallone, ma ha la capacità di innescare immediatamente De Silvestri sulla fascia, con un tocco più da centrocampista che da stopper.

Insomma, se il buongiorno di vede dal mattino, il Toro potrebbe aver trovato il difensore che per caratteristiche tecnico-tattiche mancava a questa rosa. Il tempo dirà se sarà N’Koulou l’affare dell’anno (a quelle cifre, poi), ma una cosa pare certa: il Toro sta crescendo piano piano in tutte le fasi di gioco, e l’esperienza internazionale del difensore camerunense non può che far bene a questa squadra.

12 commenti

12 commenti

  1. Alberto Fava - 3 settimane fa

    Qualcuno sotto mi ha anticipato, Nicolas e un vero regista difensivo, per certi versi ricorda Bonacci.
    Ma a prima mi sembra meno piagnino e più pulito negli interventi.
    A prima vista, staremo a vedere il seguito..
    Il sombrero di ieri poi, e’ stata una vera perla da applausi a scena aperta.
    Abbiamo sicuramente trovato quello che ci mancava dietro.
    FVCG

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Alberto Fava - 3 settimane fa

      Bonucci sorry

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. WGranata76 - 3 settimane fa

    Senza togliere nulla ai merito del giocatore, l’articolo a mio avviso esagera sul senso di posizione in area e intesa con Moretti,che credo debba ancora migliorare.
    Contro il Bologna ha peccato di posizionamento in due tre occasioni, gol subito compreso. Mentre questa volta ha avuto qualche incertezza,mostrando però miglioramenti, sulle palle crossate in mezzo. Il giornalista ha confuso probabilmente i giocatori, perché almeno 7-8 cross li ha tolti De Silvestri.
    Comunque è un buon acquisto a prima vista, se regge il fisico e non ha infortuni o cali di concentrazione sarà un grande affare per 4 milioni complessivi. Incrociamo le dita e godiamocelo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. iugen - 3 settimane fa

    Io proprio non capisco come sia possibile che la stessa società sia capace di acquistare giocatori notevoli come N’Koulou (e spero Lyanco) e allo stesso tempo bidoni colossali come Ajeti e Carlao.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. maraton - 3 settimane fa

      per quel che può valere il mio parere lyanco è ancora più forte di n’koulou. in quanto agli altri due giocatori i casi sono solo 2: o erano delle scommesse prese praticamente a zero, oppure erano dei favori. l’importantte è non rimetterci l’osso del collo su questi prospetti (tanti soldini)

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. iugen - 3 settimane fa

        Certamente le somme spese non sono paragonabili, ma Ajeti era scarso anche per essere gratis

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. maraton - 3 settimane fa

          però ieri nel crotone la sua porca figura l’ha fatta. chissà che non ci guadagnamo anche li 😉

          Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. skrunk - 3 settimane fa

      Sono d’accordo su N’Koulou, gran bel giocatore, non concordo su Ajeti e Carlao, secondo me qui al Toro non si sono ambientati, ad es. Ajeti in Nazionale ha sempre giocato bene, tenendo presente che gioca per l’Albania… Carlao, sia prima di venire al Toro che adesso, gioca benissimo… e gioca la Champions League… c’è da chiedersi il perchè da noi non hanno ingranato, boh?!?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Alberto Fava - 3 settimane fa

        Questa e una buona domanda. Difficile trovare il motivo, ma è vero quello che scrivi.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. FVCG'59 - 3 settimane fa

    Deve solo mettersi apposto fisicamente e riprendere il ritmo partita (ben venga quindi lo stop per la nazionale), poi questo giocatore potrebbe diventare il perno della difesa per i prossimi anni!
    Personalità, senso della posizione, anticipo, colpo di testa e la capacità di impostare l’azione alla “Bonucci” (ora è un anti-gobbo): facciamo tutti gli scongiuri possibili ma se torna quello prima dell’infortunio, il buon Petrachi ha fatto Bingo!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. torinodasognare - 3 settimane fa

    C’è da essere molto contenti!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. dbGranata - 3 settimane fa

    Davvero un acquisto sorprendente.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy