Il pubblico del Toro, Niang e quei fischi che non fanno bene a nessuno

Il pubblico del Toro, Niang e quei fischi che non fanno bene a nessuno

Focus on / La prova del francese contro la Roma non è stata tra le peggiori, ma il Grande Torino lo prende di mira

38 commenti

Niang e i tifosi del Torino: un rapporto ormai complicato, nato tra lo scetticismo e che oggi pare compromesso, con il giocatore che dovrà gestire anche il problema costituito da un pubblico che lo sopporta a fatica. Arrivato sotto la Mole per una cifra complessiva di 15 milioni che lo ha reso l’acquisto più oneroso della storia del club, il senegalese aveva una responsabilità non da poco da portarsi sulle spalle. A causa di una precaria tenuta fisica e di un ritmo partita che tarda ad arrivare però, non si è ancora visto il vero Niang, e ora i tifosi granata iniziano a spazientirsi. La partita contro la Roma ne è stata la prova: il senegalese non sfonda, ma per la verità nemmeno demerita, e i tifosi accompagnano la sua sostituzione con una sonora pioggia di fischi.

Una reazione eccessiva? Forse sì. I fischi sono da un certo punto di vista comprensibili. Ci si aspettava di più da lui, specialmente dal punto di vista dell’atteggiamento e della capacità di calarsi al meglio nella parte. Lo sa bene Sinisa Mihajlovic, che pure nel post-partita ha preso le sue parti: “Niang deve crescere. Sicuramente non sono soddisfatto e non lo è neanche lui, ma non sono stati buttati i soldi per acquistarlo. Bisogna aver pazienza”. La pazienza dei tifosi però sembra essere arrivata al limite:Non gioca con continuità da due anni. Dall’oggi al domani, non è che può cambiare tutto. Guardate Iago Falque: nei primi tre mesi di Toro non sembrava lui, poi ha iniziato a giocare. Ci vogliono tempo e pazienza”. Se da un lato è vero che per vedere il vero Niang servirà tempo, dall’altro i dati smentiscono il mister serbo. Nelle ultime due stagioni infatti, il senegalese ha raccolto un totale di 55 presenze: 21 nel 2015/2016, dove fu fermato solo da un incidente stradale, e ben 34 nel 2016/2017 quando, tra Milan e Watford, scese in campo quasi in tutte le partite a disposizione.

Torino’s forward M’Baye Niang from France (C) fights for the ball with AS Roma’s midfielder Kevin Strootman (R) from Netherlands during the Italian Serie A football match Torino Vs Roma on October 22, 2017 at the ‘Grande Torino Stadium’ in Turin. / AFP PHOTO / MARCO BERTORELLO (Photo credit should read MARCO BERTORELLO/AFP/Getty Images)

Certo, l’approccio viste le premesse non è stato felicissimo. Contro la Roma però, il senegalese è stato tra i migliori dell’attacco granata: Ljajic è risultato spesso nervoso e insofferente, mentre Iago Falque non è mai riuscito a rendersi pericoloso. Niang non ha certo giocato la partita della vita ma, soprattutto nei primi 45′, ha mostrato sprazzi di buona qualità. Il numero 11 granata infatti, ha messo lo zampino in quasi tutte le principali azioni da gol del Torino. È vero, il suo atteggiamento a tratti indisponente non aiuta certo i tifosi a prenderlo in simpatia, però la pioggia di fischi che ha accompagnato la sua sostituzione pare quanto meno eccessiva, con il rischio che possa diventare controproducente.

GUARDA LA FOTOGALLERY: Curva Primavera, la protesta davanti allo stadio

Il classe ’94 infatti, ha dimostrato di essere un giocatore molto emotivo e un clima più disteso lo aiuterebbe forse a sbocciare più in fretta. Certo, gli applausi bisogna meritarseli. Ma si pensi ad esempio a Ljajic o Iago Falque che non riuscirono ad impattare immediatamente al Torino, o allo stesso Belotti che dopo un girone d’andata tra luci e ombre, si sbloccò soltanto nel girone di ritorno. Coincidenze? Chissà. Di certo c’è che i fischi a Niang non fanno bene davvero a nessuno.

38 commenti

38 commenti

  1. peter1 - 1 mese fa

    Ciò che irrita nell’affare Niang non sono tanto le sue prestazioni non convincenti, quanto l’ipervalutazione del giocatore, assolutamente non in linea non solo con il suo effettivo valore ma anche in relazione al suo non esaltante curriculum. La sensazione che il Milan lo abbia sbolognato al Toro è molto giustificata.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. rza78 - 1 mese fa

    Condivido alla grande. Scrivere forza Toro è scontato e non significa essere più tifosi di chi spera (anche se quasi sicuramente inutilmente) che possa arrivare alla società il messaggio che mi sembra condiviso dalla stragrande maggior parte della tifoseria granata, e cioè che il nostro attuale allenatore sta facendo dei seri danni. Non sono d’accordo con chi parla di traghettatore…ci vuole un tecnico che inizi già ad impostare il lavoro per i prossimi anni. Non so se sia una voce priva di fondamento ma nelle ultime settimane è circolato tra gli altri il nome di mazzarri. Non intervenendo ora rischiamo di ripetere la stagione dello scorso anno: a novembre crisi profonda poi la ripresa (inevitabile perché la realtà dice che il nostro organico è superiore a quello di almeno 12-13 squadre del campionato) e ad obiettivo sfumato il triste finale di campionato con chicche indimenticabili come lo 0-5 in casa con il napoli ed il primato del maggior numero di gol presi dal dopoguerra. Quando un progetto dopo un anno e mezzo non è decollato per me significa che è FALLITO. Mi piacerebbe sbagliarmi ma temo che al di là delle parole di convenienza questo sia già il pensiero anche della società

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. BAVARO GRANATA - 1 mese fa

    i fischi a niang sono solo la punta dell iceberg . la gente è stufa di essere presa per il culo dalla società e dal guru di turno .vengono commessi erroti tattici e di scelta dei giocatori talmente evidenti che neanche nei dilettanti si vedono .
    Inoltre questa assoluta mancanza di meritocrazia nn può che destabilizzare lo spogliatoio . Vorrei ricordare a tutti che a 23 ANNI DOPO ESSERE ARRIVATO A FINE AGOSTO il ragazzetto viziato ha avuto tutto il tempo per crescere nella condizione atetica ( siamo a fine ottobre……. ) il problema che non ci sta con la testa e il carattere e un giocatore da play station .SU MIHALOVIC abbiamo sbagliato in tanti purtroppo. anche io dopo 5 anni di passaggi all’indietro e di ” conoscenze” speravo finalmente di vedere in campo IL TORO invece devo ammettere che il serbo non capisce veramente nulla di tattica e di psicologia .Una società seria e competente sarebbe già intervenuta invece nulla si muove ma tra 2/3 settimane la calssifica sarà talmente brutta che saranno costretti ad afffrontare il problema .
    qualcuno critica i fischi ma se ci fosse ancora gente come FERRINI niang e llyaic li prendere bbe a calci in culo ad ogni allenamento sino a quando n ncapiscono cosa vuol dire giocare nel toro !!! altro che fischi tanti in calcio in culo …

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. sysma_558 - 1 mese fa

    Per me fischiarmi ora è sbagliato, ma mi domando, se non è pronto e così emotivo che kaxxo lo mandi a fare in campo ?!?!? Se è anche un problema di forma fisica irrinunciabile con la sua stazza tirali a lucido prima. E poi mi chiedo perché Berenger non ha avuto lo possibilità di essere atteso e lo ha praticamente bruciato ?!?!?! Tra l’altro se non erro ha fatto anche il terzino quindi dovrebbe dare più copertura……o magari provarli insieme??????

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. paolo64 - 1 mese fa

    Continuate cosi. Continuate a fischiare. Cosi fate bene alToro. Siete tutti , o vi sentite tali, super esperti di calcio. Vi siete illusi di avere una grande squadra. Contro la Roma ilToro ha fatto una buona partita . Ha giocato contro una squadra superiore. Forza Toro.
    ,

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. spelli_446 - 1 mese fa

      Superiore sulla carta…forse , in pratica la Roma ha fatto poco o nulla e se una squadra vuole puntare all’EL non deve chiudersi in difesa per paura del nome dell’avversario ma dopo uma fase di studio deve capire che la si può combattere ad armi pari e anche di più. Ce la facciamo nei pantaloni ancora prima di giocarcela ? Che fine fine ha fatto lo spirito Toro ?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. forzatoro - 1 mese fa

    ieri pomeriggio ancora uno scempio tattico…la Roma era inguardabile, non stava in piedi, se ci fosse stata una squadra minimamente “quadrata” le avrebbe fatto un paio di pappine.
    Niang e il giovane Sadiq non sono stati poi così male ma che involuzione nel gioco….non riusciamo più ad uscire palla al piede dall’area senza rischiare la figuraccia! Rincon e Baselli da soli non possono avere lo spunto per ripartire…uno fra il serbo, lo spagnolo e Niang in questo momento è di troppo.
    FVCG sempre!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. spelli_446 - 1 mese fa

    Ragazzi ,fischi o non fischi se Mercoledi’ si perde anche con la Viola prevedo un’epidemia di attacchi di gastrite….

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. rza78 - 1 mese fa

    Cari fratelli se lo tenesse fuori dal suo punto di vista sarebbe come fare mea culpa. E comunque tutto sommato ha senso non bruciarlo subito perché pare che oltre a far vedere il suo talento 1 volta su 10 abbia una tenuta psicologica alquanto fragile. Insomma il classico giocatore sul quale puntare quasi tutte le fiches a disposizione. Purtroppo questa sarà una delle ragioni per cui ci toccherà assistere ai deliri tattici del suo mentore fino a giugno perché mr valenza non può permettersi di veder finire in panchina il giocatore per il quale ha speso quanto mai ha speso per un singolo giocatore e perché la rosa è stata costruita dal fantoccio che abbiamo in panchina per giocare con un modulo che nessun allenatore con un po’ di senno riproporrebbe

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. Baccoro - 1 mese fa

    Col suo fisico niang dovrebbe almeno arrivare a colpire qualche volta la palla di testa non fare finta. Ved gol di alex sandro e quasi gol su corner di ieri. Sembra quasi che abbia paura di farsi male alla testa o di sporcarsi.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. Granata1950 - 1 mese fa

    I FISCHI SONO DA DIVIDERE CON ALLENATORE(SE SI PUÒ CHIAMARE COSI)PERCHÉ QUELLO CHE FA IN ALLENAMENTO E QUELLO CHE FA IN PARTITA QUINDI FINCHÉ NON è IN FORMA NON DEVE GIOCAREEEEE. ODIO LE MERDE MA STATE TRANQUILLI CHE CHI NON CORRE NON GIOCA.DA NOI INVECE GIOCANO I RACCOMANDATI.UN ALLENATORE VERO DURANTE LA SETTIMANA PROVA DIVERSE SOLUZIONI PER INVENTARSI NUOVE SOLUZIONI SOLO COSI(PENSO)PUÒ VALORIZZARE TUTTA LA SQUADRA.VEDIAMO MERCOLEDI

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. magnetic00 - 1 mese fa

      tutto parte da chi guida la barca, in questo caso il signor Cairo, Petrachi e quel fac simile di allenatore che ci ritroviamo. Anch’io odio le merde, ma come dici tu loro sono più seri con la disciplina.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. vittoriogoli_467 - 1 mese fa

    I fischi non erano per Niang che non ha colpe se é stato ipervalutato, lui é così come é stato visto ieri.
    I fischi erano per l’allenatore, raramente ho visto una persona alla guida di una squadra tanto rifiutata dai tifosi e o i nostri tifosi sono tutto stupidi o effettivamente quest’uomo sta distruggendo il Toro.
    Es a caro prezzo

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. FVCG'59 - 1 mese fa

    Io Niang lo difendo perché:
    1. Ieri si è dato da fare ed è stato uno dei pochi a creare pericoli alla Roma
    2. Sono quasi 2 anni che non gioca con continuità e ci vuole tempo a rimettersi in sesto
    3. Si vedono le potenzialità che ha ma deve trovare la forma per esprimerle come sa.
    Non difendo il mister invece, che lo ha buttato in campo fuori condizione ed esponendolo alle critiche dei tifosi e giornali: così lo rovini ed infatti si è beccato dei fischi assolutamente fuori luogo!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  13. Athletic - 1 mese fa

    Io sono dell’opinione che durante la partita non vada fischiato nessuno, al contrario, bisogna sostenere i giocatori il più possibile. Ma a fine partita o quando uno esce, non vedo perché non si possa esternare il proprio pensiero. Io non ho l’abitudine di fischiare, ma idealmente sto con quelli che lo hanno fatto. Poi scusate, abbiamo un mister che umilia e boccia i nostri giocatori ad ogni conferenza stampa, e poi facciamo le verginelle se i tifosi fischiano? Ma parliamo di cose serie, dai.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  14. spelli_446 - 1 mese fa

    Concordo. E pensare che gli addetti ai lavori, giornalisti e tecnici hanno dato un voto alto al mercato del Toro indicandolo sicuramente come protagonista per la conquista dell’EL. Allora che sta succedendo ? Non attacchiamoci all’infortunio di Belotti per favore…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  15. SteGranata77 - 1 mese fa

    Opinione personale, non è una questione di Mister o di calciatori, è questione di appartenenza:

    Guardate dal 6:00 al 6:40 cosa voleva dire sentirsi parte di una squadra e trascinarla, manca questo secondo me, fare paura agli avversari solo con lo sguardo: onestamente quello sguardo lo vedo solo in Rincon, per gli altri è solo “lavoro” .

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  16. rza78 - 1 mese fa

    I fischi a Niang sono da leggere come fischi a chi l’ha voluto imponendo l’acquisto più oneroso della nostra storia a petrachi e mister valenza che mai lo avrebbero preso.
    Stesso si dica per gli applausi a peres in attesa che zappa torni al grande torino (in amichevole).
    L’errore di base è stato confermare un tecnico (?) che già l’anno scorso di questi tempi era stato sull’orlo dell’esonero per gestione dissennata dello spogliatoio errori tattici ai limiti del dilettantismo e nessuna idea di calcio degna di farti considerare un allenatore da calcio professionistico.
    Ieri ha detto che lui le punizioni le metteva più vicine all’incrocio dei pali.
    A giocare a calcio effettivamente era bravo

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  17. Alberto Fava - 1 mese fa

    Mah , quello che scrive Muggianu e condivisibile.
    A mente fredda, magari il giorno dopo.
    Ma allo stesso tempo chi va allo stadio, paga biglietto o abbonamento e’ logico che si aspetti di più .
    Il diritto di fischiare o applaudire vale tanto allo stadio come a teatro.
    Gli attori sono professionisti profumatamente pagati, e conoscono bene i rischi del mestiere.
    Anche se ragazzini , sono professionisti con tanto di procuratore sempre pronto a battere cassa .
    Secondo me il Mister dovrebbe valutare se tenerlo fuori per qualche turno, e farlo rientrare quando pronto.
    Secondo me , da quanto visto finora pare non esserlo, e purtroppo non solo lui.
    Ma quest’articolo si riferisce esclusivamente alla prestazione di Niang , e non voglio andar fuori tema.
    Per me al momento insufficiente, speriamo in meglio e presto.
    FVCG e dai, forza Niang preparati bene, vedi di meritarti degli applausi al posto dei fischi dei tuoi Tifosi.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  18. KEYPAX - 1 mese fa

    Qualche settimana fa scrissi: Mihalovic “brucerà” Niang. Così è stato. Ieri non ha giocato neanche così male,rispetto alla squadra, ma il pubblico dopo avergli perdonato 5/6 partite penose, non gli fa passare più nulla. Incapace l’allenatore che lo avrebbe dovuto tenere fuori prima. La gestione di Niang è come quella della squadra, senza senso.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  19. granata - 1 mese fa

    Caro Nicolò, hai ragione a dire che ieri i fischi sono stati una reazione eccessiva alla prestazione di Niang, ma non si può negare che da lui ci si aspettava molto di più, sia in considerazione di una valutazione molto alta (mi pare che oltre ai 15 milioni di cui dici, ci siano altri 3 di bonus) sia di dichiarazioni dei vertici societari che lo dipingevano come una sorta di novello Maradona. Invece si tratta di un giocatore incostante nella prestazione. A volte sembra svogliato e ha ragione chi scrive in questo forum che, nonostante l’ altezza considerevole, è assai carente nel colpo di testa (vedi ieri sul corner della Roma che per un pelo non ci è costato il goal). La gente pensa giustamente: ma era proprio l’ uomo che ci serviva? Oltretutto è giunto dopo settimane in cui sembrava che arrivasse Zapata, giocatore di ben altro carattere e incisività. Durante la campagna acquisti in molti abbiamo invocato una seconda punta di peso, sia per affiancare Belotti sia per sostituirlo degnamente in caso di infortunio (eventualità che la società non ha minimamente preso in considerazione). Ma Mihajlovic sembra non avere la necessaria duttilità mentale per cambiare modulo. La squadra è debole a centrocampo, dove uno dei due mediani è Baselli che sta tornando alla sua “normalità” di giocatore valido tecnicamente, ma leggerino fisicamente. E così ci ritroviamo con due playmaker, Baselli e Ljajic, che non hanno capacità di contenimento e di spinta. Mi sto convincendo che bisognerebbe sacrificarne uno dei due (meglio se Baselli) per fare posto a un secondo vero mediano da affiancare a Rincon. In attacco invece le carenze sono per ora irrimediabili: Sadik è un ragazzino acerbo per la Serie A, di Niang ho già detto, Boyè è un solista e non la caccia mai dentro ed Edera è un punto interrogativo. Era prevedibile, così come erano prevedibili i forfait di Obi, l’ inutilità di tenere Gustavson e di prendere un Burdisso, l’ azzardo di affidarsi a un Berenguer “protagonista” della retrocessione dell’ Osasuna in Serie B. Pesa come un macigno l’ errore di essersi lasciati soffiare dalla Lazio Immobile per 8 milioni di euro. Un errore marchiano, colossale: se un dirigente della Cairo communication ne avesse fatto uno analogo il nostro presidente l’ avrebbe cacciato. Invece nella fragile dirigenza del Toro se ne stanno tutti soavemente in panciolle.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. prawn - 1 mese fa

      Son d’accordo con tutto (come spesso accade con i tuoi posts!) ma tra Baselli e Ljacic terrei Baselli.

      Si lo so che Ljacic a volte fa delle magie pazzesche e che e’ un giocatore di un altro mondo rispetto a baselli e che ci risolve pure le punizioni ma non credo che ce lo possiamo permettere, alla fine della fiera secondo me una squadra con il budget del toro deve avere 11 Tori in campo, 11 a difendere, 11 ad attaccare.
      Gli anni con un minimo di godimento, il Mames per esempio aveva 11 giocatori con grande grinta in campo.

      Mi sono preso la briga di guardarmela quella formazione:

      Padelli – Sirigu e’ più forte? Siamo li, Padelli con una difesa che da fiducia poteva ancora fare bene

      Maksi> N’Kolou e’ li, sanno entrambi far ripartire la squadra, Maksi cmq secondo me era più elegante…
      Glik: anime’ il capitano manca sia dietro che davanti, non segnano mai dai calci d’angolo, e domenica ne abbiamo tirati ZERO!!!
      Moretti: Moretti… e’ solo più vecchio

      Darmian: beh inutile sparare sulla croce rossa, De Silvestri e’ da serie B
      Vives: cuore buttato via troppo in fretta, ci dava l’anima. Manca uno cosi’, al momento non mi pare che Rincon stia dando quanto promesso, forse penalizzato dal centrocampo a 2
      Gazzi: un altro buttato via troppo in fretta, in tempi dove abbiamo un pacco di infortunati
      El Kadd: l’eterna promessa, ma per quello visto finora sicuramente meglio di tante altre ‘meteore’ passate da torino (Boye, Niang, Berenguer)
      Molinaro: c’e’ ancora, ma qua giocava nel centrocampo a 5, dove può ancora fare bene, non come quarto difensore!
      Lopez: la lavatrice, pancetta, vita sregolata ma quanta grinta e che tocco. Iago va bene, anche se gioca solo con un piede e ogni tanto si spegne completamente
      Quaglia: venduto in fretta e furia, era nei casini, sta facendo bene alla Samp. Ok Il gallo e’ meglio.

      Quella squadra aveva cuore, fame e voglia, prendi quella squadra e metti baselli al posto di El Khad d e siamo a posto!

      E invece no, siamo involuti

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. prawn - 1 mese fa

      Son d’accordo con tutto (come spesso accade con i tuoi posts!) ma tra Baselli e Ljacic terrei Baselli.

      Si lo so che Ljacic a volte fa delle magie pazzesche e che e’ un giocatore di un altro mondo rispetto a baselli e che ci risolve pure le punizioni ma non credo che ce lo possiamo permettere, alla fine della fiera secondo me una squadra con il budget del toro deve avere 11 Tori in campo, 11 a difendere, 11 ad attaccare.
      Gli anni con un minimo di godimento, il Mames per esempio aveva 11 giocatori con grande grinta in campo.

      Mi sono preso la briga di guardarmela quella formazione:

      Padelli – Sirigu e’ più forte? Siamo li, Padelli con una difesa che da fiducia poteva ancora fare bene

      Maksi> N’Kolou e’ li, sanno entrambi far ripartire la squadra, Maksi cmq secondo me era più elegante…
      Glik: anime’ il capitano manca sia dietro che davanti, non segnano mai dai calci d’angolo, e domenica ne abbiamo tirati ZERO!!!
      Moretti: Moretti… e’ solo più vecchio

      Darmian: beh inutile sparare sulla croce rossa, De Silvestri e’ da serie B
      Vives: cuore buttato via troppo in fretta, ci dava l’anima. Manca uno cosi’, al momento non mi pare che Rincon stia dando quanto promesso, forse penalizzato dal centrocampo a 2
      Gazzi: un altro buttato via troppo in fretta, in tempi dove abbiamo un pacco di infortunati
      El Kadd: l’eterna promessa, ma per quello visto finora sicuramente meglio di tante altre ‘meteore’ passate da torino (Boye, Niang, Berenguer)
      Molinaro: c’e’ ancora, ma qua giocava nel centrocampo a 5, dove può ancora fare bene, non come quarto difensore!
      Lopez: la lavatrice, pancetta, vita sregolata ma quanta grinta e che tocco. Iago va bene, anche se gioca solo con un piede e ogni tanto si spegne completamente
      Quaglia: venduto in fretta e furia, era nei casini, sta facendo bene alla Samp. Ok Il gallo e’ meglio.

      Quella squadra aveva cuore, fame e voglia, basta continuare a crescere da li, alzare l’asticella

      E invece no, siamo involuti, abbiamo buttato via 5 anni di pianificazione per accontentare il Ciarlatano

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  20. prawn - 1 mese fa

    Comunque non vedo l’ora di leggermi l’articolo di Serino Rampanti

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  21. prawn - 1 mese fa

    Fischiare Niang non serve a niente, visto che cmq, anche se moooolto lentamente, il giocatore sta leeeentamente tornando in forma.
    Resta il dubbio che non possa mai difendere (e infatti ieri ha fatto un pacco di falli, beccandosi pure un ammonizione).
    Putroppo la pazienza e’ finita, per quanto il Ciarlatano in panchina chieda pazienza.
    La gente allo stadio va per vedere uno spettacolo e ieri si e’ cercato di bloccare la Roma con del non-gioco e con un finto schema offensivo dove gli attaccanti facevano interdizione a centrocampo.
    Sara’ un genio incompreso Miha, uno che ha basato l’intera campagna estiva a comprare attaccanti, a disfarsi di Maxi, che sarebbe stato ottimo ieri, a disfarsi di benassi che ieri avrebbe fatto bene in un vero centrocampo di interdizione e ri-partenza.

    Il toro, gia’ l’anno scorso o attaccava o subiva. Ma almeno Boye, per quanto pasticcione e poco concreto riesce a coprire un minimo a sinistra. Berenguer bocciato (ok faceva pena nelle prime due tre partite ma pena tanto quanto Niang!) e cmq Berenguer e’ più centrocampista di Niang.

    La follia di volere Sadiq come vice Gallo poi! Lui non lo bocciamo?! E Miha, me le ricordo le interviste, che dice e’ cresciuto tanto da quando e’ arrivato (?!!!) ma che faceva prima, prendeva a calci Ljacic?

    Il toro deve liberarsi di Niang, Ljacic e Mihalovic, al più presto, se li vuole qualcuno, magari in Cina.

    Un 4312 andrebbe più che bene visto che cmq c’e’ da rifondare un centrocampo.

    Qualcosa del tipo:

    Ansaldi N’Kolou Lyanco(Moretti) Barreca
    Acquah Valdifiori Rincon
    Baselli
    Iago Gallo

    Squadra solida, con un minimo di ordine, di testa e copertura sulle fasce.

    Ora il Gallo e’ infortunato, prova Boye, prova Berenguer, un primavera.

    Ormai sogno che venga un altro allenatore, che metta in disparte i viziatelli di Miha e faccia ripartire il progetto interrotto dal Ciarlatano Serbo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  22. granatadalegare - 1 mese fa

    Io credo che I fischi siano stati liberatori per un pubblico che ha le p…. piene di assistere a dei cambi oltre che scelte incomprensibili di questo ‘ Allenatore ‘ . A Verona e ieri ritengo che Niang abbia fatto vedere miglioramenti nell’andare via all’uomo ed e’ stato sostituito entrambe le volte. Le precedendi 5 partite ( compreso il derby ) e’ rimasto in cambo a dir poco imbarazzante , si giocava con un uomo in meno , psicologicamente e senza corsa e voglia di correre , ma lasciato in campo perche’ bisognava dargli fiducia a detta del ‘Mister ‘ . Abbiamo perso punti importanti per strada oltre che aver fatto delle figuracce. Vedo calciatori che sono in campo , che non sanno cosa fare , sotto la guida di un ‘Signore ‘ che non e’ una guida …. e pensare che oltre I suoi pupilli in campo si e’ portato in squadra ben 10 preparatori praticamente 1 per calciatore titolare ….. ed il risultato si vede. Bravo, I miei complimenti a te e chi ha creduto in un ‘ Personaggio ‘ – Mihalovic che aveva alle spalle una grande esperienza e storia (NEGATIVA) x il NS TORO !!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  23. drino-san - 1 mese fa

    Poi i fischi come al solito sono lo sfogo dei falliti che vanno allo stadio a sputare bile

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  24. drino-san - 1 mese fa

    Se vuoi giocare con Niang o lo metti punta centrale o fai il 4-3-3 dove puo’ anche non tornare

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  25. fabrizio - 1 mese fa

    Articolo un po’ fazioso. Peccato che Falque non sia stato pagato 11 milioni di Euro e fatto passare per un fenomeno

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  26. Scott - 1 mese fa

    Chissà che invece non si svegli e capisca che nel Toro si corre e si ringhia 90′.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  27. ALESSANDRO 69 - 1 mese fa

    Ribadisco: può piacere o meno ma lui fa parte della nostra Squadra,lo si può criticare ma fischiarlo in campo la trovo una cosa stupida…Cosa si pensa di ottenere così?????

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  28. brusbi - 1 mese fa

    Quello che si è visto in otto turni di campionato è IL VERO NIANG e i fischi ne sono la logica conseguenza.
    A parte una discreta incisività quando può muoversi in contropiede, manca di tecnica nel dribbling, di reattività e, cosa molto grave per il suo fisico, del colpo di testa.
    Emblematico lo svarione su corner degli avversari che ha ingannato Sirigu e che per poco non costa caro.
    Niang rimane in campo, complice la società, perchè è costato troppo caro e non si sopporta l’idea di aver buttato via 15 milioni di euro.
    Questa è l’unica ragione per cui gioca.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  29. iugen - 1 mese fa

    Credo che i fischi a Niang siano anche il segno di una crescente insoddisfazione nei confronti di Miha. In fondo è lui che l’ha voluto a suon di milioni, è lui che lo schiera sempre nonostante tutto. Attacca pubblicamente Boye e Berenguer, ma con Niang bisogna abere pazienza. C’è una evidente disparità di trattamento.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. ALESSANDRO 69 - 1 mese fa

      Ho capito ma allora fischiamo l’allenatore, che facciamo? Fischiamo un giocatore per contestare indirettamente il tecnico??? Suvvia…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. IlDadoDelToro - 1 mese fa

        … che non giochi più! Che chi si ostina in panchina a buttare alle ortiche partite e punti ci ripensi un paio di volte alle scelte che sta facendo! Ecco cosa ci si aspetta. E magari anche di dare al gioiello più costoso della storia granata una svegliata, esortandolo a mettere in campo un minimo di voglia e impegno, soprattutto dopo aver perso un pallone. Io non l’ho fischiato e non fischierò mai un giocatore del Toro, ma ho esultato alla sua sostituzione e ancor di più a quella di Molinaro.
        Perchè? Perchè regalare all’avversario due o tre giocatori, per una squadra come il Toro, è davvero troppo. E tirare fuori il discorso dell’investimento Niang è quantomeno approssimativo, perchè perdere partite, posizioni in classifica, abbandonare l’eventuale EL dell’anno prossimo, la svalutazione dei vari Boye, Berenguer e compagnia a briscola, per finire con la progressiva sfiducia del popolo granata nei confronti della causa portano ad una perdita ben più grave, nel contesto del mondo Toro.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. ALESSANDRO 69 - 1 mese fa

          Guarda: se un allenatore srguisse le spinte emotive dei tifosi e agisse di conseguenza,nel caso specifico mettesse Niang in panchina ,allora dovrebbe davvero fare le valigie ma per cambiare totalmente mestiere….Se la società decidesse di esonerare il tecnico sulla base della protesta dei tifosi non sarebbe una società degna di tal nome. Io rimango convinto che ognuno deve svolgere il proprio ruolo. Io contesto i fischi a Niang semplicemente perché ritengo questo metodo controproducente. Lui ha grandi qualità fisiche e tecniche che al momento non riesce a esprimere per evidente ritardo di condizione se sostenendolo riusciamo a fargli sentire fiducia e a farlo uscire dalla crisi la squadra ne avrà solo da guadagnare..se l’obiettivo è Mihailovic allora ci si concentri su di lui ma i nostri giocatori vanno sostenuti fino alla fine..Alla fine poi faremo giustamente i conti…..

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. IlDadoDelToro - 1 mese fa

            Condivido, e infatti confermo come io non ritenga corretto fischiare un giocatore del Toro. Ma come dici tu, se il giocatore non è in condizione di giocare, l’allenatore dovrebbe portarlo al livello minimo richiesto per poter svolgere il proprio compito degnamente, pena l’innesco di un circolo vizioso che deprime giocatore, squadra, tifosi e ambiente in generale.
            Per quanto io reputi Miha il primo responsabile della situazione che stiamo vivendo, non sarei comunque favorevole ad un esonero (la storia insegna di quanto statisticamente sia sfavorevole; il cambio vale solo in quei casi in cui è palese l’ammutinamento dello spogliatoio nei confronti del mister). Faccio però appello al suo operato affinché pensi e rifletta sulle sue scelte, correggendo ciò che va corretto. Ma qui resto immancabilmente disatteso, e infatti chiedo: ma cosa MAI hai cambiato il tecnico in sette partite di campionato? Non ha mai inventato nulla tra un match e l’altro, figuriamoci a partita in corso!!! La prima vera evoluzione, se vogliamo, si è vista con la Roma, dove la squadra ha avuto un atteggiamento tatticamente più accorto, ma si parla solo di atteggiamento e non certo di gioco (tant’è vero che i tiri in porta dopo 90′ erano pari a zero).
            Io credo ci sia del grandissimo potenziale, anche nello stesso tecnico, ma mi auguro non si aspetti troppo a farlo emergere, altrimenti saranno nuovamente oblio.

            Mi piace Non mi piace
  30. MPJoy - 1 mese fa

    Miha nn ha problemi a criticare atteggiamenti nn adeguati verso giocatori nn scelti da lui come Baselli. Lo faccia anche con Niang mettendolo in panca finché nn si sveglia. Giocare in 10 con un modulo offensivo ci rende fragili. Niang impari da.Mandzukic.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy