Torino, pregi e difetti: tre motivi per cui credere in questa squadra

Torino, pregi e difetti: tre motivi per cui credere in questa squadra

Approfondimento / Carattere, identità e potenzialità: ecco perché si può essere ottimisti

di Nicolò Muggianu

TRE MOTIVI

Torino, non cambiano i pilastri: gli stakanovisti sono Sirigu, Nkoulou e Belotti

Perché sì o perché no? È giusto riporre fiducia in questo Torino? La squadra di Mazzarri ha raccolto sin qui 12 punti nelle prime 8 giornate di campionato. Un risultato parziale, ma che lascia già spazio a diverse interpretazioni. Analizziamo allora tre pregi e tre difetti della compagine granata, che avrà come obiettivo principale quello riprendere allo stesso modo con cui ha lasciato i tifosi prima della pausa per gli impegni che vedranno coinvolte le Nazionali: con una vittoria.

5 Commenta qui
  1. Rossotoro - 2 mesi fa

    È prprio perché abbiamo tutto per far3 bene che non dobbiamo accontentarci all’anedotto “anche se giochiamo male l’importante è fare i punti”. La partita di domenica è stata sconcertante e i fischi tutti strameritati, per il resto concordo con l’articolista e gli ottimisti del blog. Sempre FVCG.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. alexku65 - 2 mesi fa

    Siiiiiiiiii

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. ALEgranataALE - 2 mesi fa

    Se facciamo riferimento all’ultima partita io non sono molto ottimista , secondo me al netto degli errori arbitrali (2 punti sacrosanti contro Udinese ) la classifica rispecchia più o meno il nostro valore . Prestazioni mai convincenti per ora.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Conta7 - 2 mesi fa

    Giuste osservazioni.
    Carattere, flessibilità e margini di miglioramento per una rosa giovane e dai “colpi” last minute.
    Mazzarri sta dimostrando di valorizzare tutti i giocatori della rosa, cambiando spesso assetto in base alle situazioni (a ragione, visti gli scossoni che è riuscito ad imprimere alla squadra), smentendo sul campo tutti i “luogocomunisti” che gli imputano integralismo tattico.

    Tante partite non le avremmo rimontate/vinte in tempi passati, per cui, considerando gli ampi margini di miglioramento nell’amalgama della squadra, la crescita atletico-tattica di alcuni elementi chiave (e la componente “fortuna arbitrale” che speriamo ogni tanto in futuro possa anche girare dalla parte nostra..), il bicchiere a mio avviso è decisamente mezzo pieno!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. marcocalzolari - 2 mesi fa

    Completamente d’accordo con l’articolo.
    Finalmente una ventata di positività.
    Dallo spogliatoio, a Mazzarri, ai giovani, abbiamo tutto per fare bene, ed anche noi tifosi dobbiamo creare fiducia ed entusiasmo intorno al Toro

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy