Torino-Olginatese 3-1: Belotti determinante, anche in amichevole

Torino-Olginatese 3-1: Belotti determinante, anche in amichevole

Post partita / Serve il Gallo per avere ragione di un’avversaria di Eccellenza. Si sente la preparazione sulle gambe dei granata

di Gualtiero Lasala,

Il Torino è sceso in campo questo pomeriggio per un’amichevole in quel di Bormio (seconda uscita stagionale), contro una squadra di Eccellenza, l’Olginatese (QUI i dettagli). In un pomeriggio soleggiato, ma con una buona temperatura, il Toro ha avuto modo di mettere in pratica i dettami di Sinisa Mihajlovic, contro una squadra ben organizzata.

Nel primo tempo il Torino, è sceso in campo senza i “big”, schierando come centravanti De Luca, davanti ad un trio inedito formato da Aramu, Rossetti e Parigini. Nel primo tempo, pur con alcune occasioni che sono arrivate dalle parti della retroguardia avversaria, l’attacco è apparso un po’ sterile, senza essere realmente pericoloso nell’arco dei primi 45 minuti. L’Olginatese si è invece rivelata un buono “sparring partner”, presentandosi in qualche occasione davanti a Milinkovic-Savic, bravo a sventare un paio di pericoli. Discreta spinta sulle fasce da parte dei due terzini, Molinaro e Zappacosta. In particolare è emerso Vittorio Parigini, piuttosto frizzante sulla fascia sinistra, ma non ancora decisivo.

Il cambio di passo è arrivato nella ripresa, quando Mihajlovic ha stravolto la formazione, inserendo i titolari in attacco: Boyè, Ljajic e Falque dietro al Gallo, Andrea Belotti. Fin da subito è apparso più incisivo l’attacco granata, che ha messo in difficoltà l’Olginatese, grazie soprattutto (neanche a dirlo) ad un Andrea Belotti incontenibile che, nonostante fosse un’amichevole, ha messo sul terreno da gioco la solita grinta che lo ha sempre contraddistinto. Il Gallo ci ha messo sei minuti a sbloccare la partita: con un’azione manovrata da Iago Falque, Belotti si è prodotto nella sua specialità, l’attacco della profondità, ha raccolto l’invito e ha depositato in rete dopo aver saltato il portiere. Dopo la rete del solito Gallo, la partita si è sbloccata, e il Toro ha trovato due gol con i due attaccanti, Iago Falque e Boyè: l’argentino ha concluso in maniera eccellente la sua azione, dopo aver superato due uomini in area di rigore, segnando il raddoppio. Lo spagnolo, invece, ha ricevuto un assist da Belotti che, solo davanti al portiere, ha ceduto il pallone al compagno di reparto. A metà del secondo tempo è anche arrivato un gol dell’Olginatese, grazie ad un errore tra Sirigu e Bonifazi (centrale in coppia con Moretti), che si sono scontrati lasciando campo aperto a Macan. Una piccola macchia per il Toro, che non riesce a mantenere la porta inviolata. Senza infamia né lode Avelar e De Silvestri, che hanno lavorato sulle fasce nella seconda frazione di gioco.

Nonostante il punteggio non così eclatante, è stata una sgambata utile per il Torino, sicuramente appesantito dai carichi di lavoro. Il segnale che si può trarre da quanto accaduto al Comunale di Bormio, facendo la dovuta tara al contesto e all’avversario, è che per il Toro resta sempre determinante Belotti. Servono, a prescindere dalla permanenza del Gallo, altre opzioni offensive da aggiungere all’arsenale di un Mihajlovic che punta alla lotta per le posizioni europee.

TORINO-OLGINATESE 3-1

Reti: 6′ st Belotti, 9′ st Boyè, 18’st Falque, 22′ st Macan

Primo tempo / Torino (4-2-3-1): Milinkovic-Savic; Zappacosta, Rossettini, Lyanco, Molinaro; Valdifiori, Acquah; Parigini, Rossetti, Aramu; De Luca. Allenatore: Mihajlovic.

Secondo tempo / Torino(4-2-3-1): Sirigu; De Silvestri, Bonifazi, Moretti, Avelar; Obi, Baselli; Iago Falque, Ljajic, Boyè; Belotti

Olginatese: Iali, Valenta, Menegazzo, Narducci, Carlone, Montrasio, Calviello, Calzi, Canalini, Tremolada, Esposito. A disposizione: Festinese, Frigerio, Passoni, Nasatti, Spinelli, Todeschini, Macan, Calloni, Del Re, Galbiati, Ligasacchi, Myrteza, Cantù, Borgoni. Allenatore: Arioli

0 Commenta qui

Recupera Password

accettazione privacy