Torino, N’Koulou è il punto fermo: gioca più di tutti, pronti il riscatto e un triennale

Torino, N’Koulou è il punto fermo: gioca più di tutti, pronti il riscatto e un triennale

Focus on / L’ex Lione è il perno della difesa granata: il riscatto a 3,5 milioni sembra ormai essere una formalità

di Nicolò Muggianu

Un passo alla volta. Così Nicolas N’Koulou è entrato progressivamente, ma prepotentemente, nel cuore dei tifosi del Torino. Il camerunese è senza dubbio uno dei giocatori più positivi di questa fase di campionato. L’ex Marsiglia e Lione, arrivato quasi a sorpresa in estate per completare il reparto arretrato granata, è divenuto un tassello fondamentale attorno al quale costruire il futuro. Il numero 33 ha subito convinto tutti, prima Mihajlovic e poi Mazzarri: entrambi i tecnici hanno trovato nella sua intelligenza tattica un’arma insostituibile per i propri progetti. Ottima scelta di tempo, grande attenzione e due soli cartellini gialli: N’Koulou in pochi mesi è diventato il vero leader del reparto arretrato granata, nonché idolo dei tifosi.

INSOSTITUIBILE – Se dovessimo individuare un aggettivo per descrivere il primo anno di N’Koulou al Torino sarebbe proprio questo. Se già Sinisa Mihajlovic durante la sua gestione aveva fatto del centrale camerunese vero e proprio fulcro del proprio progetto, anche Walter Mazzarri non è stato da meno. Dal suo approdo sulla panchina granata infatti, il tecnico di San Vincenzo non ha mai rinunciato all’esperienza e alla personalità del numero 33. L’ex Lione da inizio campionato ad oggi le ha giocate tutte: 25 presenze, per un totale di 2395 minuti disputati in stagione. Numeri che non lasciano indifferenti e che mettono in evidenza l’importanza del ragazzo all’interno della rosa granata. Numeri che fanno di N’Koulou il giocatore di movimento più schierato in Serie A (qui la classifica completa, ). Oltre ad essere sceso sempre in campo, e con la maglia da titolare, il classe 1990 non è stato mai nemmeno sostituito.

FUTURO – A questo punto una domanda sorge spontanea: il futuro di N’Koulou sarà al Torino? La risposta, ad oggi, propende decisamente verso il sì. Non ci sono dubbi riguardo le sue prestazioni: il ragazzo ha ampiamente convinto allenatore e dirigenza e i granata a fine stagione riscatteranno il suo cartellino dal Lione per una cifra vicina ai 3,5 milioni di euro. L’acquisto, a queste condizioni, è stato uno dei migliori colpi della gestione di Cairo e Petrachi. A quel punto scatterà automaticamente un contratto triennale per lui, che non sembra aver alcuna intenzione di tornare in Francia. “Quello che ho vissuto a Lione, non lo auguro a nessun giocatore. – ha dichiarato N’Koulou in una lunga intervista rilasciata al quotidiano francese L’Equipe – Quando tocchi il fondo, devi solo tornare in superficie. Qui in Italia ai tifosi piacciono i difensori, il minimo intervento è applaudito come un gol, è bello”.

Insomma, preferisce “fare un passo alla volta” N’Koulou quando si tratta di futuro. È vero “le somme si tireranno alla fine”, ma la certezza è che  il Torino riscatterà il suo cartellino dal Lione e poi proverà a ripartire da lui per costruire la squadra del futuro. Il Leone Indomabile, che non sarà presente ai Mondiali per la mancata qualificazione del suo Camerun, inizia a destare l’interesse di molte squadre, in Italia ed all’estero. Le vie del mercato sono infinite, ma c’è una sensazione di grande stabilità al Toro, riguardo al camerunese. D’altronde il ragazzo sotto la Mole si trova bene, e non lo ha mai nascosto:“Qui ho riscoperto il piacere di giocare a calcio”.

16 Commenta qui
  1. Baveno granata - 7 mesi fa

    N’Koulu e ‘ arrivato a Torino in cerca di riscatto dopo 2 anni bui per colpa dei tanti infortuni che lo hanno afflitto.
    Un Grande difensore: un esempio di professionalità in campo e mai una polemica,Ha dimostrato subito di essere sia un grande uomo che un grande calciatore.
    Sicuramente verrà riscattato (chiedendo lo sconto) al Lione per poi essere ceduto al miglior offerente.
    Il presiniente gongola,non vede l’ora di arricchìre il palmares delle valenze con questa ghiotta occasione.
    Anche quest’anno vinceremo scudetto e Champions league del bilancio,i risultati sportivi possono aspettare…
    Poi l’anno prossimo al posto dei vari Sirigu,N’koulu,Edera e Belotti scenderanno in campo le valenze.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. CUORE GRANATA 44 - 7 mesi fa

    L’articolo è improntato all’ottimismo anche se “tra le righe” si può leggere un margine d’incertezza.Intendo dire: 1 Che il Toro cercherà di riscattarlo è persino banale affermarlo 2 Sui 3,5 mln. occorrenti andrei più cauto in quanto bisognerebbe conoscere gli esatti termini della questione e cioè l’importo è già stato “blindato” al momento del prestito oppure potrà essere rinegoziato dal Lione atteso che il giocatore oggi ha una valutazione molto superiore? 3 In caso di riscatto il giocatore sarà poi disponibile a legarsi con noi con un triennale? 4 Molto dipenderà, a mio avviso, dalla posizione che avremo a fine campionato. 5 NK a 28 anni valuterà la proposta tenendo conto che potrebbe trattarsi dell’ultimo contratto “importante” della carriera 6 Trattandosi di giocatore di “caratura” internazionale a fronte di una offerta di un club che giochi stabilmente nelle competizioni europee cosa deciderà? Realisticamente ciascuno di noi che cosa deciderebbe? Dispiace dirlo,in particolare a me che ha vissuto con orgoglio tempi migliori nel tifare Toro, ma dovremmo sforzarci di essere meno ” romantici sognatori” e più realisti. Oggi la ns. dimensione è quella di una Società mediocre che vive in autofinanziamento e proprio su questo punto si vanno ad aprire interessanti spunti di riflessione sui quali avremo tempo e modo di ritornare più compiutamente.In ogni caso sempre FVCG!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Granat....iere di Sardegna - 7 mesi fa

      Veramente il Toro Va ampiamente oltre l autofinanziamento. È una società mediocre più per scelta che per necessità economica…Sono convinto che dopo il 30 aprile questo sarà chiaro a molti se non a tutti, anche a coloro che in perfetta Buona fede granata, ritengono che il presidente stia percorrendo l unica strada possibile per una società come il Toro, ossia quella di massimizzare le valenze

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. steacs - 7 mesi fa

        Sará chiaro sempre a noi soliti noti, quelli con il prosciutto sugli occhi perseguiranno, solo un fallimento li farebbe svegliare, o forse pure lá sarebbe colpa di qualcun altro!

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Granat....iere di Sardegna - 7 mesi fa

          Epperò steacs se tu dici che gli altri hanno sempre il prosciutto negli occhi poi è chiaro che qualcuno ti manda a quel posto…

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. ddavide69 - 7 mesi fa

            Però non ha torto, ma soprattutto non ha offeso nessuno.

            Mi piace Non mi piace
  3. ddavide69 - 7 mesi fa

    adesso vediamo quanto ci metterà a riscattarlo …. 3,5 mln e ancora a chiedere sconti.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. WGranata76 - 7 mesi fa

      Ho letto anche io di sconti e di clausola… se pensi di mettere subito una clausola è perchè hai già una mezza idea di vendere, visto l’interesse di altre squadre di alto livello. Speriamo bene.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Granat....iere di Sardegna - 7 mesi fa

      Sì purtroppo pare si stia cercando di ottenere lo sconto…ma non mi stupisce più questo continuo mendicare…speriamo solo che venga riscattato e che si arrivi in Europa perché altrimenti c è il rischio che sia lui a non voler restare

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. ddavide69 - 7 mesi fa

      vedo pero’ che ci sono i soliti orbi che sono contenti dell’andazzo…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    4. steacs - 7 mesi fa

      Pensate come dovrebbe rilanciare il nostro brand uno cosí che mendica ovunque: calciomercato no perché non c’erano “affari da fare” (parole sue), telenovele di anni per poi non arrivare a prendere giocatori mediocri come Castro o Donsah o per arrivare a bolliti come Valdifiori, quelli che deve comprare per forza lo fa solo se c’è lo sconto (come gli accantoni) o se li compra a rate come Rincon (manco avesse comprato Izco) e quando c’era da dimostrare qualcosa nell’affare Filadelfia ha dato il peggio dall’inizio alla fine… Siamo in buone mani… mani attaccate alle spalle!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Turin2.0 - 7 mesi fa

    Ben vengano gli Edera al posto dei Ljaic i Barreca invece dei Molinaro i Parigini e i rinnovi come a Buongiorno in primavera, la società e noi che non spingiamo in tal senso non abbiamo ancora capito che x passato e x avere un futuro che abbia un senso non dobbiamo contrattualizzare gli scarti della Juve ma puntare con decisione alla nostra cantera e prendere come modello la filosofia dell’Athletic Bilbao magari facendo entrare anche i tifosi in società come fanno normalmente in Spagna o in Germania…. Il tifoso medio del Toro preferisce la garra come quella mostrata nel derby dai primavera alla presunta tecnica di questi sedicenti campioni!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Sempregranata - 7 mesi fa

    Vorrei vedere in futuro altre operazioni di mercato così fruttuose e ‘fortunate’. Il ragazzo merita riscatto e rinnovo e spero non sia venduto. Non si può rifare ogni anno la difesa vendendo il miglior giocatore.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. ALESSANDRO 69 - 7 mesi fa

    ” Dopo Mihailovic anche Mazzarri non ha mai rinunciato all’esperienza e alla personalità del camerunense…”
    Con tutto il rispetto per Mazzarri, io mi domando quale tecnico sia così idiota da rinunciare a un giocatore così…..

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. BACIGALUPO1967 - 7 mesi fa

      Quello del Lione ad esempio

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. ALESSANDRO 69 - 7 mesi fa

        Li però non sappiamo come sono andate le cose quindi mi asterrei dal dare valutazioni affrettate..

        Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy