Torino, N’Koulou è anche goleador: la consacrazione di un difensore completo

Torino, N’Koulou è anche goleador: la consacrazione di un difensore completo

Protagonista / Il camerunense si prende la meritata ovazione del Grande Torino: un premio al suo lavoro oscuro

8 commenti

Per Nicolas N’Koulou è arrivato finalmente anche il gol. Su un bel corner tagliato dalla destra, nel primo tempo di Torino-Atalanta, il camerunense è stato bravissimo ad appostarsi su primo palo e ad anticipare tutta la concorrenza, deviando il pallone in porta. Gli applausi che il Grande Torino gli ha tributato sono la giusta ricompensa per tutti quelli che le sue sempre precise chiusure difensive non strappano perché poco appariscenti.

LEGGI Le pagelle di Torino-Atalanta 1-1: segnali di Belotti

Anche ieri, insieme a Burdisso, N’Koulou ha dovuto affrontare un cliente scomodissimo come Petagna, non certo il più grande dei goleador, ma capace come pochi altri centravanti di creare gioco e occasioni per i suoi compagni. Il difensore granata, in difetto fisico rispetto all’avversario, ha sempre dovuto giocare d’astuzia e d’anticipo, uscendone spesso vincitore. Non è certo una novità in questo campionato. L’ex Lione ha sbagliato davvero poche partite in questo avvio di stagione, giustificando ampiamente l’investimento totale (4 milioni tra prestito e riscatto) che il Torino potrebbe (dovrebbe) effettuare per il suo cartellino.

Al suo fianco si sono alternati Moretti, Lyanco e Burdisso, ma lui è restato lì, da Trapani in avanti. Un solo turno di riposo, nel mercoledì di Coppa Italia contro il Carpi. Il Torino, rispetto alla scorsa stagione, subisce meno, e merito di questo è certamente ascrivibile per gran parte proprio a N’Koulou, che in termini di carisma e qualità ha alzato e non di poco l’asticella di talento del reparto, che ora può contare su un leader forte e affidabile. Da ieri, anche letale in fase offensiva.

8 commenti

8 commenti

  1. fabrizio - 2 settimane fa

    PLUSVALENZA!!!!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. carlitomarinell_537 - 2 settimane fa

    ottimo acquisto in perfetto stile Petrachi che dimostra che quando il papà sgancia sa impiegare bene la mancetta. De Silvestri e Njang davvero non sono nel suo stile, chissà chi ha spinto x il loro acquisto….

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. magnetic00 - 2 settimane fa

    un grande acquisto, poche parole e tanti fatti. Bravo Nicolas

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. abatta68 - 2 settimane fa

    una delle poche note positive di quest’anno!
    abbiamo corretto tutto ciò che non andava lo scorso anno, ma stanno mancando clamorosamente i giocatori sui quali si pensava di fare sicuro affidamento… insomma, il solito bicchiere mezzo vuoto, con il risultato che la gente è stanca e annoiata da questo tipo di prestazioni, che ormai sembrano essere lo standard abituale.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. maraton - 2 settimane fa

      pensare che quando è stato preso gli “esperti” da tastiera lo bollavano come scarso per essere gentili. poi adesso tutti a dire che è un bel giocatore….hahahahaha!!!!!
      purtroppo chi è mancato (per ora) sono i giocatori su cui si è voluto costruire la squadra: Ljajić (classe e piedi buoni, ma discontinuo), Falque (goleador, ma discontinuo anche lui in quanto a prestazioni), Belotti (con attenuanti, visto l’infortunio e come viene tartassato ad ogni partita), Baselli (non riesce mai ad incidere nel gioco), Niang (non pervenuto), Barreca (pubalgia e tatticamente inadeguato).
      per fortuna abbiamo avuto anche delle belle sorprese come Sirigu, N’Koulou, Burdisso, Obi (miglior centrocampista quando stà bene), Lyanco.
      non commento le prestazioni dei vari Boyè (che reputo molto forte), Berenguer, Edera, perchè poco utilizzati e quindi ingiudicabili

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Marino - 2 settimane fa

        Pensa che tu dicevi che il Toro era da Uefa :)))))

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. abatta68 - 2 settimane fa

          il Toro è da El… e te lo dice la classifica! stiamo facendo schifo che peggio non si può e siamo a -1 dal settimo posto… ci rendiamo conto con chi stiamo facendo la corsa? noi andiamo come lumache in agonia e nessuno riesce a staccarci… pure il Bologna se la gioca e ho detto tutto!

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. maraton - 2 settimane fa

            questa è la miglior risposta possibile @marino. sulla carta siamo ampiamente da uefa come organico. se i giocatori chiave cominciano a fare quello che sanno fare e che sono pagati per fare, tolte le solite note (merde, inter,roma, napoli) e la lazio non siamo inferiori a nessuno. oppure @marino avevi previsto l’infortunio di belotti e soli 3 goal fatti fino ad ora? 😉

            Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy