Torino, l’Olimpico questa stagione porta bene. E la Roma in casa non brilla…

Torino, l’Olimpico questa stagione porta bene. E la Roma in casa non brilla…

Con Mihajlovic i granata espugnarono l’Olimpico ben due volte

di Marco De Rito,

Venerdì il Torino ritornerà allo Stadio Olimpico di Roma, campo nel quale i granata hanno collezionato i momenti migliori di questa stagione che, sino ad adesso, è stata contraddistinta da alti (pochi) e bassi. Le vittorie contro Lazio, in campionato, e Roma, in Coppa Italia, sono rimaste impresse nelle menti dei tifosi granata e hanno rappresentato un’illusione di svolta. Restando al precedente contro i giallorossi, la squadra, che allora era allenata da Sinisa Mihajlovic, riuscì a passare in vantaggio allo scadere della prima frazione di gara con Lorenzo De Silvestri, poi Simone Edera segnò la seconda marcatura al 72′. A nulla servì il gol di Schick che accorciò solo le distanze. Il Toro passò ai quarti contro la Juve, derby che poi fu fatale per Miha che fu esonerato dal Torino, per un cambio in panchina a favore di Walter Mazzarri.

Roma: senza Fazio, in difesa ecco Juan Jesus. A Torino ha avuto vita facile

La sconfitta contro i piemontesi, non rappresenta una mosca bianca per la squadra capitolina. Sono state ben cinque le partite perse dalla Roma tra le mura amiche, in campionato. Il primo tonfo è arrivato contro il proprio passato, l’Inter di Spalletti sbancò all’Olimpico per 1-3. Dopodiché tra le sconfitte di misura contro Napoli e Sampdoria, c’è stata la gara persa contro l’Atalanta. L’ultima, in ordine cronologico, è stata contro il Milan. I rossoneri, a differenza del Toro, hanno svoltato in occasione di quella vittoria, ed hanno cominciato a consolidare la propria posizione nelle zone europee. Anche le statistiche confermano un rendimento in casa peggiore rispetto a quello in trasferta. La Roma nella capitale ha ottenuto 25 punti su 56 disponibili, con una media di 1,79 punti a partita in 14 gare. Fuori casa la media è di 2,15 punti a partita, una risultato decisamente migliore. Mazzarri è chiamato a ripetere ciò che ha fatto vedere il suo predecessore contro la squadra romana, neutralizzando l’avversario e portando a casa un buon risultato, per cercare di svoltare dal primo momento difficile, in cui il suo Toro è incappato dopo aver perso il derby.

 

1 Commenta qui
  1. alexku65 - 5 mesi fa

    Riprenderei l’ultimo paragrafo ricordando visto che parliamo di cabala che le due volte in cui ci è andata bene c’era un altro allenatore (a seconda di molti una capra in confronto dell’attuale). Per cui non ho dubbi che faremo altrettanto bene se non di più.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy