Torino, Ljajic è l’emarginato: ma si va verso la permanenza sino a giugno

Torino, Ljajic è l’emarginato: ma si va verso la permanenza sino a giugno

Focus on / Il fantasista serbo non ha ancora giocato un minuto con Mazzarri: ma mancano al momento i presupposti per una sua partenza e lo Spartak resta sullo sfondo

di Nicolò Muggianu

Da numero dieci a numero zero. Potremmo riassumere così la triste parabola discendente di Adem Ljajic al Torino. L’esonero di Sinisa Mihajlovic ha cambiato senza dubbio qualcosa nel capoluogo piemontese, ma a pagarne maggiormente le conseguenze è stato proprio lui. Se sotto la guida del tecnico serbo, il numero 10 granata era uno dei giocatori più utilizzati, con Mazzarri il trend si è completamente capovolto. Prima l’infortunio, poi le scelte di carattere tecnico-tattico: ora il classe 1991 sembra essere precipitato sino all’ultimo posto delle gerarchie.

ULTIMA SCELTA – Ormai non ci sono dubbi. Ljajic è l’ultimo giocatore nelle rotazioni di Mazzarri. Dal suo arrivo sotto la Mole il tecnico di San Vincenzo ha dato una chance a tutti: da Berenguer ad Edera, sino a Niang e persino un Boyé con le valige già pronte. A tutti tranne che a lui. Una clamorosa inversione di tendenza rispetto all’era-Mihajlovic: se con il mister serbo il numero 10 del Torino era al centro del Toro, godendo anche di un margine di errore piuttosto ampio, con l’ex Watford le cose sono drasticamente cambiate. Nell’ultimo match, nonostante la sconfitta che stava maturando sul campo e servisse un giocatore in grado di creare superiorità numerica, Mazzarri gli ha preferito Edera. “Corre di più in allenamento“, ha spiegato il tecnico nel post-partita. Eppure Ljajic durante la settimana gioca, e lo fa bene. Ora dunque resta da capire quali piani ha in mente il Torino per lui: il classe 1991 è senza dubbio uno dei maggiori patrimoni tecnici ed economici della squadra e questa situazione non può lasciare indifferenti.

FUTURO – Quale futuro dobbiamo attenderci dunque? Urbano Cairo, a pochi giorni dal gong definitivo del calciomercato di riparazione, era stato categorico a riguardo: “Ljajic? Resta, resta eccome! – aveva dichiarato il patron granata – Per lui abbiamo rifiutato offerte importanti. Dite che non giocherà? Giocherà, avrà le sue chance per mettersi in mostra“. Per il momento però tutto tace. Mazzarri intanto non gli ha ancora concesso nemmeno un minuto per mettersi in mostra. Difficile però ipotizzare uno scenario diverso da quello della permanenza, almeno sino a giugno. È vero, il calciomercato è ancora aperto per qualche giorno in diversi campionati. Su tutti in Russia (aperto fino al 24 febbraio), dove di certo i fondi non mancano, o in tornei più “esotici” come Cina e America. Ma Ljajic non sembra essere allettato da questo genere di soluzioni. Anche per questa ragione il ragazzo sembra indirizzato a rimanere in granata, dove si giocherà le sue carte, per poi eventualmente partire dopo la vetrina del Mondiale.

Mondiale che, guarda caso, si giocherà proprio in Russia. Campionato da cui il fantasista serbo ha ricevuto le maggiori avance. Su tutti c’è stato l’interessamento dello Spartak Mosca: il Torino pero ha investito circa 8,5 milioni di euro per il suo cartellino e non sembra avere alcuna intenzione di venderlo, se non alle proprie condizioni. Al momento i russi non sembrano propensi a piazzare offerte concrete. Ljajic-Torino: si va verso la permanenza. A giugno, poi, le cose potrebbero cambiare.

28 Commenta qui
  1. Esempretoro - 9 mesi fa

    Mi ero ripromesso di non parlare più di Ljajic,ma un’ultima cosa la voglio esternare:dal momento che leggendo i vari post (tutti fondati e ben argomentati)si evince che siamo davanti ad un quesito referendario…bene,se la questione è chiara non resta che darle una chiara risposta: METTIAMOLO IN CAMPO!
    Se hanno ragione i detrattori s’avrá l’evidenza della sua inadeguatezza,in caso contrario magari potremmo scoprire che Adem può ancora rendersi utile.
    Dico questo perché al netto del rispetto dovuto ai fratelli che non la pensano come me,ribadisco che tutti hanno diritto di dimostrare nel proprio lavoro che tipo di contributo possono offrire nel raggiungimento di un obbiettivo. Senza preconcetti di sorta. Forse non ci sono profeti in campo,ma non ne vedo neppure fuori…
    Il pragmatismo è una qualità, a patto non si trasformi in uno stupido esercizio d’ostinazione. FVCG

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. gatsu7_903 - 9 mesi fa

    prima di tutto, leggi meglio i commenti, qui c’è gente che non critica solo ma pone anche delle possibili soluzioni di gioco, senza accusare nessuno.
    Alberto

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Brescipi - 9 mesi fa

    Mi fatte tutti Ridere. In Squadra abbiamo solo due Giocatori che sono Dotati tecnicamente Liajic e Iago Falque.E in più non sono Italiani.A Centrocampo la Squadra non ha molta Qualità Tecnica ma Quantità Fisica.E Cairo ha uscito il Torino dalla Merda.Il Problema e Mazzari che l’unica buona Squadr l’ha avuta al Napoli perché aveva i Giocatori adatti e Forti.Ma il Gioco e sempre lo stesso il Calcio difensivo di Cazzo al Italiana.Allora senza Liajic non facciamo granché.Ma oramai ci siamo abituati.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. FaustoGranata - 9 mesi fa

    Ljajic era il pupillo di Miha… secondo me non ha digerito tanto l’esonero e Mazzarri se ne sarà accorto con alcuni atteggiamenti che ha avuto in campo e nello spogliatoio… comunque spero che tutto torni nella norma , averlo in squadra come ha giocato ad inizio stagione , ci servirà eccome…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. gatsu7_903 - 9 mesi fa

    Buongiorno
    Io credo che il modo migliore per sfruttare un giocatore come Ljiaic sia quello di farlo giocare dietro le punte, in un centrocampo a 5 con Ansaldi, Obi, Rincon, Barreca e 3 dietro con N’kulu, Burdisso o ( Lianko ) e Moretti, l’ attacco fate voi, io metterei Belotti e Iago.
    Essendo libero di muoversi, Ljiaic potrebbe svariare da destra a sinistra e fare partire l’ azione stando davanti alla difesa, quello che lui predilige fare, e che secondo me è l’unico modo per dare anche copertura.

    sempre FVCG

    Alberto

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Pimpa - 9 mesi fa

    Che lo cedano e nessuno se ne accorgerà.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. granata70 - 9 mesi fa

      Grazie se non siamo capaci di utilizzarlo…. ad inizio campionato ci ha dato una grossa mano

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Turin2.0 - 9 mesi fa

    Ma che lo vendano pure, preferisco vedere Edera che suda la maglia, è torinese e viene dalla nostra cantera vada vada pure a svernare in Russia… Riguardo ai tifosi mi pare che in Spagna sia realtà grandi come il Barcellona sia piazze più simili alla nostra come Bilbao senza ricordare poi che in Germania è la norma permettono di partecipare in maniera non necessariamente invasiva ma comunque restituendo al socio il senso di essere parte di e partecipare a qualcosa che diventa più di un club strettamente calcistico sfornando anche nella vita sociale di chi ne fa parte

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. Ezio 76 - 9 mesi fa

    Ljiac giocatore irrinunciabile per Miha, di cui ormai si dice peste e corna come allenatore, e WM che la pensa in modo diametralmente opposto. Chi ha ragione? Nel mezzo i tifosi che a seconda del risultato della partita alimenteranno le polemiche: perché non ha giocato o avete visto che non serve.
    Personalmente non capisco la scelta di WM, ma è facoltà sua decidere, il tempo dirà se ha ragione in base ai risultati che otterrà.
    Dire che gioca chi corre di più è una mezza verità, nel calcio sanno tutti che non basta correre o avere il fisico atletico, occorre anche altro. Ljiac le qualità tecniche indiscutibilmente le ha, non è continuo certo, ma è anche compito dell’allenatore far si che lo sia, e trovare la giusta collocazione in campo.
    E’ interesse di Ljiac giocare, non credo possa essere convocato per i mondiali dopo sei mesi di inattività. Anche il fatto di non rilasciare dichiarazioni particolari, che molti altri suoi colleghi avrebbero fatto nella stessa situazione, depone sulla volontà di giocare.
    Aspettiamo l’ultimo giorno utile del mercato, Cairo è specializzato sulle vendite last minute, dove immagino si risolverà questa situazione con buona pace di WM di Ljiac, e di molti altri.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. granata - 9 mesi fa

    Caro ponzon, stai tranquillo, i tifosi stanno fuori e infatti i dati del botteghino dello stadio lo dimostrano: si è stentato a riempirlo addirittura per il derby e chi è restato a casa non ha auvto tutti i torti,. Prestazione penosa e vergognosa soprattutto perchè la Juventus era ampiamente incerottata. Pensi proprio che tenere Ljhajic in panchina sia stata una scelta geniale?
    Anche perchè c’era quel fenomeno di Baselli che era come al solito inutilissimo (vedi i voti che gli hanno dato i mass media). Comunque, a volte i tifosi hanno torto (vedi il caso Gasperini), ma altre sono un pungolo per far riflettere la società. Come si fa a difenderla quando si lascia andare via uno come Immobile, che va alla Lazio per 8 milioni di euro. E non raccontiamoci la solita favoletta che non voleva restare, perchè questa storia è vera solo per la prima cessione di Immobile all’estero e non quando l’ abbiamo ripreso in prestito dal Siviglia con diritto di riscatto a nostro favore. La stagione scorsa avremmo avuto la coppia di attaccanti più forte di tutta la Serie A e scusa se è poco. Non puoi nemmeno negare che il club è troppo ossessionato dalle valenze. Per carità , i bilanci sono sacrosanti, ma anche i risultati sportivi lo sono, anzi sono il fine ultimo di un club calcistico. In questi anni di soddisfazioni non ne abbiamo avute molte. Ci siamo qualificati una volta in Coppa Uefa, ma solo perchè il Parma è fallito. Forse una società blasonata come il Torino meriterebbe un po’ di più. Purtroppo la vicenda Ljhajic dimostra ancora una vlta che un po’ più di professionalità da parte dello staff societario non guasterebbe.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. r.ponzon_914 - 9 mesi fa

      Come ho già scritto più sotto, Ljajic deve assolutamente giocare !!!
      Su immobile non la penso come Te, credo proprio non volesse restare.
      Cairo pensa al bilancio (e meno male) ma non è mica fesso !
      Quando leggo questo forum penso che la gente non abbia ben presente che tanto più ila società e forte (in senso di bilancio) tanto più può ambire a traguardi più importanti.
      E infatti il TORO come società è cresciuto tantissimo e infatti ormai da 3 anni la squadra occupa ormai stabilmente almeno il centro della classifica (mentre nel ventennio passato era più in B che in A).
      Tutti noi tifosi sogniamo vittorie e soddisfazioni, qualcuna direi che ce la siamo già presa…per ambire ad altri traguardi (posto che le squadre ce ci precedono hanno tutte possibilità economiche superiori) ci vorrà ancora n pò di tempo e, soprattutto, tanta fortuna…i tifosi di Napoli, Roma, Inter, Milan, Lazio, ecc.. che non vincono nulla da anni e le cui squadre spendono delle cifre folli cosa dovrebbero fare, suicidarsi ?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. piero - 9 mesi fa

        Da quel che ricordo anche secondo me non volle restare, oltretutto se vuoi restare lo dici, lui se ne andó in silenzio.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. granata - 9 mesi fa

          Rispondo a tutti e due, ponzon e piero. I fatti sono fatti e non possono essere manipolati. Immobile chiese di andare all’ estero alla fine della stagione 2013-2014, quando ne avevamo la compartecipazione con la Juventus. Incassammo per la sua cessione al Borussia Dortmund la cifra “iperbolica” per il capocannoniere del campionato di Serie A di 9,5 milioni di euro. Poi deluse e i tedeschi lo cedettero al Siviglia (2015-2016). A gennaio 2016, visto che anche il Siviglia non lo voleva tenere, il Torino lo ingaggiò nuovamente con la formula del prestito con diritto di riscatto a 11 milioni di euro. Ma a fine stagione inspiegabilmente il Torino non esercitò il diritto di riscatto, nonostante le convincenti prove di Immobile a fianco di Belotti, e così si fece avanti la Lazio (sai che grande club!) che lo prese per 8 milioni. Non ci fu una sola dichiarazione di Immobile contraria alla sua permanenza al Torino. Fu una colossale fesseria, così come è stata colossale fesseria non avere almeno tenuto Quagliarella, solo perchè qualche tifoso idiota ce l’ aveva sul groppone. Ed infatti vediamo che cosa sta ancora facendo in serie A. Tengo ad aggiiungere che al posto di immobile, Quagliarella a parte, sono arrivati attaccanti fenomeni come Amauri, Martinez ed abbiamo riscattato Barreto e Larrondo. Per quanto riguarda la presidenza Cairo, non c’ è dubbio che sia la migliore da 20 anni a questa parte, soprattutto per gli aspetti economici che, come ho già sottolineato, sono importanti. Ma un bilancio sportivo dei suoi 12 anni di presidenza è fatto di luci ed ombre: tre stagioni consecutive in Serie B (record storico), miglior piazzamento in Serie A 7° posto. Certo, molte colpe ce l’ hanno anche i suoi collaboratori (alcune buone intuizioni, ma anche moltissimi brocchi acquistati, basterebbe citare gli ultimi Carlao e Ajeti).

          Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. MarchigianoGranata - 9 mesi fa

      E’ logico che Ciro non voleva restare. Come si fa a restare in una società che non ti da alcuna prospettiva di fare una squadra per giocare per vincere qualche cosa o almeno di provarci??Solo anonimato da metà classifica. Di soldi ne avrebbe presi tanti da noi ma altrettanti dalla Lazio, quindi…….

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. user-13726000 - 9 mesi fa

    Sì,vendiamolo adesso,che già a Gennaio un centrocampista di fisico di scorta ai vari Acquah Obi Rincon non l’abbiamo preso,così se si fa male Iago uno che sia uno con i piedi non ce l’abbiamo.Ci meritiamo solo disgrazie…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. r.ponzon_242 - 9 mesi fa

    Per carità, lasciamo fuori i tifosi dalla società; a leggere quello che scrivono sul forum il Torino sarebbe già di nuovo fallito.
    Ad ognuno il suo compito; al tifoso compete tifare, al Presidente gestire la società, all’allenatore allenare.
    Punto

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. PrivilegioGranata - 9 mesi fa

    Ljajic ha solo da allenarsi con impegno. Mazzarri glielo sta ripetendo fino alla noia usando i commenti sulla squadra e sui singoli giocatori, ultimo quello su Edera “Corre di più in allenamento“, e più in generale dicendo che lui schiera giocatori che corrono perché è necessario e fondamentale nel calcio attuale. Non basta accarezzare e titillare il pallone.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Giustoro - 9 mesi fa

      Giusto, potremmo prendere Bolt, anche se si è ritirato dalle competizioni sicuramente corre ancora veloce.
      Del resto, senza voler fare un paragone blasfemo, tutti i più grandi campioni, da Pelé a Maradona, Di Stefano, Platini e Baggio erano noti per la loro velocità e non per la tecnica.
      O no????

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. r.ponzon_258 - 9 mesi fa

        Parole sante

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  13. Turin2.0 - 9 mesi fa

    Ben vengano gli Edera al posto dei Ljaic i Barreca invece dei Molinaro i Parigini e i rinnovi come a Buongiorno in primavera, la società e noi che non spingiamo in tal senso non abbiamo ancora capito che x passato e x avere un futuro che abbia un senso non dobbiamo contrattualizzare gli scarti della Juve ma puntare con decisione alla nostra cantera e prendere come modello la filosofia dell’Athletic Bilbao magari facendo entrare anche i tifosi in società come fanno normalmente in Spagna o in Germania…. Il tifoso medio del Toro preferisce la garra come quella mostrata nel derby dai primavera alla presunta tecnica di questi sedicenti campioni!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. r.ponzon_802 - 9 mesi fa

      Per carità, lasciamo fuori i tifosi dalla società; a leggere quello che scrivono sul forum il Torino sarebbe già di nuovo fallito.
      Ad ognuno il suo compito; al tifoso compete tifare, al Presidente gestire la società, al’allenatore allenare.
      Punto

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Gio - 9 mesi fa

        I tifosi resteranno fuori, non preoccuparti. Ma visto come vanno le cose in Spagna con l’azionariato popolare, direi che il “punto” non lo condivido. Anche quel modello può funzionare a al momento funziona meglio di quello italiano dei presidenti-padroni.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. piero - 9 mesi fa

          L’azionariato popolare in spagna esiste perché é prettamente di stampo politico: madrid (capitale), barça (indipendenza/catalunya), ath.bilbao e osasuna (indipendenza/paesi baschi), il resto delle squadre é esattamente come in italia

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. r.ponzon_317 - 9 mesi fa

            Ottima osservazione, bravo !

            Mi piace Non mi piace
  14. CUORE GRANATA 44 - 9 mesi fa

    La situazione appare ancora in divenire tuttavia, stando così le cose, a mio parere sarebbe un errore non cedere il giocatore a meno che sia egli stesso a volere rifiutare il trasferimento. In ogni caso è evidente come gli attuali Regolamenti siano tutti a vantaggio dei calciatori e non delle Società. A giugno Ljaic ed il suo procuratore potranno decidere la destinazione più gradita ed il Torino FC non potrà che assentire in quanto, andando poi il giocatore a scadenza, sussisterebbe il rischio di perderlo a parametro zero.In parallelo vi è anche l’aspetto economico e su questo sappiamo quanto Cairo sia “sensibile” però l’eccesso di ingordigia potrebbe essere punito. Il calcio mercato è una “laguna” popolata da squali, Cairo si muove con destrezza ma potrebbe incontrare squali più grandi e persino più voraci! Vedremo su questo ed altri temi che il prossimo mercato ci proporrà. FVCG!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  15. Leojunior - 9 mesi fa

    Mah… A me sembra quasi un’epurazione… E io trovo queste cose sempre negative.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. r.ponzon_489 - 9 mesi fa

      Concordo, oltre tutto Ljajic n allenamento sta dando tutto !
      E siccome – il dato non credo sia in discussione – è il giocatore più tecnico e decisivo (ndr: nell’ultima stagione 10 gol e nove assist) della rosa è assurdo trattarlo così; si fa del male a lui, alla squadra ed alla società !

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  16. claudio sala 68 - 9 mesi fa

    Credo che prima o poi avrà il suo spazio… Mazzarri sta ancora cercando il modulo migliore di gioco per cui tutti potranno avere una chance.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy