Torino, il Cies: “La rosa granata è costata 103 milioni di euro”

Torino, il Cies: “La rosa granata è costata 103 milioni di euro”

Lo studio / Il Football Observatory ha stilato una classifica della spesa per l’acquisto dei cartellini nei 5 migliori campionati europei: Torino al nono posto in Serie A

di Nicolò Muggianu

Il Torino è la nona forza in Serie A. Almeno dal punto di vista della spesa economica effettuata per acquistare i cartellini dei giocatori ed imbastire la squadra tutt’oggi a disposizione di Walter Mazzarri. A comunicarlo è un approfondito studio portato a termine dal Cies, il Football Observatory, che ha stilato una speciale classifica che mostra di quanto sia cresciuto il costo dei cartellini delle squadre dei cinque principali campionati europei durante l’ultimo decennio. A comandare questa particolare graduatoria è il Manchester City di Pep Guardiola, vicinissimo a raggiungere il miliardo di euro, a quota di 976 milioni. Ben 123 milioni in più rispetto agli 853 registrati lo scorso anno.

LA CLASSIFICA – Un risultato da record, che permette ai ‘Citizens‘ dello Sceicco Khaldoon Al Mubarak di guardare tutti dall’alto. Molto più indietro invece tutte le squadre di Serie A. La prima a comparire in classifica è la Juventus (al 7° posto complessivo) che, dopo l’acquisto di Cristiano Ronaldo, ha visto crescere il proprio valore economico di 62 milioni di euro. Al secondo posto in Italia, a quota 339 milioni c’è invece l’Inter che si trova nella 13° casella della graduatoria complessiva. Di seguito Milan (16°, 302 milioni), Napoli (17°, 296 milioni) e Roma (18°, 295 milioni). Poi una forbice di più di 150 milioni di euro, colmata in larga parte da tante medio-piccole inglesi, a testimonianza del crescente potere d’acquisto della Premier League. Prima di arrivare a Lazio (32°, 163 milioni), Fiorentina (41°, 111 milioni), Sampdoria (43°, 110 milioni) e il Torino (44°, 103 milioni). Un dato almeno in parte scoraggiante che testimonia però come le sei più grandi squadre inglesi siano nelle prime dieci posizioni della classifica, con i valori aggregati per campionato di € 5,7 miliardi per la Premier League (una media di € 287 milioni per squadra, + 28% rispetto all’anno scorso).

IL TORINO – Ma allo stesso tempo un dato da interpretare e da non dare come verità assoluta. Lo studio del Cies infatti fa riferimento al costo dei cartellini dei giocatori presenti ad oggi nelle varie rose europee. Discorso ben diverso dal valore sportivo (di mercato) attuale dei giocatori. Un esempio? Andrea Belotti, costato circa 7,5 milioni di euro nel 2015 ma dal valore attuale molto più alto, intorno ai 40 milioni di euro. Il club di Urbano Cairo è dunque la nona squadra per valore in Serie A, la 44° dei maggiori cinque campionati europei. Una leggera seppur continua crescita rispetto agli anni passati (9 milioni in più rispetto al 2017/2018), ma che non permette al Torino di guadagnare posizioni rispetto alla stagione passata. Ma soprattutto un risultato che mette i granata leggermente al di sotto del costo medio dei club di Serie A (124 milioni di euro), e che evidenzia come il Torino per raggiungere, almeno sulla carta, il valore delle prime otto dovrà ancora fare uno sforzo.

21 Commenta qui
  1. Immer - 3 mesi fa

    Unico cosa del nostro beneamato è farci di s’innamora re del toro e guadagnarci è qui per questo e non se ne andrà via finché non avrà finito il suo compito

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Hammer965 - 3 mesi fa

      Vorrei farti notare che quest’anno sono stati presi calciatori per un valore complessivo di quasi 100 milioni tra acquisti, riscatti e giocatori che dovranno essere riscattati nel 2019 come Oana, Zaza e Soriano

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Vanni - 3 mesi fa

    Probabilmente un conto più vicino alla realtà potrebbe essere sui 150 milioni. Nessuno regala valenze se non in casi come Zappacosta.Anche Belotti non andrà via x 100 ma forse meno della metà.
    Quello potrebbe essere un valore di vendita reale se il nostro amato volesse vendere a chi saprebbe che fare del marchio Toro. Speriamo ciò accada presto, se no saremo sempre li a galleggiare.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Vanni - 3 mesi fa

    Comunque è un dato di fatto: noni siamo e noni arriveremo. Lo dice anche il pre.
    Solo con l’arrivo di un cinese, arabo, russo, turco, ali baba, potremo ambire a qualcosa in più.
    Avere questo o Campedelli o i Della Valle scaxxati è lo stesso. Almeno Campedelli ha i pandoro da mangiare, questo ha solo delle riviste da pettinoira.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. GlennGould - 3 mesi fa

    Mah! Tra il “quanto li hai pagati” e il “quanto valgono”, ce ne passa. Due dati che spesso non centrano nulla uno con l’altro. Per cui classifica che non fa testo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. SiculoGranataSempre - 3 mesi fa

    Si, e nel frattempo il Parma batte l’Inter la samp ne fa 3 al Napoli, la roma fa 2 a 2 con il chievo, noi giochiamo alla pari con Roma e Inter. La stella Rossa ferma il Napoli, l’Inter batte il Tottenham. Insomma alla fine forse i numeri avranno la meglio ma nel calcio tutto può succedere, tranne che la rubentus venga maltratta dagli arbitri, ovviamente..

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. blasted9_935 - 3 mesi fa

    Dov’è in classifica l’Atalanta? Perché un conto è quanto spendi per i giocatori, un conto è come li fai rendere. Inoltre questa classifica penalizza i colpi come Sirigu e N’koulou, che il Toro ha preso alla cifra complessiva di 4 milioni di euro.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Leo - 3 mesi fa

    Esatto 100 milioni, euro più euro meno. Ma, appunto, basterà vendere il solo Belotti al prezzo stabilito da Cairo ed ecco che, in un secondo, tutto l’investimento di tutta la rosa sarà ripagato per intero. E’ questo il fulcro di tutta la strategia calcistico-finanziaria-strategica del Toro.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. GlennGould - 3 mesi fa

      No, questo è quello che scrivi tu. E non è la stessa cosa.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Leo - 3 mesi fa

        Salve GlennGould, e anzitutto grazie per avere risposto al mio post. Certo l’ho scritto io perché lo penso. Molto sinceramente, spero di sbagliarmi di grosso: però l’acquisto, non proprio urgente, di Zaza, mi fa pensare questo…chi vivrà vedrà.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. GlennGould - 3 mesi fa

          Zaza potrebbe stupire; io dico che lui il gallo e Iago hanno bisogno di affinare il dialogo. Di sicuro l’attacco è stato il reparto che ha reso meno sino ad ora, diamo loro un minimo di tempo.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. Granata - 3 mesi fa

    Anche se precisato, credo che il termine “valore”, induca in errore. Qui si parla di costo di acquisto. I parametri zero, per esempio, ovviamente, non sono conteggiati eppure hanno un valore monetario e di resa sportiva.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. granata - 3 mesi fa

    Lo studio, pur con tutti i suoi limiti, in fondo fotografa una realtà: e cioè che fino alla scordsa stagione il vero obiettivo di Cairo era fare valenze per rientrare delle perdite accumulate nei suoi primi sciagurati anni di gestione del Toro. Quest’ anno c’ è stata indubbiamente un’ inversione di tendenza nella campagna acquisti, con un solo neo che ci sta condizionando in quresto inizio di campionato: la cessione di un giocatore della classe di Ljajic che, non sarà Messi, ma che sa segnare e mandare a rete i compagni. E infatti fatichiamo a trovare la via del goal anche con avversari sulla carta inferiori. Nè Soriano, nè Baselli hanno finora dimostrato di saper fare quello che faceva lui. Speriamo che il potenziamento dell’ attacco, con l’ inserimento stabile di Zaza (Mazzarri deciditi) migliori la situazione.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Granata69 - 3 mesi fa

      Siamo alla quarta di campionato, abbiamo perso una sola partita, abbiamo già incontrato 2 delle 4 squadre impegnate in Champions league, battuto la Spal che ha vinto le altre 3, quindi palesemente in un ottimo momento.
      Da certi commenti sembra che siamo allo sbando.
      Ho seri dubbi che Zaza e il Gallo ne faranno molte insieme, o gioca uno o gioca l’altro,perché due attaccanti siano complementari serve che almeno uno abbia i piedi buoni e non è il caso dei due citati. Zaza è la riserva del gallo e probabilmente il suo sostituto il prossimo anno ,nel caso segni una ventina di gol e di conseguenza se ne vada a guadagnare parecchio di più. Inutile farsi illusioni,è dura tirare avanti con procuratori che battono cassa un giorno sì e l’altro anche. Resta solo monetizzare il più possibile e reinvestire al meglio.
      Poi se invece scatta la coppia perfetta sono il primo ad esserne più che felice.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Granata69 - 3 mesi fa

        Non mi riferisco al tuo commento in particolare riguardo ‘allo sbando’, è un pò in generale riferito a vari commenti secondo me un pò precipitosi. ..

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. granata - 3 mesi fa

          Ti ringrazio per le tue considerazioni, ma se Zaza non può giocare con Belotti mi chiedo perchè è stato preso con un discreto esborso di denaro. Ma vedrai che Mazzarri li farà giocare tutti e due (a cominciare dalla partita col Napoli), non ha alternative, lo sa che Cairo (vedi caso Niang) non perdona chi gli svaluta i suoi acquisti più costosi.
          Detto questo ti faccio notare che moltissime squadre giocano con due punte VERE (e non con una punta solo di nome come Iago Falque, che è un ottimo tornante o centrocampista di fascia che dir si voglia). E’ vero l’ inizio di campionato si presentava pieno di insidie, ma nella ultime 4 partite le nostre punte hanno fatto 1 solo goal ed è assai poco. Con l’ Udinese si è persa una ghiotta opportunità per allungare il passo e abbiamo giocato con una Roma in un momento di scarsssima forma (ha pareggiato in casa 2-2 col Chievo e ha i nostri stessi punti). L’ Inter abbiamo visto tutti che cosa ha combinato in campionato.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. Granata69 - 3 mesi fa

            Ci sono momenti in cui gira male, noi con la Roma abbiamo perso per un gol della domenica, ho visto Inter -Parma e è stato un dominio nerazzurro e poi il ragazzo ha messo una palla assurda all’incrocio. Domenica affrontiamo la terza delle 4 squadre che fanno la Champions nel giro di 5 partite. Il calendario sarà poi , si spera, in discesa.
            per quanto riguarda i due attaccanti, si , è vero,diverse squadre giocano con due,ma se uno dei due è tipo Maxi Lopez che ha il piede giusto per fare sponde,assist e concludere allora la cosa funziona, ma Zaza e Belotti hanno due mattoni al posto dei piedi,potenti,forti di testa, ma di uno-due credo che ne vedremo pochi … poi come detto spero di sbagliarmi…

            Mi piace Non mi piace
      2. Vanni - 3 mesi fa

        Sarà come dici, ma i fatti dicono per ora 4 partite 5 punti; 1 vinta, 2 pareggiate ed 1 persa. Siamo poca cosa in questa pochezza di campionato che quei di venaria hanno già vinto dopo 4 giornate. Non è che dovevamo lottare con loro, ma in questa scarsezza mi aspettavo altro o almeno divertirsi guardando una squadra che più che 9 o 10 posto non potrà mai ambire con questa proprietà.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. Conta7 - 3 mesi fa

    9° siamo arrivati 3 volte negli ultimi 4 anni (e una volta 12°) e 9° organico siamo come valore: perciò nulla di cui stupirsi particolarmente.

    Contrariamente alle passate stagioni di soli vani proclami, partiamo da qui per augurarci, grazie alla valorizzazione di alcuni giovani e al lavoro sul campo, di scalare pian piano gerarchie..

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. Garnet Bull - 3 mesi fa

    Noi inferiori alla samp? Ho qualche dubbio

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. user-14003131 - 3 mesi fa

    Urbanetto te tocca spende….

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy