Torino, rimane un altro difetto: troppi falli fatti e la Roma ne approfitta

Torino, rimane un altro difetto: troppi falli fatti e la Roma ne approfitta

Approfondimento / La squadra granata ha commesso 21 falli nel corso del match: non è un caso che i primi due gol siano arrivati su palle inattive…

di Gualtiero Lasala,

Il Torino si è arreso sotto i colpi della Roma allo stadio Olimpico, con i giallorossi che hanno avuto ragione dei granata con il punteggio netto di 3-0. Dopo un primo tempo in cui i granata sembravano in grado addirittura di essere in gioco per la vittoria, la seconda metà di gara ha cancellato ogni speranza, lanciando la Roma verso un vittoria pesante. Gli errori da sottolineare sono molti, in particolare nel secondo tempo, ma c’è stata una costante di errori nel corso di tutto il match che ha poi condannato il Toro, ovvero i falli commessi.

21 – Nel corso dei 90 minuti, il Torino ha commesso ben 21 falli nei confronti dei giocatori della Roma. Il divario è abissale se si mette a confronto con quello degli avversari, che si sono fermati invece ad 8. In questo, che sembra un particolare quasi trascurabile, ha gravitato tutta la partita, e la Roma ha saputo sfruttare bene la debolezza del Torino, che ha concesso troppi calci di punizione e, in generale, troppi calci da fermo. Anche il conto dei corner è a favore dei giallorossi: 13 a 6. Contro la Roma era necessario non concedere così tante palle ferme nella propria metà campo, in primis per la presenza di Kolarov, un ottimo battitore, e poi per la presenza di diversi ottimi saltatori, proprio come Manolas e De Rossi (e due giocatori letali nel gioco aereo come Fazio e Dzeko erano fuori per squalifica…)

LEGGI – Roma-Torino 3-0, e se ora fosse Belotti a meritare la panchina?

ROMA – La squadra capitolina, come detto, non si è fatta pregare: notando questo difetto del Torino, ha subito insistito, e non a caso i primi due gol sono arrivati proprio su palla inattiva. Il primo, certo, è arrivato da un calcio d’angolo, ma il secondo proprio da una punizione che sembrava innocua. Da posizione defilata sulla trequarti, il rischio era teoricamente minimo, ma a causa di un rimpallo, la Roma si è rimessa in gioco, con Nainggolan che ha servito De Rossi per il secondo gol. Da sottolineare c’è che anche dopo il match contro la Sampdoria, Mazzarri aveva evidenziato l’aspetto dei troppi falli commessi. L’altra lezione che il Toro non ha imparato.

2 Commenta qui
  1. WGranata76 - 3 mesi fa

    Magari analizzare dove vengono commessi i falli in relazione al tempo di gioco? Ci si accorgerebbe che aumentano nel secondo tempo come numero e si avvicinano alla nostra area man mano che passa il tempo. Poca autonomia e poca lucidità incidono tantissimo in questo aspetto.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. fog127 - 3 mesi fa

    Maresca ci ha messo del suo per farci raggiungere la cifra…. ma noi siamo poca cosa come squadra e societa’.
    sono sempre piu’ deluso !

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy