Torino, dal Filadelfia alla conferma di Belotti: le migliori cartoline del 2017

Torino, dal Filadelfia alla conferma di Belotti: le migliori cartoline del 2017

L’annata volge ormai al termine: andiamo a vedere quali sono stati i momenti più significativi, nel bene e nel male, in casa granata

di Federico Bosio,

ITURBE, COME GENNAIO

La prima foto di Iturbe a Torino (Sartori)

Le lancette scorrono e la mezzanotte si avvicina sempre più: tra poche ore il 2017 sarà ufficialmente alle spalle, ed il 2018 sarà realtà. Com’è logico che sia, anche l’annata calcistica basata su quella solare è davvero prossima al termine, ed è dunque tempo di bilanci. Che cosa ha lasciato l’anno 2017 al Torino? Emozioni forti, senza dubbio alcuno, dipinte di differenti tonalità. Andiamo ad osservare le migliori cartoline di questo lungo anno granata!

È il 4 gennaio 2017 quando il Torino ufficializza l’arrivo di Juan Manuel Iturbe dalla Roma, con la formula del prestito con diritto di riscatto: pur trattandosi di un giocatore a tutti gli effetti da ricostruire, rappresenta di certo il colpo – nell’immediato – più significativo del mercato di riparazione granata. L’esterno non lascerà tuttavia il segno come sperato ed a fine anno, dopo appena una rete in 16 presenze, non verrà riscattato: Iturbe dunque come icona di un gennaio da dimenticare, nel quale il Torino disputa quattro incontri di campionato collezionando il misero bottino di tre pareggio – a Sassuolo ed in casa contro Milan ed Atalanta – e una sconfitta sul campo del Bologna.

1 Commenta qui
  1. Grande Torino - 10 mesi fa

    Bella panoramica di un anno di Toro, complimenti all’autore.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy