Torino, da Ichazo a Milinkovic: la questione secondo portiere resta aperta

Torino, da Ichazo a Milinkovic: la questione secondo portiere resta aperta

Da Bormio / Tre volti alle spalle di Sirigu: Zaccagno sta impressionando ed ha bisogno di giocare; il ballottaggio sembra essere tra il serbo e l’uruguagio

di Federico Bosio,

Il Torino corre in quel di Bormio, e poco fa si è concluso il quinto allenamento mattutino di questo ritiro pre-stagione (qui il nostro LIVE). Testa al campo ma inevitabilmente occhi rivolti al mercato: se per quanto riguarda le entrate i granata hanno chiuso negli scorsi giorni il secondo colpo di questa sessione con l’arrivo di Alex Berenguerqui il suo primo allenamento – nella categorie uscite rientra invece con decisione l’ampio discorso relativo alla questione portieri. Un nodo da sciogliere possibilmente in breve tempo e che sta assumendo un aspetto sempre più interessante con il passare dei giorni.

Con l’arrivo di Salvatore Sirigu infatti il Torino ha riempito la casella più importante, quella del numero uno titolare, ma resta ancora aperta la questione relativa a colui che rivestirà i panni di secondo: Mihajlovic ha convocato tre volti per questa prima parte di ritiro e, con il fondamentale aiuto del preparatore dei portieri Di Sarno, li sta valutando proprio nell’ottica di ricoprire questo ruolo. Si tratta di Salvador Ichazo, Andrea Zaccagno e Vanja Milinkovic-Savic; a meno che il futuro secondo arrivi dal mercato, la carica ricadrà sulle spalle di uno tra questi giocatori. Nel corso di queste giornate sono differenti le sensazioni che derivano dai rispettivi allenamenti di ognuna di queste pedine.

Quel che sembra essere certo è che Zaccagno saluterà i granata con la formula del prestito: estremamente positivi i segnali lanciati durante questo ritiro dall’ex Primavera, che non dimostra di soffrire eventuali tensioni ed anzi sta collezionando consensi ed applausi attraverso interventi importanti. Il giovane ha una formazione italiana e dunque ha assoluto bisogno di giocare per mettersi definitivamente in mostra: tenerlo in panchina – come secondo – in granata equivarrebbe a tarpare le ali a quello che sembra avere tutte le carte in regola per diventare un giocatore di grande livello; con ogni probabilità partirà in prestito per affermarsi anche nel calcio ‘dei grandi’, tra Serie B e Serie C.

L’ipotesi più accreditata sembra quindi riguardare al momento una sorta di ballottaggio tra Milinkovic-Savic ed Ichazo. Per quanto riguarda il primo, la sua situazione è stata ben descritta ieri pomeriggio proprio da Sirigu: “Ha le potenzialità per diventare un ottimo profilo, ma ha una formazione diversa da quella italiana, particolare, e deve ambientarsi appieno” Duplice la possibilità in questo caso: il serbo potrebbe restare all’ombra della Mole per sei mesi o anche per un’intera stagione, di modo da sacrificare l’annata in termini di minutaggio ma nel frattempo crescere notevolmente per quanto riguarda l’esperienza e la confidenza con il calcio italiano, allenandosi con una compagine e preparatori di Serie A ed apprendendo più velocemente. Resta comunque aperta l’ipotesi prestito, con il giocatore che – tesserato in questa sessione di mercato – non potrebbe in questo caso da regolamento essere prestato in una compagine del massimo campionato italiano.

Diverso il discorso per Ichazo, con l’uruguagio che sta disputando un ritiro positivo e che potrebbe tornare in un ambiente ed in un ruolo a lui già familiari, avendo infatti già vissuto una prima identica esperienza tra le fila del Torino negli ultimi sei mesi della stagione 2015/2016. Com’è logico, una soluzione escluderebbe l’altra: l’eventuale conferma di Milinjovic porterebbe alla cessione – probabilmente a titolo definitivo – di Ichazo, viceversa se i granata puntassero sull’ex Danubio allora sarebbe il serbo a partire in prestito. Valutazioni in divenire, con una decisione che dovrà giocoforza essere presa con tempistiche non troppo prolisse per consentire di trovare una adeguata sistemazione a colui sul quale si deciderà di non puntare: la questione secondo portiere resta al momento ancora in ballo, con un diretto ballottaggio aperto.

0 Commenta qui

Recupera Password

accettazione privacy