Torino-Crotone, i precedenti: con i pitagorici non è mai una passeggiata

Torino-Crotone, i precedenti: con i pitagorici non è mai una passeggiata

I granata inseguono la prima vittoria casalinga in Serie A contro i pitagorici. L’ultimo successo griffato Glik-Sgrigna nell’anno della promozione

di Redazione tvvarna

Domenica al Grande Torino andrà in scena l’ottavo Torino-Crotone della storia. La squadra di Zenga è a caccia di punti salvezza: le due sconfitte negli scontri diretti con Benevento e Spal l’hanno portata ad una sola lunghezza dalla zona retrocessione. Anche il Torino, da parte sua, deve riscattare le sconfitte con Juve e Verona e regalare un degno finale di stagione alla propria tifoseria. I granata proveranno anche ad invertire il trend negativo che li ha visti totalizzare solamente 9 punti nelle 6 sfide con le ultime 4 della classe.

LA PRIMA AL DELLE ALPI – Il primo precedente assoluto tra i due club coincide con la stagione di esordio in Serie B del Crotone. Il 19/11/2000 al Delle Alpi, il Torino di Giancarlo Camolese ha la meglio sui rossoblù con l’ottavo gol nelle prime dodici partite di Marco Ferrante.
Bisogna attendere altri 5 anni per la seconda vittoria del Torino. Alla squadra allenata da Ezio Rossi basta un gol in mischia di Conticchio per avere ragione dei pitagorici, è 1-0.

L’ERA CAIRO – 20.000 spettatori, tutti paganti, assistono, a un pareggio a reti bianche. È solo la sesta partita del nuovo Torino di Cairo allenato da De Biasi. Nel 2009, invece, arriva l’unica sconfitta della storia: a nulla serve il gol della bandiera di Bianchi; le marcature di Petrilli e Bonvissuto sanciscono la crisi della compagine di Colantuono. Nella stagione successiva, succede tutto nella ripresa: ad un super gol di Cutolo al 3’, risponde Antimo Iunco. Finalmente il Torino di Ventura torna alla vittoria nell’aprile del 2012 con gol di Glik e Sgrigna. I tre punti permettono ai granata di raggiungere quota 70 nella stagione del ritorno in Serie A. Inutile il gol su rigore di Calil, all’Olimpico è 2-1.

UN PUNTO PREZIOSO – In una situazione simile a quella di domenica prossima, il Crotone di un applauditissimo Davide Nicola, strappa ad un Toro senza obiettivi un punto fondamentale nella rincorsa alla salvezza. Sinisa Mihajlovìc, in vena di esperimenti, schiera il 4-3-1-2. Il Toro, però, trova il vantaggio grazie a un penalty del gallo Belotti solo dopo essere tornato al 4-2-3-1. Simy pareggia i conti dopo soli 13 minuti su uno svarione della retroguardia granata.

Il bilancio finale è quindi positivo ma equilibrato: tre vittorie per i granata, tre pari e una vittoria del Crotone. I rossoblù si sono sempre rivelati un osso duro e i confronti sono stati spesso equilibrati: lo dimostrano i soli 13 goal totali realizzati in 7 incontri e l’assenza di vittorie con più di una rete di scarto. Ultima curiosità: Ogni volta che il Toro ha battuto gli squali tra le mura amiche, ha festeggiato l’approdo nella massima serie a fine campionato.

  Incontri Vittorie Torino Pareggi Vittorie Crotone Gol Torino Gol Crotone
Serie A 1 0 1 0 6 4
Serie B 6 3 2 1 1 1

Silvio Luciani

0 Commenta qui

Recupera Password

accettazione privacy