Torino, quale modulo con il Benevento? Mazzarri pensa di nuovo al 4-3-3

Torino, quale modulo con il Benevento? Mazzarri pensa di nuovo al 4-3-3

Verso il match / La sfida contro i campani potrebbe vedere ancora il modulo con tre punte dal primo minuto

di Gualtiero Lasala,

La sfida tra Torino e Benevento è ormai alle porte: tra due giorni, granata e neroverdi si troveranno contro allo stadio Olimpico Grande Torino, con i granata che cercheranno di conquistare altri tre punti tra le mura amiche per restare aggrappati al treno dell’Europa League. Un nodo che il mister Walter Mazzarri dovrà sciogliere per affrontare al meglio la squadra neopromossa riguarda il modulo da adottare, che potrebbe essere il 4-3-3 (impostato già da Sinisa Mihajlovic) o il 3-5-2, che incarna l’idea di calcio del tecnico toscano.

PARTENZA – Le probabilità che Mazzarri opterà per il 4-3-3 dal primo minuto sono discretamente alte: il tecnico, in questo modo, darebbe continuità al lavoro effettuato in queste prime settimane con la squadra granata, ma non solo. Contro una squadra come il Benevento, tre punte d’attacco potrebbero essere molto utili per avere sin da subito un atteggiamento più offensivo, provando a mettere in discesa la partita nel primo tempo. Sia contro il Bologna che contro il Sassuolo la scelta di Mazzarri è stata la stessa, nonostante contro i neroverdi abbia poi deciso di modificare il modulo a partita in corso.

LEGGI – De Zerbi presenta Torino-Benevento: “Dobbiamo provare l’impresa anche domenica”

CAMBIO – Non è da scartare del tutto l’idea che ci possa essere un cambio di modulo dal primo minuto, ma al momento pare essere una soluzione meno probabile. La scelta di Mazzarri di cambiare lo schieramento durante il match di Reggio Emilia è stata una decisione dovuta anche alle necessità della squadra in quel momento: i giocatori granata stavano subendo molto l’iniziativa del Sassuolo, che spingeva per riuscire a portare a casa punti importanti. In quel momento il tecnico di San Vincenzo ha voluto coprire maggiormente la squadra, inserendo un altro difensore centrale e togliendo un attaccante.

LEGGI – Torino, De Silvestri: “Benevento squadra insidiosa. Sono in una condizione fisica ottimale”

Contro il Benevento, da quanto filtra dal Filadelfia (durante l’allenamento a porte aperte del martedì, infatti, in un’esercitazione è stata provata proprio la linea difensiva a quattro), è dunque ragionevole pensare che il Torino possa partire ancora il 4-3-3, per essere anche un pizzico più spregiudicato in fase offensiva, in modo tale da liberare il potenziale d’attacco della squadra granata. Un possibile cambio di modulo, come quello visto al Mapei Stadium, potrebbe essere anche un asso nella manica per Mazzarri, da utilizzare più facilmente, per ora, in caso di difficoltà o in un momento del match in cui serve più sicurezza in difesa.

2 Commenta qui
  1. prawn - 11 mesi fa

    ma voi leggete la mente di Mazzarri o come fate a sapere capire con che modulo giochera? fa pure gli allenamenti a porte chiuse…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Toro!Toro!Toro! - 11 mesi fa

    Gran bell’articolo di “alleggerimento”. Complimenti!

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy