Torino-Chieri 3-0: Boyè e Sadiq, l’amichevole è un’iniezione di fiducia

Torino-Chieri 3-0: Boyè e Sadiq, l’amichevole è un’iniezione di fiducia

Il commento / Al Filadelfia i granata ne segnano tre al Chieri. A riposo molti titolari. Assist e gol per l’argentino

Commenta per primo!

Finisce 3-0 l’amichevole infrasettimanale al Filadelfia tra Torino e Chieri (Serie D). Di Sadiq, Boyè e Lyanco le reti che allietano il pomeriggio ai circa 800 tifosi giunti al Filadelfia, in questo uggioso pomeriggio autunnale. Sgambata che al Toro è servita per mettere minuti nelle gambe di chi ha giocato meno, per affinare la condizione di alcuni elementi oltre ai meccanismi di gioco del 4-3-3, il vecchio-nuovo modulo che ha permesso ai granata di uscire dalle difficoltà dell’ultimo mese di campionato. Assenti Antonio Barreca e Kevin Bonifazi, i due giocatori, evidentemente, non hanno recuperato ancora dai problemi fisici.

Mihajlovic, privo dei nazionali Ljajic, Edera, Belotti, Ansaldi e Niang, sceglie di tenere a riposo titolarissimi come Sirigu, N’Koulou, Falque e Obi. Per l’amichevole odierna, allora, il tecnico propone una formazione iniziale con tante seconde linee. Confermato come prevedibile il 4-3-3, sono Rincon, Burdisso, Baselli e De Silvestri gli unici ad essere stati titolari a San Siro. L’occasione di mettersi in mostra è soprattutto per Boyè e Berenguer, ma anche per Gustafson e Sadiq, schierato come punta centrale. In porta c’è Milinkovic-Savic, in difesa come centrali ecco Burdisso e Lyanco, che cerca di mettere minuti nelle gambe per ritrovare la condizione ideale. Il test può dirsi superato, per il centrale brasiliano, che era stato tenuto a riposo contro l’Inter: nella ripresa il classe 1997 va anche in gol.

Il Toro si trova davanti un avversario deciso a limitare al massimo il passivo, che si presenta al Fila con tre linee strette a protezione della propria trequarti. La giocata giusta l’azzecca Boyè al 16′, che libera bene Sadiq in area. Il nigeriano esegue un bel taglio e con un tocco sotto sblocca la partita: un’iniezione di fiducia per l’ex Roma, che ne aveva bisogno. Il Toro poi raddoppia al 32′ ed è ancora Boyè a rendersi protagonista, questa volta in veste di fromboliere: De Silvestri crossa dalla destra, l’argentino svetta in mezzo all’area e azzecca l’incornata. All’intervallo è 2-0, per un Toro che nel frattempo aveva sostituito Baselli e Rincon con Valdifiori e Acquah.

Nella ripresa è Lyanco, come anticipato, a portare a tre le reti granata: al quinto minuto, imperioso stacco di testa da corner per il brasiliano, che dimostra di sapere il fatto suo anche in area avversaria. Lo stesso centrale ex San Paolo potrebbe siglare la doppietta al 33′, ma il chierese Zamariola si oppone da grande portiere sulla conclusione ravvicinata. In mezzo c’era stato anche il palo di Acquah, servito in area da un buon filtrante di Gustafson. Per il resto, il Toro non ha regalato di certo grande spettacolo, accontentandosi per lunghi tratti di oliare la circolazione della palla. Mihajlovic ha dato spazio anche a De Luca (entrato a inizio ripresa e andato vicino al gol a fine partita) e ai giovani della Primavera Bedino, Millico e Rivoira, tutti attivi e in evidenza. Il risultato finale è 3-0, per un Toro che ora si proietta ad altre giornate di lavoro in vista della ripresa del campionato contro il Chievo.

Torino-Chieri 3-0

Marcatori: pt 16′ Sadiq, pt 32′ Boyè, st 5′ Lyanco

Torino (4-3-3): Milinkovic-Savic (st 15′ Ichazo); De Silvestri (st 1′ Moretti), Burdisso (st 17′ Bedino), Lyanco, Molinaro; Gustafson, Rincon (pt 31′ Valdifiori), Baselli (pt 31′ Acquah); Berenguer (st 26′ Rivoira), Sadiq, Boyè (st 26′ Millico)

Chieri: Benini, Venturello, Cesarano, D’Iglio (30′ pt Pavan), Pautassi, Benedetto, Campagna, Di Lernia, Piraccini, Tettamanti, Foglia. Entrati nella ripresa: Zamariola, Noce, Ciappellano, Kouakou, Sarao, Vergnano, Becchio, Villa, De Simone, Njie. Allenatore: Manzo

0 commenti

Commenta per primo!

Recupera Password

accettazione privacy