Torino, Cairo: “Mondonico era un papà granata, incarnava il tremendismo”

Le parole / Il presidente granata ha parlato dopo la scomparsa dello storico allenatore: "Una perdita importante"

Il presidente del Torino Urbano Cairo ha preso parola nella trasmissione radiofonica Tutti Convocati, soffermandosi sulla scomparsa dell’ex allenatore del Toro Emiliano Mondonico, spirato quest’oggi. Ecco le sue parole:

Un ricordo di Mondonico? Direi che ho più di un ricordo: l’ho incontrato più volte, c’era un bel rapporto tra di noi, anche perché era una persona disponibile e positiva, mi ha dato davvero tanti consigli. Cosa rappresenta per il Torino? Quella famosa sedia alzata  su un rigore non dato ad Amsterdam rappresenta – insieme ad altre cose che ha fatto come allenatore del Toro – il tremendismo granata, la voglia di non molare mai, di superare i propri limiti, qualcosa di romantico. Una perdita importante, era una sorta di papà granata. Ho ricevuto tanti messaggi da tifosi dispiaciuti, che ricordavano Mondonico.

Cairo poi ha continuato: “Ricordi particolari di mia madre? Aneddoti veri e propri no, ma a mia mamma piaceva molto Mondonico. Le piaceva, era un personaggio del Toro che le piaceva specialmente. Mi ricordo un apprezzamento quando parlavamo di lui, lei era molto affezionata a Mondonico, si illuminava.

Infine, Cairo: “Iniziative in favore di Mondonico? Sicuramente sì, adesso ho detto subito di parlare in Lega perché vorrei prima della partita di Cagliari un minuto di silenzio, cosa che ritengo doverosa. Spero che lo facciano su tutti i campi, perché meriterebbe un tributo tale.

Outbrain
Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie . Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.