Torino, Bonifazi rivede la maglia da titolare: il futuro passa anche da Napoli

Torino, Bonifazi rivede la maglia da titolare: il futuro passa anche da Napoli

Focus on / La squalifica di Moretti lancia il giovane, che deve dimostrare di potersi meritare la conferma nella prossima stagione: test di livello assoluto

di Federico Bosio,

Ultime tre giornate di campionato, un entusiasmo da ritrovare – insieme a risultati utili – ed uno degli incontri più complessi dell’intero calendario all’orizzonte: questo il mare, decisamente piatto piuttosto che in burrasca, in cui si ritrova a navigare il Torino nel finale di stagione. Alla vigilia del match contro la Lazio il tecnico granata era stato chiaro, soffermandosi sulla strada che ha intenzione di percorrere in questo atto conclusivo dell’annata: niente esperimenti, in campo la miglior formazione disponibile e tutte le pedine che gli forniscono maggiore sicurezza ed esperienza, per perseguire la volontà di collezionare il maggior numero di punti disponibili ed arrivare il più in alto possibile. Ecco che in vista della trasferta partenopea, pur non snaturando questa filosofia e l’impianto di base della squadra, Mazzarri sarà costretto a rivederlo parzialmente in particolar modo in un ruolo specifico.

Il cartellino giallo rimediato da Moretti contro la Lazio lo costringe infatti ad un turno di sosta forzata causa squalifica, ed ecco che per sostituirlo – mantenendo logicamente l’impianto difensivo a tre ora rodato – la scelta non può che ricadere su Kevin Bonifazi: il giovane e promettente marcatore prenderà il posto del senatore e ritroverà così una maglia da titolare con cui ha avuto, nella sua prima stagione in granata, un rapporto non così stabile. Per dirla tutta, sono davvero poche le presenze collezionate dal difensore in questa annata: il debutto in Coppa Italia contro il Carpi, poi quattro gettoni in campionato contro Cagliari, Crotone, Chievo ed Atalanta, dei quali solamente due dal primo minuto. Logico che il giocatore sperasse in un impiego maggiore, ma non si può comunque parlare di annata negativa a livello personale o “gettata” poichè un primo anno di rodaggio nel massimo campionato non è affatto inconsueto. Detto questo, il futuro prossimo del giovane talento scuola Toro passa inevitabilmente dagli ultimi tre impegni di questa stagione.

Tre sfide nelle quali Bonifazi – così come gli altri giovani in rosa – dovrà dimostrare di poter essere una di quelle pedine dalle quali ripartire ed attorno a cui ‘ricostruire’ il Torino del prossimo anno, puntando ovviamente ad un utilizzo più consistente e continuo nella prossima stagione. Se nelle prime apparizioni il difensore, nato e cresciuto come centrale, aveva fornito segnali positivi, l’ultima prestazione – l’incontro di Bergamo – non è stata da incorniciare ma, è bene ricordarlo, il giocatore era stato adattato ad esterno di centrocampo un po’ per emergenza ed un po’ per esperimento: un ruolo che non rientra nelle sue corde, e per questo non si può di certo fare una colpa ad un giocatore con caratteristiche differenti. Dopo la panchina contro la Lazio, adesso Bonifazi ritroverà una maglia da titolare contro il Napoli: un match complicatissimo, quello del San Paolo, per qualsiasi difensore del massimo campionato. Un banco di prova assoluto quindi per un giovane e talentuoso ragazzo che scenderà in campo dal primo minuto per dimostrare, al tecnico e non solo, di meritarsi la permanenza al Torino.

1 Commenta qui
  1. prawn - 8 mesi fa

    E il piedino di Lyanco come sta?

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy