Torino, Baselli: gol che scaccia le critiche. Ma può fare ancora di più

Torino, Baselli: gol che scaccia le critiche. Ma può fare ancora di più

Focus on / Il centrocampista trasforma i fischi in applausi. Prestazione incoraggiante

di Nicolò Muggianu

Il Torino vince, ma continua a non convincere al cento per cento. Sia chiaro: nelle ultime giornate la squadra di Mazzarri ha fatto enormi passi in avanti. Dal punto di vista del gioco, dell’impatto alla partita ma soprattutto nella capacità di portare a casa i tre punti. Tutt’altro che un dettaglio per un gruppo che, in attesa di sbocciare definitivamente, deve cercare di ottenere il massimo risultato con il massimo sforzo. Concetto in cui potrebbe identificarsi Daniele Baselli, atteso dall’ennesima annata della consacrazione ma ancora troppo timido e poco costante nei momenti clou e nelle partite più importanti.

LA CRESCITA – Limiti caratteriali già evidenziati ai tempi di Ventura e Mihajlovic e sui quali Mazzarri sta cercando di lavorare giorno per giorno. Le qualità ci sono e questo non sembra essere in discussione. A molti tifosi resta però il dubbio che l’ex Atalanta possa restare un eterno talento pronto a sbocciare, senza mai portare a pieno compimento il proprio processo di maturazione. Servirà crescere dunque, soprattutto dal punto di vista caratteriale. Ecco allora perché Mazzarri ha deciso di inasprire la concorrenza nel reparto, creando un vero e proprio dualismo con Soriano. “Baselli? Gioca chi sta meglio e lui questo lo capisce” aveva detto Mazzarri alla vigilia di Torino-Frosinone, mandando un chiaro segnale al ragazzo.

Torino, grinta e qualità: Parigini entra e “ribalta” il Frosinone

ESULTANZA – Segnale recepito e rispedito al mittente da Baselli, che ieri sera ha messo in campo una buona prestazione; impreziosita dal gol del momentaneo 2-0. Un gol liberatorio, che serve al ragazzo per scacciare le critiche e provare a mettere a tacere le critiche (a volte eccessive) che i tifosi hanno mosso nei suoi confronti. Anche per questo l’esultanza polemica al momento della rete, strozzata senza troppo successo da Zaza e compagni. Dito davanti alla bocca in segno di silenzio: un gesto rivolto a quella parte di pubblico (situato soprattutto in Primavera e tribuna) che più si è mostrato insofferente nei suoi confronti, fischiandolo a volte in maniera immeritata. La sensazione però è che dopo più di tre anni giocati con un rendimento altalenante, ci sia parte della tifoseria che si sia stufata di aspettare. Perchè il talento c’è, ma il mordente non ancora. Intanto, al momento della sostituzione, i fischi di gran parte della tifoseria si sono trasformati in applausi e cori da parte della Maratona. Un segnale distensivo dopo le tensioni, perché in fondo Baselli resta un giocatore importante per questo Torino.

20 Commenta qui
  1. roplo - 2 mesi fa

    baselli ci sta al toro..
    ..come riserva e SUBENTRANTE gli ultimi 20 …15 minuti….niente di più…si spera ancora dopo 3 anni a cosa ?? a quale miracolo ? è un ottimo rincalzo o da coppa Italia….niente di più non è colpa sua se mazzarri lo mette titolare

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. user-14003131 - 2 mesi fa

    Mezzi magari ne avrà pure… ma in questi anni non mi ha mai pienamente convinto, sempre altalenante, mai decisivo. Paradossalmente trovo giochi meglio da mediano, ruba parecchie palle e venerdì sera ne ha tolta una maligna.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Riba - 2 mesi fa

    È vero che Baselli ha potenzialità importanti ma sicuramente inespresse, è vero anche che molti tifosi si sono stufati delle sue prestazioni ma a prescindere trovo inutile fischiarlo e fischiare qualunque altro nostro giocatore durante il match. In questo modo non si aiuta a migliorarne la presentazione. Purtroppo abbiamo un allenatore, che a me personalmente non piace, che è lui a prendere le decisioni su chi deve partire titolare e chi no, quindi se qualcuno è fuori forma o occupa un ruolo non suo la responsabilità è di chi decide, quando, dove e come farlo giocare. Dai Baselli su con il morale che in fin dei conti sei uno dei pochi rimasti con i piedi buoni in questa squadra…invece per quanto riguarda Soriano, ho visto un paio di allenamenti nel quale l’ho visto davvero molto svogliato, negli allunghi è sempre l’ultimo, così non credo possa andare lontano e fare la differenza

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Mauro_Mo - 2 mesi fa

    mi sembra tanto tanto sbagliata…
    1- WM e difesa a 4 non possono stare nella stessa formazione
    2- centrocampo a 3 con un regista e due esterni d’attacco mi sembra esagerato, zero filtro. (e poi dimentichi Meite, Baselli, Soriano,ecc…)
    niente di personale ma io la penso così:
    Modulo: 3-5-2 ; 3-4-3 o cose simili
    Giocatori, essendo solo l’anno prossimo, saranno al 90% gli stessi.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. granatadellabassa - 2 mesi fa

    A me continua a non convincere nonostante due piedi stupendi e di sicuro venerdì non ha certo fatto un euro gol.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. granata - 2 mesi fa

    Salvare la prestazione modesta di Baselli contro l’ ancor più modesto Frosinone perchè ha ribattuto nella porta vuota una respinta del protiere mi pare eccessivo. il pubblico l’ ha fischiato perchè ha giocato un primo tempo come al solito abulico e privo di personalità. Sono stato un suo sostenitore, ma ora mi sono stufato. Ha avuto miriadi di occasioni per crescere ed è rimasto quello che è: un giocatore di buona tecnica, ma fisicamente fragile e dal temperamento volubile. Secondo me, va bene per subentrare a Sorianmo, cui darei le stesse chances date a lui. Cioè insistertei a farlo giocare insieme con il trio Iago Falque-Belotti-Zaza. Sulla carta sono i giocatori di maggior talento e il Toro di talento in campo ha estremo bisogno.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Agi - 2 mesi fa

    Baselli sarebbe perfetto per il “Curling”

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. BIRILLO - 2 mesi fa

    Prawn se ti piace, la faccio io la formazione 2019-2020…
    Sirigu(Ichhao)
    Ansaldi(Aina), Lyanco, N’Koulou, Izzo(Lollo)
    Parigini,(De Angelis), Lukic(e 25 mln per….), Berenguer(Edera)
    Falque,(Paigini), Belotti(Zaza), Zaza(Millico).
    4-3-3.
    All. Walter Mazzarri.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. BIRILLO - 2 mesi fa

      A me piace cosi’-

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. Conterosso - 2 mesi fa

    Se basta una palla da spingere in una porta vuota per definire la prestazione di Baselli incoraggiante, allora questo Toro non andrà da nessuna parte. Per competere a certi livelli servono giocatori che fanno la differenza. In 4 anni di permanenza al Toro non ha fatto vedere nulla; è dal suo arrivo che aspettiamo la sua esplosione, ma fino ad oggi io ho solo visto un mezzo giocatore, e attualmente il Toro è pieno di mezzi giocatori, e molto probabilmente questa è una delega cause che ci impediscono di effettuare quel sito di qualità che ormai aspettiamo da tanto

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. BIRILLO - 2 mesi fa

      No mezzi giocatori no, esageri. E Baselli è solo spaesato. Come Belotti. Non si butta il bimbo con l’acqua sporca. Abbiamo tanta cose che solo 5 anni fa non avevamo. I giovani devono crescere, persino Lentini affetto da pubalgia era in bilico prima di esplodere.. Non farlo, critica la parte patrimoniale e se WM non si affligge, ma non lo fa, la parte tattica, ma i giovani è una bestemmia. Baselli si recupera. Belotti sarà il nostro bomber. Ed entrerà Millico, così come Parigini ed Edera.. Io vedo un buon futuro nei nostri giovani, e ci credo, magari non tutti quest’anno, ma mi fanno friggere..

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. renato - 2 mesi fa

      Ricordo che per spingere una palla in una porta vuota bisogna essere nel posto giusto al momento giusto…
      Non mi sembra che ultimamente sia capitato spesso ai nostri giocatori, e ricordo anche che quando Baselli viene schierato in un ruolo più costruttivo/offensivo riesce meglio, mentre non è un granchè quando deve fare un puro gioco di contenimento.
      A me venerdì scorso Baselli è piaciuto, spero giochi sempre (almeno) così.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. BIRILLO - 2 mesi fa

    Riflettevo che se WM azzeccasse il modulo e i giocatori a Bologna….. Tipo fossimo malgrado criticabili anche li ma ottenessimo pareggio o vittoria…. 7 punti nelle ultime 3 per come giochiamo potrebbero diventare 8 o 11 in 4 giornate… Gloria e stupore !?!… Sorprendici Walter WM Mazzarri…. apperò….

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. user-14036712 - 2 mesi fa

    L’ottimismo di “Prawn” è… quasi contagioso!!! In quanto al tecnico, peccato che Radice sia anziano e che Bersellini e Mondonico non ci siano piu’… erano sicuramente meglio di Mazzarri! E poi WM, é ‘l’acronimo di Walter Mazzarri od il famoso sistema di gioco???

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. BIRILLO - 2 mesi fa

      No, il sistema WM inglese ripreso da Vittorio Pozzo negli anni dei 2 mondiali ’34 e ’38 l’ho ricordato io in tempi recenti 😉 Chiediamo a Prawn la formazione 2019-2020 che sarebbe simpatico, se volete… magari con l’allenatore…..

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. prawn - 2 mesi fa

    Occhio a chiamarla crescita (parlo del toro non di Base) perche’ Napoli>Atalanta>Chievo>Frosinone e’ una discesa molto rapida.

    Si vedra’ che puo’ fare il toro e che puo’ fare WM contro la Fiore.

    Mi sa tanto di storia che si ripete putroppo, ricordo ancora l’orribile sconfitta che costo poi il posto a Miha qualche giornata dopo…

    Vediamo se WM riesce a dare un senso a questa squadra

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  13. user-13758358 - 2 mesi fa

    questo commenti su baselli mi fanno venire il latte alle ginocchia, prima della sparata di mihailovic nessuno pensava che baselli fosse come lo ha definito il serbo. ora è diventata un’etichetta
    baselli corre, contrasta e gioca…salva la porta (visto ieri nel primo tempo l’intercetto su cross di molinaro?) non è un giocatore spettacolare? ce ne faremo una ragione, a volte gioca male? capita a tutti. se tutti gli allenatori lo fanno giocare qualcosa significa, se certe squadre lo cercano idem
    basta con la reiterazione del giudizio di sinisa
    mimmobg

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. granata - 2 mesi fa

      Mi spiace non sono d’ accordo. Che tutte le squadre cerchino Baselli non è vero. Seco ndo gl iesperti di mercato (giornali, siti e tv, a cominciare da Sky) avevan oevidenziato come fosse sulla lista dei partenti, ma è rimasto per mancanza di compratori e così’, purtroppo, è partito Ljajic. I limiti di Baselli dal punto di vista fisico e del carattere sono evidenti. E’ anche vero che gli allenatori che si sono susseguiti (Ventura, Mihajlovic e adesso Mazzarri) lo utilizzano in un ruolo non suo. Baselli giocava nell’ Atalanta da playmaker o regista che dir si voglia; e infatti il suo arrivo fu salutato al Torino con quell’ indicazione precisa: finalmente arriva un regista. Andrebbe piazzato in mezzo al campo (alla Pirlo, spero che Pirlo non si offenda per questo paragone) con due cursori ai lati e dovrebbe essere il punto di rifeirmento della manovra. Invece gli fann ofare il laterale di centrocampo, con compiti anche di contenimento, funzione che non gli si addice proprio. Intorno a lui si respira aria di poca considerazione: manco le punizioni gli fanno tirare. Secondo me, con l’ arrivo di Soriano Baselli dovrebbe finire in panchina a fare il subentrante.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Madama_granata - 2 mesi fa

      Totalmente d’accordo!
      Baselli gioca in un ruolo non suo, è uno dei più maltrattati, non gli si perdonano errori,non lo si esalta quando fa bene, si fa finta di non vedere le cose buone che fa (es:recupero miracoloso di venerdì sera a salvare la porta, più volte sottolineato con complimenti nel commento di Zaccarelli, buoni passaggi, grande corsa e magari qualche gol, il che non guasta!!). È evidentemente antipatico a molti, che da lui pretendono molto più che da altri giocatori..
      Stesso discorso per De Silvestri, che non è un attaccante, ma di gol ne ha fatti tanti! Mai a riposo, neppure x una partita lo scorso anno. Ora, x un fortunatamente lieve infortunio, hanno avuto la faccia tosta di dire: “è sempre rotto ( termine orribile, riferito ad una persona)!
      Se qualcuno critica giocatori di colore (per gli errori in campo, non x la pelle scura!!!) viene dai più tacciato di essere razzista. Ora: come possiamo definire quelli che se la prendono sempre con Baselli e/o De Silvestri?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  14. robertozanabon_821 - 2 mesi fa

    Baselli ha sbagliato a reagire così. La parte dell’ incompreso non gli si addice e un po’ più di umiltà l’avrebbe reso più simpatico, dimostrando di saper accettare e sopratutto capire le critiche. Occasione sprecata. Ritenti con maggiore fortuna visto che per ora dobbiamo considerarlo, senza rancore, poco riflessivo e immaturo. Auguri.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy