Sereni, il valore aggiunto

Sereni, il valore aggiunto

di Gianluca Sacchetto

Negli ultimi tempi quando si parla di singoli nel Toro si fanno le lodi a Bianchi, Di Michele, Gasbarroni, anche a Loria per come comanda la difesa. Ma spesso si trascura chi, invece, in questo inizio di campionato sta fornendo prestazioni simili al primo anno di serie A in maglia granata. Stiamo parlando di Matteo Sereni, che anche sabato al “Matusa”…

di Gianluca Sacchetto

Negli ultimi tempi quando si parla di singoli nel Toro si fanno le lodi a Bianchi, Di Michele, Gasbarroni, anche a Loria per come comanda la difesa. Ma spesso si trascura chi, invece, in questo inizio di campionato sta fornendo prestazioni simili al primo anno di serie A in maglia granata. Stiamo parlando di Matteo Sereni, che anche sabato al “Matusa” di Frosinone ha compiuto una serie di interventi strepitosi, salvando in più di una circostanza la porta granata.

Forse è talmente alta la fiducia nel portiere granata, che si tendono a dare quasi per scontate le sue recenti prestazioni. Invece, così non dovrebbe essere. In serie A, in queste prime giornate di campionato abbiamo assistito a più di un’incertezza da parte degli estremi difensori.

Proprio in casa Lazio, ad esempio, dove Lotito non ne volle sapere di puntare su Sereni, ieri Muslera si è reso protagonista di una gara assolutamente non all’altezza, favorendo la rete del Palermo. Ma è solo l’ultimo caso in ordine di tempo. Questo Sereni in serie B è, quindi, più di un lusso per il Torino.

L’unico a rimetterci, per forza di cosa, è Alex Calderoni, a lungo sul mercato quest’estate ma alla fine rimasto alla corte di Colantuono.

(Foto: Maurizio Dreosti)

0 commenti

Commenta per primo!

Recupera Password

accettazione privacy