Nazionali, il Senegal di Niang sfida la Croazia: Cissé si aspetta conferme importanti

Nazionali, il Senegal di Niang sfida la Croazia: Cissé si aspetta conferme importanti

Nazionali / L’attaccante granata è stato protagonista di una buona prestazione contro il Lussemburgo e spera in una nuova occasione dal primo minuto

di Alberto Giulini,

Dopo aver pareggiato 0-0 contro il Lussemburgo, il Senegal di Mbaye Niang tornerà oggi in campo nel tardo pomeriggio. Allo Stadion Gradski di Osijek si terrà infatti un’amichevole tra la compagine africana e la Croazia. L’attaccante granata sarà chiamato a confermare la buona prestazione messa in mostra lo scorso 31 maggio, quando fu uno dei migliori nonostante un misero pareggio contro una squadra sulla carta nettamente inferiore.

Lussemburgo-Senegal 0-0: per Niang 90’ e un pari preoccupante

RIVALUTAZIONE – Oggi Niang spera in una nuova chance contro la Croazia, per confermare quanto di buono fatto una settimana fa e conquistare dunque una maglia da titolare in Russia. E proprio i Mondiali saranno un importantissimo banco di prova per il giocatore e per il Toro. Se l’attaccante dovesse disputare delle buone gare, i granata potrebbero ritrovarsi in rosa un attaccante rigenerato. Nel caso in cui Niang non dovesse rientrare nei piani di Mazzarri, con delle buone prestazioni il giocatore potrebbe attirare su di sé le attenzioni di alcuni club ed il Toro potrebbe contare su una rivalutazione del cartellino.

VERSATILITÀ – Il commissario tecnico Aliou Cissé ha dato la dimostrazione, nella scorsa gara, di quanto Niang possa essere un elemento importante per il Senegal. Il tecnico si è infatti affidato all’ex Milan per l’intera partita contro il Lussemburgo, utilizzandolo inizialmente come seconda punta ed in seguito sull’esterno. Un’importante iniezione di fiducia ed il giocatore, dal canto suo, non ha deluso. Quest’oggi l’avversario sarà decisamente più impegnativo, ma Niang sarà chiamato a confermarsi un punto di riferimento per i propri compagni.

8 Commenta qui
  1. user-13746076 - 5 mesi fa

    Facciamo un tifo sfegatato per il Senegal ai mondiali, sopratutto per Nyang… Così ce lo leviamo più facilmente dai piedi.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. LeoJunior - 5 mesi fa

    che follia prenderlo. questo tipo di scommesse a quel prezzo lo puo’ fare una societa’ che ne ha da buttare. Per noi, spendere 17 milioni ( o quello che sono) per un giocatore, lo puoi fare solo se sei sicuro al 90% sul rendimento. Sapremo mai la verita’? a me sembra strano che Cairo abbia dato l’ok

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Marino - 5 mesi fa

    Potremmo partecipare al campionato del Lusesemburgo

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Puntmasingranata - 5 mesi fa

    Ma cosa scrivete? Buona prestazione con il Lussemburgo 0-0 un attaccante mediche avrebbe fatto 2 gol, è e resta un bidone

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Marco Toro - 5 mesi fa

    A sto punto non resta che sperare in un gran mondiale del Senegal e in particolare di Niang così avremo la possibilità di recuperare almeno in parte i quattrini investiti per la più grande cantonata del era Cairo sul mercato pallonaro.. Per poterli poi reinvestire..

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. anpav - 5 mesi fa

      cantonata pilotata da sappiamo chi, ma si cantonata colossale

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. user-13657710 - 5 mesi fa

      Madama granata- pienamente d’accordo, purché, se mai facesse bene ai mondiali, nessuno si sogni poi di dire che bisogna trattenerlo!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. KanYasuda - 5 mesi fa

      I Mondiali non sono più come una volta, una Vetrina per scovare talenti sparsi per il Mondo…
      e poi, Niang, pur se facesse bene, lo sanno tutti ormai che è una GRANDISSIMA PIPPA !!!

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy