Russia-Argentina, Ansaldi si prepara ad un’altra carica dei 70 mila

Russia-Argentina, Ansaldi si prepara ad un’altra carica dei 70 mila

Nazionali / Il laterale argentino torna nell’Albiceleste dopo 3 anni: a Mosca un’atmosfera da brivido

Ansaldi torna in nazionale dopo tre anni dalla sua ultima partita e lo fa soprattutto grazia al CT Jorge Sampaoli, da sempre suo estimatore, che lo ha convocato per le amichevoli di oggi contro la Russia e di martedì contro la Nigeria.

Per Ansaldi non è dunque un debutto, aveva infatti già giocato la sua prima partita in nazionale il 14 novembre 2009 in amichevole contro la Spagna, il terzino di Rosario ha anche già segnato il suo primo gol con la maglia dell’Argentina il 12 novembre 2014 nell’amichevole vinta per 2-1 contro la Croazia. La sua ultima presenza risaliva al 18 novembre 2014 in una gara amichevole contro il Portogallo di Cristiano Ronaldo all’Old Trafford di Manchester.

Il laterale granata oggi si troverà di fronte un’atmosfera simile a quella che aveva incontrato una settimana fa a San Siro: saranno infatti, più di 74.000 le presenze allo Stadio Luzhniki di Mosca, in uno degli impianti che l’anno prossimo ospiterà le partite del prossimo Mondiale di calcio.

Il momento d’oro di Ansaldi nel Torino è stato dunque premiato da Sampaoli, un’immensa soddisfazione per il giocatore granata che si è ambientato immediatamente nella nuova realtà e affrontando con umiltà e sacrificio sta conquistando partita dopo partita la fiducia dei tifosi risultando uno degli acquisti più azzeccati di Petrachi che ha scelto lui per sostituire Zappacosta.

Nonostante le presenze in maglia granata siano appena 5, Ansaldi riesce ad essere sempre decisivo ogni qualvolta entra in campo grazie alla sua spinta costante e ai suoi cross precisi grazie ai quali ha già effettuato 2 assist.

Dopo aver conquistato Mihajlovic, Ansaldi mette Sampaoli e il Mondiale nel mirino: un’enorme motivazione in più per fare una grande stagione.

Marco Notaro

0 commenti

Commenta per primo!

Recupera Password

accettazione privacy