Roma: per il Toro torna disponibile El Shaarawy, vecchia fiamma granata

Roma: per il Toro torna disponibile El Shaarawy, vecchia fiamma granata

Focus On / Dzeko è la certezza dell’attacco di di Francesco, Schick l’enigma

di Redazione tvvarna

Finiscono le partite abbordabili per il Torino, che può e deve preoccuparsi: se sono stati subiti due gol a partita contro Crotone e Verona, occorre correre ai ripari e farlo in breve tempo, perchè domenica arriva la Roma di Edin Dzeko. Il reparto offensivo di Di Francesco – che dopo la difesa e il centrocampo finisce ora sotto la nostra lente di ingrandimento – in realtà, non sta facendo stropicciare gli occhi, anche e soprattutto a causa di qualche assenza di troppo. Il centravanti bosniaco è però una grande certezza. L’ex Manchester City, alla sua terza stagione in giallorosso, ha dimostrato di aver nettamente superato le difficoltà iniziali, confermandosi come centravanti di assoluto rendimento. Dzeko è forse nel suo momento migliore, tant’è vero che è stato inserito nella lista dei candidati per il Pallone d’Oro. Un top player vero e proprio, che il Torino deve studiare a fondo per arginare. Certamente ci vorrà un grande lavoro di squadra, al fine di impedire che a lui arrivino grandi rifornimenti. Sette sono le reti segnate in questo campionato dal bosniaco, dopo i 29 della scorsa stagione, che gli sono valsi il titolo di capocannoniere della Serie A.

LEGGI: Roma, la difesa non ha mai incassato reti in trasferta

LEGGI: Roma, a centrocampo è Pellegrini la new entry

GLI INFORTUNI – Di Francesco, là davanti, deve fare a meno di due giocatori importanti: il suo pupillo Defrel, che per una lesione al bicipite femorale starà fuori almeno sino a fine mese, e soprattutto Patrick Schick. Il giocatore più pagato della storia della Roma, prelevato dalla Sampdoria al termine di un’estate complicata con un’operazione da 42 milioni di Euro, ha giocato appena 17′ in stagione per un enigmatico problema ad un adduttore. Di Francesco, nella conferenza stampa pre Napoli, ha chiesto ai giornalisti la cortesia di evitare domande su questo spinoso tema, onde evitare di mettere pressioni al giocatore.

LONDON, ENGLAND – OCTOBER 17: Edin Dzeko of AS Roma speaks to the media during the AS Roma press conference prior to the UEFA Champions League group C match against Chelsea at Stamford Bridge on October 17, 2017 in London, England. (Photo by Dan Mullan/Getty Images)

IL RENDIMENTO – Non una grandissima stagione, sin qui, dal punto di vista offensivo, per la Roma. I giallorossi hanno segnato 14 gol, proprio come il Torino (ma in sette partite, essendo stato rinviato a settembre il match con la Sampdoria).. L’unico attaccante ad andare a segno oltre Dzeko è stato Stephan El Shaarawy, che proprio questa settimana è tornato disponibile dopo un edema riportato con la Nazionale. Potrebbe partire titolare proprio contro i granata. Zero reti per gli altri attaccanti di Di Francesco, da Under a Perotti, da Defrel al duttile Florenzi, da poco tornato dopo il secondo grave infortunio al ginocchio. Tuttavia, il potenziale è sottolineato dal fatto che contro Verona e Benevento i granata di Mihajlovic hanno segnato tre reti, contro le sette siglate dai giallorossi.

ROME, ITALY – OCTOBER 14: Jose’ Callejon of SSC Napoli competes for the ball with Diego Perotti of AS Roma during the Serie A match between AS Roma and SSC Napoli at Stadio Olimpico on October 14, 2017 in Rome, Italy. (Photo by Paolo Bruno/Getty Images)

CHI GIOCHERA’? – All’insostituibile Dzeko, allo stadio Grande Torino, potrebbe essere schierato proprio El Shaarawy. Questa sera, allo Stamford Bridge di Londra contro il Chelsea, Di Francesco dovrebbe schierare Florenzi e Perotti, ma contro il Toro all’argentino potrebbe subentrare proprio l’azzurro, in un’ottica di turn-over. Il Faraone è stato anche oggetto di interesse del Torino, nell’ultima sessione di mercato: ci sono stati sondaggi diretti, ma la Roma lo ha sempre ritenuto incedibile, e i granata poi si sono diretti su altri profili, quali quelli di Berenguer e Niang. In alternativa è pronto anche Cengiz Under, scommessa classe 1997 che in giallorosso è arrivato al posto di Salah, prelevato per 15 milioni dall’Istanbul Basaksehir.

 

1 Commenta qui
  1. peter1 - 11 mesi fa

    Anche il faraone avrebbe fatto la sua bella figura nell’attacco granata odierno.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy