Bernardini (pres. Circ. 2): “Torino e Robaldo, ecco cosa succederà”

Bernardini (pres. Circ. 2): “Torino e Robaldo, ecco cosa succederà”

A pochi minuti dal termine dell’incontro: “Speriamo in una progettualità comune con il Torino FC”

di Gianluca Sartori,

Un altro passo decisivo, in vista della creazione del centro nevralgico delle giovanili granata. Poco dopo il termine dell’incontro con il Torino, abbiamo incontrato la presidentessa di Circoscrizione Luisa Bernardini, che ha chiarito la questione:

È da pochi minuti terminato l’incontro per il Robaldo. C’era il presidente?

Non è venuto il presidente, trattenuto all’ultimo da un impegno, ma un suo delegato.

L’incontro è andato bene? Qual è la situazione?

Abbiamo rivisto la concessione, in questo momento abbiamo firmato il primo atto, l’inizio dell’iter amministrativo della procedura di concessione.

Si può dire che il Torino è entrato in possesso del Robaldo?

Non ancora, ci sono dei termini burocratici da rispettare. Ma si tratta di una mera pratica. A breve il club granata avrà un’assegnazione temporanea, per iniziare a prendere dimestichezza con il territorio, ma è una questione burocratica. Per la concessione definitiva è questione di qualche giorno.

I lavori di riqualificazione quando potrebbero cominciare?

Non siamo ancora in quella fase: prima chiudiamo il discorso concessione, poi – magari in accordo con la Circoscrizione – si lavorerà su questo secondo aspetto. Le tempistiche? Credo che sono domande che dovreste girare al Torino.

La concessione il Torino se l’era aggiudicata tempo fa. Di lì ci sono stati una serie di problemi.

Sì: confermo l’esistenza di problemi sulla questione dell’IVA, che hanno rallentato l’iter della concessione. Poi c’è stato un discorso di revisione bilaterale degli atti, adesso si è finalmente arrivati alla conclusione.

C’erano altre società in ballo?

Io sono arrivata in carica che la gara era già chiusa, e mi è stato raccontato che chi aveva partecipato non aveva i requisiti per farlo.

Quanto è importante per la Circoscrizione l’arrivo del Torino?

Molto importante, permette una riqualificazione di impianto e un coinvolgimento del territorio. Oltre all’aspetto sportivo, c’è anche un aspetto sportivo e sociale: spero in un accordo con il Torino per trovare progetti con scuole del territorio. Ho fiducia che questo progetto dia la possibilità di sviluppare connessioni future.

Insomma, la soddisfazione è reciproca?

Direi di sì.

3 Commenta qui
  1. Gio - 1 anno fa

    Scrivere tre volte “Ci sono stati una serie” è davvero troppo. Una volta può scappare, ma tre è diabolico.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. prawda - 1 anno fa

      Non e’ un errore, viene definita concordanza a senso. Serie come popolo, folla, gente, schiera, pubblico, gregge, moltitudine solo per fare degli esempi e’ in italiano un nome collettivo che esprime nella forma al singolare un insieme di piú persone, di piú animali, di piú cose, sí da apparire quasi come un plurale. Se viene seguito da un complemento di specificazione la regola grammaticale consente l’uso del verbo sia al singolare che al plurale: uno sciame d’api si leva in volo ma anche uno sciame d’api si levano in volo. Nel caso manchi il complemento oggetto il verbo viene concordato al singolare.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. domenico66 - 1 anno fa

        E poi dicono male dei tifosi di calcio come se fossero solo degli ottusi che non sanno far altro se non parlare della loro squadra. Applauso e tanto di cappello.

        Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy