Rampanti: “Gara condizionata da due fattori. E Belotti deve stare in piedi”

Rampanti: “Gara condizionata da due fattori. E Belotti deve stare in piedi”

Il nostro Serino Rampanti analizza Chievo-Torino 0-0: “La squadra ha corso con un ritmo diverso rispetto all’Inter. E quell’errore di Barreca…”

di Lorenzo Bonansea,

Un pari che serve a poco o niente ai granata, quello che si è concretizzato ieri pomeriggio tra Chievo e Torino. Uno 0-0 con poche emozioni, anche se i granata nel primo tempo hanno avuto più di un’occasione per rompere l’equilibrio. Per analizzare la sfida del Bentegodi, abbiamo dato un’altra volta la “Parola al mister” Rosario Rampanti.

Serino, mi sembra doveroso partire dal trionfo della Primavera a San Siro in Coppa Italia.

E’ doveroso partire di qui. E’ un risultato molto importante, un segnale importante per il club. E’ una dimostrazione che la società non ha mollato in quel settore che è sempre stato vitale nella storia granata. Questo vuol dire che gli addetti han fatto un buon lavoro ed è la dimostrazione che il Torino ci crede, ed è sicuramente un fatto confortante. Chi critica sempre deve un pochino ricredersi in questo senso. E complimenti a Coppitelli: in questa squadra c’è qualche individualità, ma non tante, e quando fai un risultato così con non tantissime “punte” vuol dire che hai creato un ottimo amalgama.

Passiamo alla prima squadra. Che lettura dai dello 0-0 contro il Chievo?

Io ho la sensazione che la squadra rispetto all’Inter abbia corso con un ritmo diverso. Ovviamente, c’è il fatto che le partite si accumulano, e la gara di Verona è stata condizionata dal non riuscire a fare gol già nel primo tempo: c’è stata l’occasione e non è stata sfruttata. Se si fosse sbloccata, loro si sarebbero scoperti. Invece sono rimasti chiusi, ed è difficilissimo a quel punto sbloccarla. Ho l’impressione che la partita sia stata determinata da due fattori: l’errore di Belotti e anche l’infortunio di Nkoulou, che secondo me ha cambiato i programmi dell’allenatore, per quanto riguarda i cambi.

Ecco, l’errore di Belotti. E’ banale e ripetitivo ribadirlo, ma forse lo scorso anno un’occasione del genere non l’avrebbe sprecata.

Quest’anno è così, manca di continuità. Ho l’impressione che cada anche troppo per terra, ne ho contate tante di cadute. Sarebbe bello vederlo reggere molto di più il contatto, non dà una bella impressione un giocatore con il suo fisico che si fa travolgere così. Mi auguro che in futuro ritrovi la piena condizione e soprattutto la continuità, che è quello che gli è mancato. Se no è un bel problema.

Ljajic è passato da giocatore al margine a sempre titolare, anche quando non al meglio fisicamente. Quanto è importante averlo ritrovato? 

Quando si guardano i punti e il rendimento della squadra, bisogna tenere presente tanti fattori: uno è quello del cambio allenatore, poi c’è stato l’infortunio di Belotti e infine “l’incidente di percorso” con Ljajic. C’è stata instabilità nel rendimento della squadra, e le cause sono queste. Questi fattori hanno inciso sulla stagione. Avremmo potuto avere parecchi punti in più senza questi incidenti. Guardando con tranquillità e serenità l’insieme, appare chiaro come queste cose siano state determinanti. E non è vero, come sostiene qualcuno, che la squadra sia scarsa. Se c’è stato un cambio evidentemente c’era qualcosa che non soddisfaceva. Come ho sempre sostenuto, gran parte dei giocatori in rosa sono tutt’altro che scarsi, anzi.

Ieri è sceso in campo il Toro il più vecchio della stagione

Sì, ma ribatto facendoti notare che nella ripresa sono entrati i tre “canterani”. Se Mazzarri continua a dare fiducia a Bonifazi e ad Edera, che avrebbe voluto mettere prima ma non ha potuto, vuol dire che il tecnico è attento nel rispettare il lavoro della società e a portarlo avanti cercando un ricambio generazionale. E questo fa parte del lavoro che si è prefissato, ovvero valutare bene queste nuove leve che potrebbero essere il futuro del Torino.

E’ la prima volta che Edera, Bonifazi e Barreca condividono il campo in contemporanea.

Sì, e mi è spiaciuto che Edera non sia entrato prima ma Mazzarri è stato costretto a fare questo tipo di scelta per non rischiare di giocare in 10 in caso di infortuni. L’infortunio di Nkoulou l’ha condizionato tanto. Edera può creare grandissimo scompiglio agli avversari. Tanto che alla fine secondo me c’era un calcio di rigore su di lui.

Mazzarri nel post-partita ha speso parole importanti per Baselli: “Se oggi ne avessi avuti undici come lui, forse avremmo vinto”.

Mi ha fatto piacere la prestazione di Baselli. Non mi piace ripetermi, ma sai che ho sempre apprezzato questo ragazzo. Potrebbe avere avuto problemi fisici o di altra natura durante la stagione, ma lui è uno che ha futuro oltre che presente. Sa impostare, sa dettare l’ultimo passaggio, sa andare anche alla conclusione: ha reso meno di quanto mi aspettassi, ma è un giocatore di sicura affidabilità. Per quanto riguarda gli altri, per la prima volta ho l’impressione che Iago e Belotti abbiano reso molto meno rispetto a quello che potevano. In particolare lo spagnolo, rispetto al solito. E’ la prima volta che lo vedo riuscire a fare così poco, così come Belotti. Degli altri non si può dire niente, hanno tutti reso sufficientemente. Certo, mi aspetto di più anche da Barreca – che però è stato fuori molto e ha giocato poco, e la condizione non si raggiunge subito. L’allenatore non puo aspettare all’infito, deve fare punti, non vuole compromettere niente e vuole portare avanti la politica societaria. Sta pesando bene ogni minimo particolare.

In definitiva, la partita contro il Chievo si può definire un’occasione sprecata.

Non so. Hai giocato contro una squadra chiusa, e hai anche rischiato di prendere gol su un errore di valutazione di Barreca. E quello era un errore grave, che poteva diventare decisivo per loro. Sono errori da non fare assolutamente. Se fosse arrivato quel gol lì, la situazione sarebbe stata gravissima e staremo parlando di altro. Valutando il complesso, comunque, nelle ultime 4 hai fatto 10 punti. Adesso arriva il Milan e il Toro deve dare prova di esserci.

6 Commenta qui
  1. user-13806056 - 3 mesi fa

    Forse che Iago cominci a essere stanco? Ha giocato praticamente sempre..

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Jalo - 3 mesi fa

    Le cadute di Belotti non sono una novità, le faceva anche l’anno scorso. La differenza è che l’anno scorso era un fenomeno, e quando lo sei gli arbitri ti premiano più del dovuto.
    Il numero delle cadute non è cambiato rispetto all’anno scorso.
    E comunque condivido il fatto che non siamo scarsi, abbiamo solo una rosa che va completata

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Esempretoro - 3 mesi fa

    Dire che una squadra è scarsa in modo tassativo a mio parere è un’iperbole. Diciamo che quando si verificano situazioni di un certo tipo come contro il Chievo ho avuto la netta impressione che ci manchino un po’ di soluzioni.
    Non tiriamo da fuori e quando riusciamo a farlo non siamo precisi un granché. Ci mancano uomini che creino superiorità numerica con continuità,altro must per aprire le difese.
    Direi senza aggiungere altro che siamo incompleti,ma bollarci come scarsi mi sembra ingeneroso in questo periodo.
    Siamo migliorabili,speriamo di divenire (una battuta) perfettibili…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Granat....iere di Sardegna - 3 mesi fa

    Se i giocatori non sono così scarsi lancio una provocazione: Mihajlovic ds….

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. FVCG'59 - 3 mesi fa

    Di sicuro il Gallo non può andare a giocare in Premier League: se ti butti così facilmente per terra, col suo fisico, gli arbitri non ti fischieranno mai fallo, in compenso ti inizieranno a fischiare prima i tifosi avversari e poi i tuoi!
    Ljajic non stava bene? Ma se è quello che ha corso più di tutti dopo Baselli (grande partita la sua, finalmente). Se fosse stato apposto fisicamente allora cos’avrebbe fatto?
    Falque ha fatto tanto quest’anno, per cui non lo si deve criticare eccessivamente, ma un calo fisico lo può avere anche lui: lo vogliamo fare rifiatare un po’ e provare finalmente Edera dall’inizio?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. user-13814870 - 3 mesi fa

    anche io trovo che Belotti cade troppo anche quando alle volte subisce piccoli falli e mi sembra che abbia paura di farsi male..magari ha paura che si ripeta il suo infortunio. Non so

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy