Questo è un grande Toro: sfiorata la vittoria contro l’Inter

Questo è un grande Toro: sfiorata la vittoria contro l’Inter

L’ editoriale di Gino Strippoli / Grande prestazione dei granata a San Siro, che pareggiano con i nerazzurri in sofferenza per 78 minuti

13 commenti

Finalmente il Toro ha fatto il Toro, nello stadio dedicato a Giuseppe Meazza, contro l’Inter, giocando una partita gagliarda, coriacea, senza mai risparmiarsi. Una rasoiata personale di Iago Falque ha fatto sognare i tifosi granata fino al ’78 con una vittoria che la formazione di Mihajlovic avrebbe sicuramente meritato per come è riuscita a ingabbiare la squadra di Spalletti e sopratutto per come si è proposta nel gioco e nella corsa. Già, la differenza l’ha fatta sicuramente la corsa, con i granata sempre attivi e i nerazzurri più statici e fermi.

La partita è stata dura e maschia, con il Toro che ha avuto ragione dell’Inter a centrocampo grazie ad un pressing asfissiante che gli ha permesso di recuperare molti palloni. L’Inter, d’altronde, grazie all’ attivismo granata, non è mai riuscita a dare vita a tre passaggi consecutivi. Non che l’Inter sia stata a guardare, anzi le parate e la prestazione di Sirigu sono testimonianza di una certa pericolosità nerazzurra quasi sempre arrivata dalla destra con Candreva, ma il Toro ha reso davvero difficile la partita ai più quotati rivali, tant’è che l’uomo migliore di Spalletti in questa partita è stato Skriniar, un difensore. Il pareggio dell’Inter è stato di sofferenza, senza nulla togliere alla traversa di Vecino che poteva dare la vittoria ai milanesi. Anche perché il Toro ha avuto l’occasione di chiudere la partita grazie ad un assist di Ljajic per Obi che di testa, al ’66, ha sfiorato il raddoppio.

Il Toro poteva sbancare a Milano e non c’è riuscito per un nulla, contro una squadra che ha nelle mire stagionali un posto in Champions League se non lo scudetto. Per 78 minuti il Toro è riuscito a controllare la partita, imprigionando bene le due menti nerazzurre, Borja Valero e Perisic. Bravo Mihajlovic a mettere sotto pressione i loro portatori di palla per poi dare vita alle ripartenze, sempre ordinate.  Un altro risultato positivo che arriva grazie anche alla riproposizione di un centrocampo a tre, che ha subito conquistato palla in mezzo al campo ma soprattutto ha dato una grande mano al sistema difensivo granata, che ha avuto nell’ esperto Burdisso (ottima la sua partita) un aiuto prezioso.

Le pagelle di Inter-Torino 1-1: Rincon emblema di un Toro vero

Peccato davvero per gli ultimi 10 minuti finali dove il Toro si è allungato troppo ed ha concesso e regalato più spazi ad Icardi e compagni, che ne hanno subito approfittato arrivando al pareggio proprio grazie ad una linea difensiva sorpresa da un lancio di Perisic per Icardi che, lasciato completamente solo, ha dato palla ad Eder, che ha segnato in tutta tranquillità. Fin quando il Toro è stato corto tra i reparti è   riuscito quasi a vincere la partita, ma al di là della vittoria mancata di un soffio è importante e sottolineare come la squadra, con il centrocampo a tre, abbia più equilibrio. E nessun risultato, contro nessuna squadra, le è precluso..

13 commenti

13 commenti

  1. Pimpa - 2 settimane fa

    Ciao barbutun e grazie per avermi evocato,non me lo sarei aspettato.
    La tua evocazione immagino sia polemica,come a dire:vediamo adesso che cosa avrà da dire questa perenne mai cuntent.
    Io credo di essere obbiettiva e soprattutto sempre pronta a riconoscere i miei errori di valutazione.
    Ebbene,come è ovvio,la prestazione di ieri non può certo farmi cambiare idea.
    Ieri la squadra ha giocato bene,l’allenatore l’ha preparata evidentemente bene,i giocatori hanno avuto la giusta mentalità e il necessario spirito di squadra:in una parola,una prestazione impeccabile che ha fatto star bene me e immagino anche te.
    Prima di rovesciare il giudizio sull’allenatore,sulla presidenza,sul ds e sulla squadra ho bisogno di almeno altre dieci partite come quella di ieri,visto che sai quanto siano pesantemente negativi.
    Diciamo che la partita di ieri può essere l’inizio di una mia futura resipiscenza;non ci credo neanche un po’,ma stiamo a vedere.
    Buona giornata.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. barbutun - 2 settimane fa

      Ecco, sono felice che tu abbia accolto il mio richiamo. No, niente di polemico. Purtroppo il difetto della scrittura su video è che non si vedono le espressioni facciali e non si sente il tono di voce il ché da spesso luogo a fraintendimenti e discussioni.
      Tifo per questa squadra fin da bambino ed è certo molto importante per me, però credo che si debba dare la giusta importanza ad ogni cosa. Non mi fa piacere perdere. Ma c’è modo e modo e a volte dipende anche solo dal fatto che in campo ci sono anche gli avversari e talvolta sono più bravi o solo fortunati
      Però, chiaramente, ti ho chiamata perché ero curioso di leggere che cosa avresti scritto vista la tua acclarata antipatia per il mister e visto che, tutto sommato, ieri non abbiamo fatto proprio schifo.
      Anche io comunque mi auguro che questa sia solo la prima di una serie di gare giocate così, e penso anche che con meno infortuni possiamo toglierci delle soddisfazioni. Aggiungo solo che, magari ho la memoria corta, non ricordo una nostra squadra che abbia giocato a san Siro in quel modo contro l’Inter, cioè solo per non prenderle, un passo necessario per crescere e ambire a qualcosa di più.
      Grazie e buona giornata anche a te

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. barbutun - 2 settimane fa

    Pimpaaaaaaaaaaaa dove seiiii?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. miele - 2 settimane fa

      Come sicuramente saprai, in piemontese, “barbutun” indica una persona che critica e si lamenta di continuo e l’obiettivo delle sue lamentele è quasi sempre costituito da chi detiene il potere e lo esercita in modo scorretto, a danno della collettività. Non mi pare che i tifosi in disaccordo con l’operato della società o dell’allenatore, facciano parte di quella categoria che dovrebbe essere, quella si, a volte con ragione, a volte a torto, l’obiettivo preferito di chi è portato al mugugno ed alla contestazione come farebbe supporre il tuo nick.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. barbutun - 2 settimane fa

        Dolce Miele, non è detto che il nick debba per forza rispecchiare la personalità. nel mio caso l’ho scelto perché corto, facile da ricordare nella selva delle parole web da ricordare e poi, sì, perché piemontese e mi piace come parola.
        Non capisco però perché mi chiami in causa, non ho fatto polemica e quindi ho tradito il mio nick-avatar? Ho solo invitato Pimpa a dire la sua e puoi leggere sopra il mio intervento che non ha proprio nulla di polemico. Se poi si vuole litigare su tutto..

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. miele - 2 settimane fa

          L’ultima cosa che voglio fare è litigare con un fratello granata e, in generale, con chiunque altro. Mi pareva solo che la tua posizione, rispettabilissima, nei confronti dei brontoloni come me, fosse in contrasto con il nick, ma giustamente, tu spieghi di aver scelto il nomignolo con altri criteri. Neanche il mio, d’altra parte ha un preciso significato. Fin che si discute di queste questioni con civiltà e rispetto, possiamo esserne lieti. Se poi il Toro ci fa contenti tutti, brontoloni e non, ancora meglio.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. barbutun - 2 settimane fa

            Infatti! l’importante è che il TORO ci faccia contenti tutti
            FORZA TORO SEMPRE

            Mi piace Non mi piace
  3. fabio.tesei6_256 - 2 settimane fa

    Personalmente penso che era importante uscire dalla crisi di risultati negativi e da prestazioni non da Toro. E credo che ieri la squadra sia stata bella tosta. Adesso avanti così, cercando sempre di migliorare nei dettagli, perché eder era troppo solo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. FVCG-70 - 2 settimane fa

    A mio parere è stata la miglior prestazione stagionale.
    Ottimi Sirigu, Burdisso e Rincon.
    Il Gallo al 30% (speriamo recuperi presto la forma migliore e comunque lotta sempre) vale Sadiq al 100%.
    Pareggio giusto ai punti (peccato il gol preso a 12′ dalla fine, ma poteva essere una beffa il tiro di Vecino a 3′ dal gong finale…)
    Abvanti con il centrocampo a 3!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. luna - 2 settimane fa

    I numeri dicono che in effetti abbiamo rischiato di vincere, la realtá é un’altra, Spalletti lo sa bene: da una parte il Toro che ha tirato fuori un’ottima prestazione dall’altra l’Inter che ha sbagliato molto sotto porta, tradotto un pareggio ottimo per noi e deludente per loro.
    Felice della prestazione e speranzoso che possa essere un’ignezione di fiducia, ma dobbiamo crescere ancora tanto, oggi la fortuna ci ha aiutato.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. ALESSANDRO 69 - 2 settimane fa

      La fortuna ci ha aiutato ma c’è un detto che recita: “aiutati che Dio ti aiuta ” Una squadra come l’Inter non ti concede molte occasioni e noi comunque ne abbiamo avute, prima del pareggio abbiamo mancato di un niente il raddoppio che avrebbe di fatto chiuso la partita ma va bene ugualmente…quanto al gol subito si poteva fare meglio ma è anche vero che un goal l’Inter lo segna sempre……Non siamo una brutta squadra e ieri lo abbiamo dimostrato…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. luna - 2 settimane fa

    I numeri dicono che in effetti abbiamo rischiato di vincere, la realtá é un’altra, e Spalletti lo sa bene: da una parte il Toro che ha tirato fuori un’ottima prestazione dall’altra l’Inter, ha sbagliato molto sotto porta tradotto un pareggio ottimo per noi e deludente per loro.
    Felice della prestazione e speranzoso che possa essere un’ignezione di fiducia, ma dobbiamo crescere ancora tanto, oggi la fortuna ci ha aiutato.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. ribaldo - 2 settimane fa

      “ignezione” veramente non si può leggere!

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy