Obi, avvicinamento al Mondiale positivo: Nigeria-Congo 1-1, la mezzala è titolare

Obi, avvicinamento al Mondiale positivo: Nigeria-Congo 1-1, la mezzala è titolare

Nazionali / Il granata ieri sera ha disputato 45 minuti di buon livello in amichevole, per essere poi sostituito nell’intervallo

di Federico Bosio,

Probabilmente la miglior stagione in carriera a livello di continuità e di prestazioni, sicuramente dal punto di vista realizzativo (sei reti, di cui cinque in campionato): Joel Obi si è rivelato nel corso dell’ultima annata una pedina interessante e di valore per lo scacchiere tattico del Torino, che ora sta valutando il da farsi con il centrocampista per il futuro, considerando anche che il giocatore ha il contratto il scadenza 2019. L’unico, ma consistente, elemento che potrebbe giocare a sfavore della mezzala è la fragilità fisica che per tutta la carriera l’ha contraddistinto e che anche in quest’ultima stagione – seppur prevenuta e curata con esiti decisamente positivi – l’ha costretto a saltare le ultime partite di campionato. Segnali positivi per il club granata sono comunque arrivati ieri sera, dalla Nigeria.

Ed in particolare, dall’Adokiye Amiesimaka Stadium in Port Harcourt, dove i padroni di casa hanno disputato la prima amichevole di questo ultimo ciclo di avvicinamento ai Mondiali, ospitando la Repubblica Democratica del Congo: un incontro di buon livello per la Nigeria che a Russia 2018 si è qualificata in qualità di prima nel Girone B africano, contro un avversario di giornata che ha solamente sfiorato il sogno arrivando alle spalle della Tunisia nel Gruppo A per un solo punto. Per quanto riguarda i Super Eagles il CT Rohr ha stilato e diramato all’incirca due settimane fa l’elenco dei pre-convocati per la competizione internazionale ed il centrocampista del Torino, giocatore d’esperienza e di qualità, ne fa fieramente parte.

Non solo, perchè Obi si candida a rivestire un ruolo da protagonista nella sempre più vicina spedizione in Russia: logico che a così pochi impegni amichevoli dalla competizione ufficiale, i commissari tecnici vogliano schierare – per lo meno dal primo minuto – quell’impianto di squadra al quale probabilmente si affideranno anche successivamente, per rodare ed oliare i meccanismi. E ieri sera contro la Repubblica Democratica del Congo la mezzala granata è scesa in campo vestendo la maglia da titolare e disputando 45 minuti di buon livello, per poi essere sostituito nel corso dell’intervallo dal compagno Agu. La sfida è terminata sull’1-1, con vantaggio iniziale dei padroni di casa firmato da Troost-Ekong al 15′ e pareggio degli ospiti al 78′ su calcio di rigore, siglato da Malango.

2 Commenta qui
  1. prometeora - 6 mesi fa

    Obi alla lo hanno utilizzato tutti Mihalovic, Mazzarri e da diverse partite pure il tecnico dell Nigeria. Sarebbe stupido non tenere un elemento così in rosa. Se hai altri buoni centrocampisti, puoi permetterti che giochi da titolare anche solo quelle 10-15 partite. Pare che molti non notino la differenza di quando c’è lui in campo e quando non gioca.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Ospunda - 6 mesi fa

      Le doti tecnico-tattiche di Obi, a differenza di Acquah, sono indiscutibili. Il problema è sempre stata la fragilità muscolare.

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy