Niang e Senegal, il Mondiale passa per il Sudafrica. Amichevole in Cina per Ljajic

Niang e Senegal, il Mondiale passa per il Sudafrica. Amichevole in Cina per Ljajic

Nazionali / La nazionale africana può conquistare la qualificazione oggi a Polokwane. Il fantasista serbo cerca spazio da titolare a Guangzhou

Cinque calciatori del Torino sono in giro per il mondo per difendere i colori della propria nazionale e, oltre ad Andrea Belotti (impegnato oggi nell’andata dello spareggio Svezia-Italia) oggi è una data importante anche per M’Baye Niang. L’attaccante classe 1994 sospende l’avventura in granata per pensare alla qualificazione ai Mondiali con il suo Senegal, la nazionale che ha appena abbracciato in via definitiva. Oggi a Polokwane (ore 18) i Leoni affrontano il Sudafrica, ormai fuori dai giochi nel gironcino finale in cui è impegnato il Senegal. Che è primo a 8 punti, con due punti di vantaggio sul Burkina Faso e una partita in meno.

Con una vittoria sul campo dei Bafana Bafana, il Mondiale sarebbe cosa fatta, visto che a una giornata dal termine cinque punti costituirebbero un vantaggio inarrivabile per il Burkina Faso. Nell’ultima partita a Capo Verde, Niang è stato decisivo, entrando a gara in corso ed entrando da protagonista nei due gol segnati dalla sua Nazionale. Ecco che oggi l’ex Milan spera dunque di convincere il ct Aliou Cissè a concedergli una maglia.

Impegno internazionale anche per Adem Ljajic. Il numero 10 granata, con la sua Serbia, disputa una mini-tournèe di amichevoli nell’estremo Oriente: oggi alle 12.35 a Guangzhou contro la Cina, martedì a Ulsan contro la Corea del Sud. Il fantasista cerca di rendersi protagonista e ritagliarsi uno spazio nel gruppo. La Serbia ai Mondiali in Russia c’è già, avendo vinto il suo girone di qualificazione, e Ljajic lavora per conquistare la convocazione per l’appuntamento iridato.

0 commenti

Commenta per primo!

Recupera Password

accettazione privacy