Milan-Torino 0-0: per Miha è un punticino che va di lusso

Milan-Torino 0-0: per Miha è un punticino che va di lusso

Il Milan spreca di tutto e il Toro tira per la prima volta all’85’ e alla fine il pareggio: nessun passo avanti dopo il pareggio contro il Chievo…

di Lorenzo Bonansea,

Il Toro esce con un punto da San Siro, al termine di una partita giocata meglio dal Milan e che ha visto i granata praticamente impalpabili dalla cintola in su, con il primo tiro nella porta di Donnarumma che è arrivato a 5′ dalla fine. I ragazzi di Mihajlovic, dunque, non fanno nessun passo avanti dopo il pareggio contro il Chievo, e devono ringraziare Sirigu e la mira sballata degli attaccanti rossoneri se alla fine la gara termina 0-0. Un punto che non muove la classifica, ma che i granata – vista la prestazione insufficiente – si tengono stretti.

Come anticipato, Mihajlovic cambia qualcosa rispetto alla partita contro il Chievo: fuori Iago Falque, dentro Niang – che torna dunque titolare per sfidare il suo ex Milan. Per il resto, formazione classica: avanti col 4-3-3, con Burdisso e Obi confermati dal 1′. Montella, dall’altra parte, deve rinunciare a Borini per un problema fisico dell’ultimo minuto, e dunque spazio al 3-5-2 con Silva e Kalinic di punta.

MILAN, ITALY – NOVEMBER 26: Leonardo Bonucci of AC Milan in action during the Serie A match between AC Milan and Torino FC at Stadio Giuseppe Meazza on November 26, 2017 in Milan, Italy. (Photo by Marco Luzzani/Getty Images)

Nel primo tempo (qui il commento) la partita è da sbadigli, ma è sicuramente il Milan a provarci di più contro un Toro poco coraggioso e praticamente non pervenuto dalle parti di Donnarumma: i granata infatti chiudono per la quarta volta in stagione i primi 45′ senza tirare nemmeno una volta nello specchio della porta (era già successo contro Roma, Juventus e Fiorentina). Il primo squillo della gara arriva al 5′, ed è per il Milan – ma in fuorigioco: pallone sporco per Kalinic, che scatta sul filo del fuorigioco ma calcia male a tu per tu con Sirigu, scheggiando il palo. Il Toro è un po’ timido in avvio, e sono i rossoneri a fare la partita – cercando di continuo Suso, che da schieramento iniziale parte molto largo sul settore di destra. Ed è proprio lo spagnolo a scaldare per la prima volta le mani di Sirigu con una punizione insidiosa, che il portiere granata devia in corner. I granata non riescono ad uscire dalla propria metacampo, e si fanno vedere timidamente al 17′ – con Belotti che però sbuccia solo con la testa il cross a rientrare di Ansaldi. Al 23′ altra occasionissima per il Milan, che però spreca tutto: palla di Suso per il taglio di Silva, De Silvestri non chiude la diagonale ma per sua fortuna il portoghese in spaccata mette fuori.  Il Milan continua a premere, e il Toro sta a guardare – non riuscendo a costruire alcuna occasione se non con qualche calcio da fermo sporadico.

MILAN, ITALY – NOVEMBER 26: Cristian Ansaldi of AC Milan competes for the ball with Cristian Ansaldi of Torino FC during the Serie A match between AC Milan and Torino FC at Stadio Giuseppe Meazza on November 26, 2017 in Milan, Italy. (Photo by Marco Luzzani/Getty Images)

Il Milan inizia la ripresa col piede sull’acceleratore, e arriva alla conclusione già al 48′ con Suso – ma il suo mancino è centrale e per Sirigu non è un problema bloccare la sfera. Il Toro esce leggermente dal guscio intorno al quarto d’ora della seconda frazione, ma l’occasione migliore rimane una punizione da ottima posizione di Ljajic – non sfruttata dallo stesso serbo, che centra in pieno la barriera. Al 68′ è Sirigu-show, ma che brividi per i granata: il portiere granata si supera due volte su Kalinic, prima sul colpo di testa del croato e poi sul tap-in ravvicinato. Due interventi incredibili dell’ex Psg. Miha si gioca la carta Iago Falque, ma non è Niang ad uscire – bensì un intermittente Ljajic, nonostante i tanti palloni sbagliati dal franco-senegalese. Il Toro continua a non riuscire ad arrivare con un’azione manovrata nell’area rossonera, ma per fortuna dei granata il Milan è impreciso nell’ultimo passaggio – ma mantiene costante pressione negli ultimi 30 metri davanti a Sirigu. Miha butta dentro anche Boyé (questa volta proprio per Niang – non pervenuto), ma il canovaccio non cambia. A 8′ dalla fine si vede il Toro con un mancino potente ma impreciso di Iago Falque – che esce di molto alla sinistra di Donnarumma. La migliore occasione per i granata (ed è il primo tiro in porta della partita per i ragazzi di Mihajlovic), però, arriva all’85’  – ed è clamorosa: colpo di testa di Belotti, miracolo di Donnarumma, e poi sul tap-in Iago viene murato da Montolivo a botta sicura. Nel finale Sirigu si supera ancora su Chalanoglu, e slava un’altra volta i granata. Finisce così, troppo poco Toro per pensare di vincere a San Siro.

MILAN-TORINO, LE PAROLE DI MIHJALOVIC

MILAN-TORINO, LE PAGELLE

MILAN-TORINO, LE PAROLE DI CAIRO

25 Commenta qui
  1. Granatissimo1973 - 12 mesi fa

    Ragazzi però che palle con questi discorsi sul Chievo e il Bologna che ci sono davanti.
    Il campionato finisce a maggio cavolo!
    I conti si fanno alla fine, con 3 vittorie consecutive ci ritroviamo a ridosso di Lazio e Sampdoria…giusto arrabbiarsi per i pareggi in caso con le veronesi, ma oggi cosa pensavate? Di vincere 3 a zero a San Siro?
    Il pareggio mi pare un buon risultato, abbiamo creato poco o nulla in attacco ma non abbiam preso goal…e se quel’occasione alla fine entra dentro saremmo tutti qui con sorrisi che arrivano agli orecchi.
    Un po’ di ottimismo eccheccazooooooo!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. fefo - 12 mesi fa

    quello che sorprende è che miha non veda cose evidenti: quando sono entrati boyè e iago la partita è cambiata.

    ovviamnete quello da non far giocare è niang.

    vedere in campo uno come niang fa rabbrividire: quello che fa imbestialire è che neanche corre

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. mauro69 - 12 mesi fa

    Oggi buon punto, ma sarebbe stato meglio battere il Chievo e perdere oggi.
    È vero, abbiamo un calendario sfavorevole, ma attenzione: l’Atalanta si può battere, ma non bisognerà sbagliare nulla, la Lazio è in fase calante e il Napoli ne potrà steccare qualcuna ogni tanto…
    FVCG forever!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. silviot64 - 12 mesi fa

    Ma quando la finite di prenderci per i fondelli ? Il campionato è finito, è mica da oggi. Da quando abbiamo gettato alle ortiche punti preziosi con avversarie che per una squadra che punta all’Europa andavano battute senza troppe parole. In particolare mi riferisco alla prima giornata, Bologna. Già lì si erano capite tutte le nostre difficoltà e la nostra inconcludenza.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. claudio sala 68 - 12 mesi fa

    Purtroppo davanti non riusciamo a combinare niente di buono, forse si potrebbe provare con Lijac dietro a Niang e Belotti, quindi un 4-3-1-2 tanto sugli esterni non spingiamo. Speriamo solo che Belotti si sblocchi al più presto.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. [email protected] - 12 mesi fa

    sarebbe meglio che alla partita ci fossero solo il mister il patron e petrachi che sono contenti di queste prestazioni scandalose con un portiere tipo padelli oggi si portavano a casa 3 gol di gioco con niang e liaiic se ne riparlerà in seguito è uno schifo

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. FVCG'59 - 12 mesi fa

    Dopo tutti questi “bei” punticini, Bologna e Chievo ci sono già passati davanti, in attesa delle partite che Fiorentina e Atalanta devo ancora giocare.
    Anche per quest’anno, da quello che si vede in campo (niente), salvezza tranquilla, ma nulla più! I soldi spesi avrebbero meritato risultati e gioco ben diversi…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. claudio sala 68 - 12 mesi fa

      Siamo tutti allo stesso punto….il problema adesso non è la classifica ma che non facciamo gol

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. Junior - 12 mesi fa

    Visto che recriminiamo ogni volta per punti persi, stavolta siamo allegri che ne abbiamo guadagnato uno. È il calcio. Sennò sempre coi mai cuntent non si riesce a sorridere. FVCG

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. fabrizio - 12 mesi fa

      contento tu di essere dietro a chievo e bologna contenti tutti

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Viamiha - 12 mesi fa

        Il punto a san siro ci sta il problema che siamo dietro a chievo e bologna per una gestione assurda delle prjme11 giornate.
        Se avesse usato questo modulo e fatto giocare boye e non niang saremmo amlivello samp.
        Anche oggi boye ha fatto vedere di essere ben altro giocatore in pochi mi uti. Vogliamo ricordare le follie di usare sadiq tre partite? Firenze che. Fa pena sconfitti 3-0 per follie tattiche?

        Personalmente non aubire gol a san siro non e da ripudiare. Il problema so o i due punti persi col chievo.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
      2. Junior - 12 mesi fa

        non sono contento di essere dietro chievo e bologna, sarei contento di essere tra le prime 6, come ad inizio campionato mi auguravo. ma anche vedo la realtá, oggi siamo contento di un punto guadagnato.
        e poi un allenatore che (forse) finalmente ha capito che il 433 é la soluzione per non prendere una valanga di gol. ora spero si decida anche a togliere niang e far giocare boye.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. Sanguegranata - 12 mesi fa

    L’Europa e meglio se la guardiamo dalla carta geografica
    Squadra e mister svogliati
    Quando la svolta…?
    Forza toroooooo

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. Spygor - 12 mesi fa

    La classifica parla chiaro!Bologna e Chievo ci sono davanti…Vorrei ricordare ancora a chi non si rendesse ben conto del calendario che ci aspetta.Le prossime partite cno l’Atalanta in casa,Lazio fuori e Napoli in casa,non so quanti punti faremo,io spero sempre in qualcosa che faccia cambiare in meglio il nostro gioco,la mentalità,ma per fare questo,il cialtrone deve andarsene,tanto lo sappiamo tutti che è un’incapace,tanto vale finire con una persona diversa la stagione e poi dal prossimo anno si cerchi di fare allenare il Toro a qualcuno di competente,non a un demente….

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. marco2573 - 12 mesi fa

    A vabbè, se allenatore e giocatori sono sodfisfatti allora è tuttapposto!
    Mediocri, presuntuosi e senza ambizioni, tutti.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. fabrizio - 12 mesi fa

      Certo tutto in linea con la filosofia del rpesidente. Va tutto bene, siamo fortissimi, mezza italia ci invidia la rosa che abbiamo, siao a 1 punto dalla EL etc etc. intanto chievo, questi bidoni del milan e persino il fortissimo real bologna ci sono davanti. nemmeno i gamberi indietreggiano cosi’ velocemente.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. vittoriogoli_36 - 12 mesi fa

    La ns/ squadra é quello che é, il Milan poca cosa ma poteva vincere largo. Le mie recriminazioni non sono per questa gara ci mancherebbe altro ma solo per la follia di avere comperato sei esterni dei quali uno (Niang) pagato il doppio del suo valore e non avere investito sei milioni per Donsah.
    E tutto per seguire un presuntuoso scollato dalla realta che se avesse continuato a giocare con il suo credo sarebbe finito in B. Ricordiamoci siempre lo scempio del derby : due soli centrocampisti a contenere i gobbi CI HANNO FATTO A FETTINE .
    Sempre forza TORO e cominciamo a programmare la stagione prossima possibilmente senza il serbo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  13. Spygor - 12 mesi fa

    Con questo Milan 1 punto è il minimo,mai visto una squadra così scarsa,se invece di avere un menomato in panchina che ha consigliato acquisti scellerati,oggi tre punti li portavamo via…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  14. prawn - 12 mesi fa

    Miha col suo punticino dorato se ne deve andare, mi pare che con Boye e Iago qualcosa in + si fa.

    non e’ un caso che pure l’anno scorso quando c’erano delle parvenze di gioco il tridente era appunto boye/gallo/iago

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  15. Grande Torino - 12 mesi fa

    Vabbè, accontentiamoci del punticino. A quando il salto di qualità ?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. fabrizio - 12 mesi fa

      mai. con questi giocatori mediocri e con un allenatore scarso mai. ma tanto il supercazzolaro dice che abbiamo la rosa fortissima.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Viamiha - 12 mesi fa

        Sei ridicol

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  16. Filadelfia - 12 mesi fa

    Il fatto che non abbiamo preso gol è già una notizia. Ma il gioco latita.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. wToro - 12 mesi fa

      si ma e’ solo grazie a Sirigu e una buona dose di culo che non ci hanno fatto la manita !

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  17. fabrizio - 12 mesi fa

    mai visto due squadre cosi’ scarse. persono bologna e chievo giocano meglio..

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy