Madonna: ”Il bel gioco non conta”

Madonna: ”Il bel gioco non conta”

di Alessandro Salvatico

 

L’allenato dell’AlbinoLeffe, Madonna, lungi dal dirsi soddisfatto della prova dei suoi è semmai deluso dal risultato, specie dopo l’illusorio vantaggio e le numerose occasioni da rete create (e sprecate).

Armando Madonna, c’è modo e modo di perdere: male in casa contro l’Ancona, o facendo soffrire a domicilio una formazione come il…

di Alessandro Salvatico

 

L’allenato dell’AlbinoLeffe, Madonna, lungi dal dirsi soddisfatto della prova dei suoi è semmai deluso dal risultato, specie dopo l’illusorio vantaggio e le numerose occasioni da rete create (e sprecate).

Armando Madonna, c’è modo e modo di perdere: male in casa contro l’Ancona, o facendo soffrire a domicilio una formazione come il Torino.

Le dirò, per me non cambia molto, se il risultato è sempre quello. Certo, rimane la consapevolezza di aver fatto molto, di aver creato e corso; ma se alla fine la classifica rimane quella, non resta nulla di cui gioire.

La gara si era messa al meglio, con il vantaggio che le dava la possibilità di difendere e riorganizzare. Poi, cos’è successo?
Nulla, solo che sui calci piazzati sono stati più bravi di noi. Sono molto bravi, lo sapevamo. Peccato perchè potevamo forse stare più attenti.

Oggettivamente, pensa che la sua squadra potesse dare più di quanto ha dato?
Bella domanda…cui non so rispondere. Di sicuro essere venuti ad affrontare una squadra così forte tenendo bene, soccombendo solo sui calci da fermo, e creando così tanti pericoli è forse tutto quel che potevo chiedere. Certo, se a Torino sprechi quattro o cinque palle gol, allora non puoi pensare di fare risultato.

Pensa che in società terranno conto di quanto visto in campo, oltre la sconfitta?

La partita la vedono, e soprattutto conoscono il lavoro che facciamo in settimana; penso e spero che sì, che le loro valutazioni siano figlie di uno sguardo profondo.

0 commenti

Commenta per primo!

Recupera Password

accettazione privacy