Le pagelle di Torino-Sassuolo: granata non pervenuti, la difesa regge fino a quando può

Le pagelle di Torino-Sassuolo: granata non pervenuti, la difesa regge fino a quando può

Le pagelle di TN / Quagliarella incide poco, Moretti perde Floro Flores sul gol. Sanchez Mino bocciato, anche da Ventura

di Redazione tvvarna

Un Toro molle, poco grintoso e ancor meno concreto non riesce a sfondare la resistenza del Sassuolo neanche con un tiro dal dischetto che Sanchez Mino calcia male. Nel finale completa la frittata il gol di Floro Flores.

ECCO LE PAGELLE DEI GRANATA:

GILLET 6: si sporca i guantoni quando inizia il secondo tempo, giusto un paio di interventi scolastici che lui non sbaglia, poi sul gol può davvero poco.

MAKSIMOVIC 6: sta più sulle sue di altre prestazioni, badando al sodo e non spingendo mai in ripartenza. Anzi, quando prova a farlo arriva più di una sbavatura, ma risulta soprattutto decisivo quando salva quasi sulla linea il tiro di Berardi

GLIK 6: più ispirato del solito in fase di costruzione, piazza qualche sciabolata precisa che fa partire l’azione. In difesa non si fa disorientare mai dal tridente neroverde e Zaza infatti fatica ad incidere.

MORETTI 5.5: prestazione ordinata e attenta, Berardi che orbita dalla sua parte infatti si vede pochino, ma sul gol Floro Flores gli salta letteralmente in testa.

BRUNO PERES 6: mette in scena alcune delle sue ormai classiche sgroppate, su una di queste nasce il rigore. A volte si incaponisce un po’ troppo, ma alla fine ha quasi sempre ragione lui, tranne quando a tu per tu con Consigli decide di passarla invece di tirare (46′ st MARTINEZ sv).

VIVES 5.5: è sempre lui il fulcro del gioco, anche se oggi non riesce a illuminare e sembra meno lucido del solito (20′ st NOCERINO 5: ingresso abbastanza anonimo).

GAZZI 5.5: in fase di costruzione affianca Vives nella zona nevralgica, i risultati migliori sono però in fase di rottura del gioco avversario.

EL KADDOURI 6: in appoggio a Quagliarella, ma anche in aiuto alla fase di rottura, chiaramente perde qualcosa negli ultimi metri. A inizio ripresa prova a cambiare marcia, ma i suoi suggerimenti si perdono nel deserto dell’attacco venturiano.

DARMIAN 6: dietro non perde mai la posizione, anche se in in fase offensiva si trova addirittura a fare l’attaccante esterno, risultando essere l’attaccante più pericoloso dei granata.

QUAGLIARELLA 5.5: già è solo là davanti, in più è costretto anche a svariare troppo sul fronte offensivo, perdendo così di incisività negli ultimi metri. Sul rigore ci si aspettava lui con la palla in mano pronto a tirare, invece si defila. Sull’unica vera occasione avuta, trova un Consigli in gran giornata, seppur la conclusione era troppo centrale.

SANCHEZ MINO 4: ennesimo sciagurato rigorista di stagione; questa volta va lui dal dischetto e si fa ipnotizzare da Consigli. Parte sul centro-destra per poi allargarsi quando c’è da offendere, ma in fid dei conti offende proprio poco. Bocciato anche da Ventura che lo toglie nell’inervallo (1′ st FARNERUD 5.5: qualche buona giocata, anche lui come Bruno Peres manca la conclusione davanti al portiere).

0 Commenta qui

Recupera Password

accettazione privacy