Le pagelle di Salernitana-Torino

Le pagelle di Salernitana-Torino

SERENI 6,5 Da chiarire le responsabilità tra lui ed Ogbonna nel “quasi-pasticcio” del 32° minuto. Per il resto è poco impegnato, ma dimostra un’estrema sicurezza sui tentativi dalla distanza dei salernitani, con la palla che spesso passa in mezzo ad un’area disordinatamente affollata

RIVALTA 6,5 Come sempre, si propone raramente in…

SERENI 6,5 Da chiarire le responsabilità tra lui ed Ogbonna nel “quasi-pasticcio” del 32° minuto. Per il resto è poco impegnato, ma dimostra un’estrema sicurezza sui tentativi dalla distanza dei salernitani, con la palla che spesso passa in mezzo ad un’area disordinatamente affollata

RIVALTA 6,5 Come sempre, si propone raramente in attacco, ma è un atteggiamento che in trasferta, in certe gare, paga. Dietro, infatti, non arriva nemmeno un pericolo dalla sua parte; perfetto in molti recuperi, anche non strettamente nella sua zona.

LORIA 6,5 Non va in confusione neppure quando gli avversari cercano di crearla. Splendido un salvataggio su Caputo pronto al tiro. Si fa male ed abbandona a inizio ripresa (dal 47’ ZOBOLI 6 Bel debutto, aiutato dalla verve in esaurimento degli avversari, esordio comunque confortante).

OGBONNA 6,5 Non un grande primo tempo: l’incomprensione con Sereni e un po’ di sofferenza. Cresce, e nella ripresa cerca di adeguarsi alla stima che nutre per lui Colantuono: svetta di testa, sia quando la palla è alta sia quando non lo è (tuffandosi), sono tutte sue

RUBIN 6 Si fa saltare da Galasso correndo un rischio, ma per il resto si rivela in crescita rispetto alle precedenti esibizioni. Difende meglio e si propone a volte bene, ma sempre un po’ meno di quanto piedi e polmoni gli permetterebbero

COPPOLA 7 La principale differenza rispetto alla gara contro l’AlbinoLeffe è il filtro davanti alla difesa: cioè, lui. Dimostra di poter giocare anche in quel ruolo, certo la squadra perde in costruzione, ma è una bella alternativa, a seconda delle gare e dei contesti

DIANA 7 Forse in pochi si aspettavano una gara del genere. Grande il gol, non è più il giocatore di qualche anno fa ma ha sostituito l’intraprendenza con una maggior accortezza tattica. Si inserisce spesso in attacco (sfiora il raddoppio), allarga il gioco e sbaglia pochissimo

VAILATTI 5 Spiace bocciarlo, specie in una serata come questa, ma nel primo tempo dalla sua parte il Toro è una voragine. Non aiuta né Rubin né gli attaccanti (dal 46’ ZANETTI 6 Non si vede in negativo: vuol dire che ha fatto il suo. Tatticamente, tappa la falla)

GASBARRONI 6,5 Fa imprecare quando spreca la palla fornitagli da Bianchi, poi lancia Di Michele per il vantaggio. Nella ripresa corre e rincorre pur con l’obbligo di inventare (mica facile), e a volte ci riesce; la sfortuna gli nega la gioia personale (dall’81’ VANTAGGIATO ng Assist perfetto dopo meno di un minuto. E lì, la partita perde di significato)

DI MICHELE 7 Il primo ed il secondo gol sono pezzi di bravura assoluta, così come l’assist per Gasbarroni che prende il palo. Sbaglia meno palloni del solito, si fa vedere in ripiegamento (meno del solito), nei fatti è decisivo

BIANCHI 6 Lotta e sgomita, bello l’assist per Gas prima di sbagliare quasi ogni pallone toccato per buona parte della gara. Ma non quello “giusto”, quello del quinto gol in cinque gare: una statistica che basta, e avanza

(Foto: M. Dreosti)

0 commenti

Commenta per primo!

Recupera Password

accettazione privacy