Le pagelle di Chievo-Torino 1-3: Baselli e Ljajic, il calcio è nei loro piedi

I voti di TN / Avelar sufficiente con solo una macchia. Iago Falque, sono undici gol in stagione. Belotti a secco: peccato

LE PAGELLE

VERONA, ITALY – APRIL 23: Valter Birsa of AC ChievoVerona (L) competes for the ball with Danilo Avelar of Torino FC during the Serie A match between AC ChievoVerona and FC Torino at Stadio Marc’Antonio Bentegodi on April 23, 2017 in Verona, Italy. (Photo by Emilio Andreoli/Getty Images)

Termina Chievo-Torino e come sempre arriva l’appuntamento con le pagelle. Vittoria strameritata del Torino di Mihajlovic, che infila per la prima volta in stagione due vittorie di fila in trasferta (la seconda al Bentegodi in Serie A), infliggendo invece al Chievo la quinta sconfitta consecutiva. Un bel Toro, quello proposto da Sinisa Mihajlovic, che approfitta sì di un avversario in evidente disarmo, ma fa la partita con personalità dall’inizio alla fine. A vedere questo Toro, viene da pensare che se questa non è stata una stagione buttata, poco ci manca.

Per quanto riguarda i singoli, su tutti emergono Daniele Baselli e Adem Ljajic: due giocatori da tenersi stretti. In particolare, si vede forse la miglior versione del serbo: gioca a tutto campo e fa letteralmente venire il mal di testa a chi deve fronteggiarlo. Uniche due note negative? Il gol preso (14 partite consecutive senza rete inviolata) e il pomeriggio a secco per Andrea Belotti.

DI SEGUITO LE PAGELLE DI CHIEVO-TORINO 1-3

PORTIERE

VERONA, ITALY – APRIL 23: Joe Hart of Torino FC gestures during the Serie A match between AC ChievoVerona and FC Torino at Stadio Marc’Antonio Bentegodi on April 23, 2017 in Verona, Italy. (Photo by Emilio Andreoli/Getty Images)

HART 6: arriva dall’errore da due punti in meno contro il Crotone. Frey prova a sorprenderlo con un siluro da fuori, senza riuscirci. Per il resto ha pochi impegni: una buona uscita con i piedi, poi il gol subito da Pellissier, col centravanti scuola Toro bravo a beffarlo con un pallonetto. Alza sulla traversa una punizione velenosa di Kiyine.

DI SEGUITO LE PAGELLE DI CHIEVO-TORINO 1-3

DIFENSORI

VERONA, ITALY – APRIL 23: Emiliano Moretti of Torino FC (R) jumps for the ball with Roberto Inglese of AC ChievoVerona during the Serie A match between AC ChievoVerona and FC Torino at Stadio Marc’Antonio Bentegodi on April 23, 2017 in Verona, Italy. (Photo by Emilio Andreoli/Getty Images)

DE SILVESTRI ng: a sorpresa Miha lo rimette in fascia destra: si rende pericoloso di testa su corner, prova un paio di discese, poi alza bandiera bianca dopo 20′, per un problema muscolare. Annata storta, davvero (23′ pt ZAPPACOSTA 7: il gol di destro, fenomenale, vale da solo il prezzo del biglietto. Ma non solo, diverse discese interessanti, e col sinistro cerca anche la doppietta personale. Unica macchia il cartellino giallo, preso dopo essersi fatto saltare da Castro).

ROSSETTINI 6: Inglese non è un cliente facilissimo, molto mobile ma anche pericoloso sulle palle alte. Lui lo limita bene: sbaglia nulla, di testa e di piede, non lasciandogli un attimo di tregua. Punto fermo del Toro, oggi.

MORETTI 6.5: sontuoso nel primo tempo su Pellissier, attaccante che conosce bene e al quale non dà modo di pungere. Sa sempre cosa fare, in ogni situazione, e se la cava sempre con eleganza. Per la serie: clonatelo.

AVELAR 6: torna titolare dopo un periodo di tempo lunghissimo su un campo dove non ha bei ricordi: qui, nel settembre 2015, ebbe il via il suo calvario con un infortunio contro il Verona. Oggi deve guadagnarsi la fiducia di Mihajlovic: attento sugli inserimenti di Castro e i movimenti imprevedibili di Birsa, dimostra che il sinistro è ancora quello di una volta quando ha occasione di proporre cross. Rovina parzialmente la sua prova il gol di Pellissier: l’esperto centravanti gli ruba il tempo passandogli dietro alle spalle per andare a segnare. Tutto sommato, però, la sufficienza sembra giusta (37′ st BARRECA ng)

DI SEGUITO LE PAGELLE DI CHIEVO-TORINO 1-3

CENTROCAMPISTI

VERONA, ITALY – APRIL 23: Daniele Baselli of Torino FC (L) competes for the ball with Lucas Nahuel Castro of AC ChievoVerona during the Serie A match between AC ChievoVerona and FC Torino at Stadio Marc’Antonio Bentegodi on April 23, 2017 in Verona, Italy. (Photo by Emilio Andreoli/Getty Images)

ACQUAH 6: al ritorno dopo la squalifica, pensa soprattutto a tamponare i clivensi quando tentano le loro (poche) ripartenze. Mihajlovic, del resto, gli chiede quello: correre per tre e fare giocate semplici. Gli riesce bene, non sempre gli si possono chiedere i gol all’incrocio dei pali.

BASELLI 7: sta bene, molto bene: in tutte le zone del campo fa sentire sostanza e qualità, limitando al minimo il numero degli errori e badando a rifornire senza soluzione di continuità gli attaccanti. Il taglia e cuci di qualità a cui ci ha abituati è continuo e oggi è sicuramente tra i migliori granata. Bello da vedere, ma anche efficace: è diventato un centrocampista coi fiocchi. (34′ st VALDIFIORI ng)

DI SEGUITO LE PAGELLE DI CHIEVO-TORINO 1-3

TREQUARTISTI

VERONA, ITALY – APRIL 23: Roberto Inglese of AC ChievoVerona (L) competes for the ball with Lucas Ariel Boye of Torino FC during the Serie A match between AC ChievoVerona and FC Torino at Stadio Marc’Antonio Bentegodi on April 23, 2017 in Verona, Italy. (Photo by Emilio Andreoli/Getty Images)

FALQUE 6.5: sale col passare dei minuti. Si nasconde un po’ troppo, nel primo tempo: un paio di buone aperture e nulla più per lo spagnolo, che ha i numeri per incidere molto di più. Fa bene in fase difensiva, dove con un paio di ripiegamenti dimostra di non sottrarsi quando c’è da correre, certo. Poi fa segnare quello che per le statistiche è un assist vincente, con il suggerimento per Ljajic in occasione del primo gol granata; e c’è spazio per l’undicesimo gol che chiude la partita, con sinistro deviato che però va ad arricchire quella che sul piano personale è una stagione del tutto positiva.

LJAJIC 7: pronti, via e la prima occasione importante è la sua: si prende bene lo spazio tra le linee clivensi ma non è preciso nelle conclusioni. Ancora lui al 20′: altra discesa centrale, con il Chievo che non riesce davvero a contenerlo, e destro incrociato che prende in controtempo Sorrentino ma va sul fondo dopo aver accarezzato il palo. Al terzo tentativo non sbaglia: settimo della ripresa, raccoglie dopo il velo di Belotti e il secondo tocco è sufficiente per infilare il destro in porta. Bellissimo da vedere quando ha la palla tra i piedi, chiude la partita con un recupero difensivo con rimessa dal fondo guadagnata. Partitone.

BOYE’ 6: rilanciato titolare come attaccante esterno a sinistra, va vicino al gol quando rientra sul destro e una deviazione più la traversa gli impediscono la gioia del gol. Parte bene, con voglia di incidere: dalla sua parte c’è De Paoli, praticamente un esordiente, e il Toro gioca molto in quella zona, per cercare di sfruttare sue eventuali indecisioni. Il giovane clivense però si rivela un cliente tosto. La seconda occasione ce l’ha in area di rigore: ma sul cross rasoterra di Zappacosta è troppo titubante e perde l’attimo. Siamo alle solite: piace per come gestisce il pallone quando ce l’ha tra i piedi, ma poi è poco cinico nell’attimo fuggente.

DI SEGUITO LE PAGELLE DI CHIEVO-TORINO 1-3

ATTACCANTE

VERONA, ITALY – APRIL 23: Dario Dainelli of AC ChievoVerona (L) jumps for the ball with Andrea Belotti of Torino FC during the Serie A match between AC ChievoVerona and FC Torino at Stadio Marc’Antonio Bentegodi on April 23, 2017 in Verona, Italy. (Photo by Emilio Andreoli/Getty Images)

BELOTTI 6: per diventare capocannoniere la missione è segnare in tutte le partite che restano: nel primo tempo, avrebbe una buona opportunità, ma liscia su un traversone rasoterra di Zappacosta. Per il resto, la morsa Spolli-Dainelli lo controlla, con le buone e con le cattive (il 38enne difensore italiano per poco non lo azzoppa con un’entrata pericolosa sulla linea laterale). Ci prova in tutti i modi: a fine partita i compagni gli lasciano anche tirare una punizione, ma non centra la porta. Oggi non è giornata.

DI SEGUITO LE PAGELLE DI CHIEVO-TORINO 1-3

ALLENATORE 

VERONA, ITALY – APRIL 23: Torino FC manager Sinisa Mihajlovic looks on before the Serie A match between AC ChievoVerona and FC Torino at Stadio Marc’Antonio Bentegodi on April 23, 2017 in Verona, Italy. (Photo by Emilio Andreoli/Getty Images)

MIHAJLOVIC 7: presenta, come da previsioni della vigilia, il 4-2-3-1, sfruttando il ritorno di Acquah, sorprendendo però con la riproposizione di De Silvestri a destra a causa di un lieve attacco febbrile per Zappacosta. Purtroppo, il fisico tradisce ancora una volta il gigante di cristallo ex Sampdoria e un cambio è forzato, per la sostituzione con Zappacosta. La squadra gira bene ma termina il primo tempo senza reti. Poi, nella ripresa, sblocca la partita con merito grazie a due pezzi di bravura di Ljajic e Zappacosta e sembra aver la partita in pugno, salvo prendere la “solita” rete (con questa fanno 14 partite di seguito senza mantenere la rete inviolata), ma stavolta poco importa. La vittoria è strameritata: seconda vittoria di fila in trasferta in questa stagione. Verrebbe da dire, troppo tardi.

DI SEGUITO LE PAGELLE DI CHIEVO-TORINO 1-3

CHIEVO

VERONA, ITALY – APRIL 23: Sergio Pellissier of AC ChievoVerona controls the ball during the Serie A match between AC ChievoVerona and FC Torino at Stadio Marc’Antonio Bentegodi on April 23, 2017 in Verona, Italy. (Photo by Emilio Andreoli/Getty Images)

Squadra in difficoltà, quella di Maran, e si vede, soprattutto nel primo tempo, quando la partita la fa il Torino. Il rientrante Sorrentino, per due volte, deve ringraziare l’imprecisione del destro di Ljajic, mentre i suoi compagni proprio non riescono a creare problemi ad Hart. In apertura di secondo tempo il Toro trova due meritate reti, poi il solito, eterno Pellissier riapre la partita, ma non serve. Il Chievo di oggi è in disarmo e il Toro ha vinto meritatamente.

Chievo (4-3-1-2): Sorrentino 6; Frey 5, Spolli 6, Dainelli 6, De Paoli 6 (38′ st Izco ng); Castro 5.5, Radovanovic 5, Hetemaj 5 (24′ st Kiyine); Birsa 6 (20′ st Gakpè 5.5); Inglese 5.5, Pellissier 6.5. A disposizione: Seculin, Confente, De Guzman, Cesar,, Pogliano, Oprut, Bastien, Troiani, Robbas. Allenatore: Maran 5.

Outbrain
Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie . Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.