Lazio, la coppia d’attacco Immobile-Luis Alberto è una macchina da gol. E Caicedo…

Lazio, la coppia d’attacco Immobile-Luis Alberto è una macchina da gol. E Caicedo…

L’avversario / I due giocatori hanno segnato metà delle reti realizzate in Serie A dalla squadra biancoceleste e vivono un periodo di forma molto positivo

1 Commento

Il prossimo avversario del Torino in campionato sarà una delle squadre più in forma della Serie A, tra quelle formazioni che hanno particolarmente sorpreso in positivo in questa prima parte di stagione. La Lazio di Simone Inzaghi, infatti, si trova attualmente al quinto posto a soli sette punti dalla vetta (con una partita da recuperare): la volontà della squadra biancoceleste è quella di arrivare nelle prime posizioni del campionato, possibilmente centrando l’obiettivo della Champions League. Riuscire a fermare il cammino della Lazio allo stadio Olimpico di Roma non sarà di certo una passeggiata domenicale per il Torino di Sinisa Mihajlovic che, peraltro, non vive un momento particolarmente positivo.

A guidare la Lazio, che crea bel gioco e molte occasioni, c’è un attacco molto preparato e realizzativo. Nel modulo varato da Inzaghi, che prevede quasi sempre un 3-5-2, la coppia d’attacco che in questa stagione ha trovato una particolare alchimia là davanti è formata da Ciro Immobile (ex di turno della partita contro il Torino) e Luis Alberto, talento scovato dalla dirigenza della società biancoceleste, che sta regalando prestazioni e giocate di alto livello. Il feeling tra i due ragazzi è evidente, tanto che in due sono riusciti a segnare 18 reti, ovvero più della metà dei gol realizzati dalla Lazio fino ad ora (35). Ma non solo, perché Luis Alberto ha anche messo a segno ben 7 assist, dato statistico che fa comprendere quanto il ragazzo sia centrale nel gioco di Inzaghi.

Ma oltre a questa coppia d’attacco che dovrebbe essere titolare dal primo minuto contro il Torino, c’è anche da tenere d’occhio un giocatore seduto spesso sulla panchina, ma che entra a partita in corso. Il suo nome è Felipe Caicedo, giocatore che in Europa League con la maglia della Lazio ha impressionato, giocando bene e segnando anche due gol (e due assist), ma soprattutto ha trovato la via della rete anche in campionato, proprio nell’ultima giornata: è stato lui a decidere al minuto 92 la sfida contro la Sampdoria, finita 1-2 per i biancocelesti. Quindi il classe ’88 dell’Ecuador potrebbe essere una mina vagante per il Torino, e un’arma in più per Inzaghi.

1 commenti

1 commenti

  1. Granat....iere di Sardegna - 2 settimane fa

    Comunque Nicola si è dimesso. Non essendo stato esonerato è libero…ingaggio di 500 mila euro annui…Una possibilità in più qualora si decida che non è possibile invertire la tendenza con la situazione

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy